Agenzia delle Entrate: attenzione alle false email

14 Ottobre 2019
Agenzia delle Entrate: attenzione alle false email

Phishing via Pec: attenzione alle false mail sulla fatturazione elettronica.

Il phishing è una truffa online che si realizza attraverso messaggi di posta elettronica ingannevoli. L’Agenzia delle Entrate informa che, in questi giorni, stanno circolando delle email di phishing via Pec, relative alla fatturazione elettronica, con lo scopo di truffare i cittadini. Nel mirino ci sono principalmente le caselle Pec di strutture pubbliche, private e di soggetti iscritti a ordini professionali.

Si tratta di mail che hanno il seguente oggetto: ”Invio File <XXXXXXXXXX>”. L’obiettivo è raccogliere informazioni da utilizzare verosimilmente per frodare il destinatario. Nella nota divulgata dall’Agenzia delle Entrate, si ricorda che i messaggi Pec del sistema SdI hanno alcune caratteristiche specifiche:

  • il mittente è solo del tipo sdiNN@pec.fatturapa.it, in cui NN è un progressivo numerico a due cifre;
  • il messaggio deve contenere necessariamente due allegati composti in accordo alle specifiche tecniche sulla fatturazione elettronica (pubblicate sul sito dell’Agenzia delle Entrate).

Per difendersi dal phishing occorre un po’ di attenzione. Se si presta attenzione al contenuto del messaggio, si noteranno piccole disattenzioni: errori di grammatica, discordanza nell’uso dei verbi e dei pronomi, imprecisioni nella riproduzione del logo che richiederebbe le informazioni.

L’Agenzia: “nel dichiararsi estranea a tali fatti, invita i cittadini a fare particolare attenzione alle mail provenienti da utenze sconosciute o sospette che richiedono di modificare l’indirizzo di recapito per le successive comunicazione con il Sistema di Interscambio e a cestinarle immediatamente”.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube