Lifestyle | Articoli

Figli dei migranti: ecco chi sono e cosa fanno in Italia

14 Ottobre 2019
Figli dei migranti: ecco chi sono e cosa fanno in Italia

Ius soli o ius culturae? Mentre la politica si interroga su come inquadrare gli stranieri e le loro famiglie, ecco come stanno crescendo i più piccoli.

Sono oltre un milione i minori stranieri di seconda generazione nati in Italia, quasi il doppio rispetto al 2011. È la cifra messa in risalto dal dossier statistico ‘Immigrazione‘ curato dall’Idos in collaborazione con il centro Confronti e con la Chiesa valdese. All’inizio dello scorso anno vivevano nel nostro Paese circa 1,3 milioni di minori stranieri di seconda generazione, di cui il 75% nato in Italia e il 25% giunto in tenera età.

Per quanto riguarda la scolarizzazione, nell’anno scolastico 2017-2018 circa 541.000 sono andati in classe, pari al 63% del totale di 842.000 alunni stranieri, rappresentanti poco meno del 10% dell’intera popolazione scolastica. L’incidenza maggiore dei nati in Italia fra gli alunni stranieri si riscontra presso i cinesi (82%), i marocchini (76%), gli albanesi (76%) e i filippini (67%).  

«L’incapacità di riformare, a 27 anni dal suo varo, una legge sulla cittadinanza già nata anacronistica, che agevola l’acquisizione per chi, pur volendo restare all’estero, vanta ascendenze di sangue addirittura precedenti all’Unità d’Italia e la sbarra a persone nate e insediate in Italia giunte già alle terze generazioni – afferma Luca Di Sciullo presidente di Idos – ora può finalmente risolversi, a condizione che una visione realistica comune prevalga su sterili prese di posizione ideologiche».



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube