Bonus rottamazione: il governo regala 1500 euro ad auto

10 Ottobre 2019
Bonus rottamazione: il governo regala 1500 euro ad auto

Buono mobilità: un assegno da 1.500 euro per le autovetture e 500 euro per i motocicli rottamati da utilizzare entro tre anni.

Se hai intenzione di comprare la tua prima bici elettrica o di rinnovare l’abbonamento annuale ai pullman per te e la tua famiglia senza pagare un euro questo è il momento giusto. Con il Dl Clima approvato oggi in Consiglio dei ministri è stato approvato un fondo da 255 milioni di euro destinato al ”Programma sperimentale buono mobilità”, rivolto ai residenti dei Comuni interessati dalle procedure di infrazione comunitaria per smog che rottamano, entro il 31 dicembre 2021, autovetture omologate fino alla classe Euro 3 o motocicli omologati fino alla classe euro 2 ed euro 3 a due tempi. La misura – così come ci anticipa la nostra agenzia stampa Adnkronos – interesserà diverse migliaia di cittadini fino ad esaurimento scorte. 

Nello specifico, i cittadini potranno ottenere un ‘buono mobilità‘ – che non costituisce reddito imponibile – da 1.500 euro per le autovetture e 500 euro per i motocicli rottamati da utilizzare entro tre anni per l’acquisto, anche a favore di conviventi, di abbonamenti al trasporto pubblico locale (TPL) e regionale e di altri servizi ad esso integrativi, nonché di biciclette anche a pedalata assistita.

Sempre in tema di mobilità sostenibile (articolo 2, Misure per incentivare la mobilità sostenibile nelle aree metropolitane) il ministero dell’Ambiente mette a disposizione 40 milioni di euro per finanziare progetti per la creazione, il prolungamento, l’ammodernamento e la messa a norma di corsie preferenziali per il trasporto pubblico locale che possono essere presentati da uno o più Comuni (con oltre 100mila abitanti), anche in forma associata, interessati dalle procedure di infrazione comunitaria per la qualità dell’aria.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube