Diritto e Fisco | Articoli

Come consultare il registro elettronico dei figli

15 Ottobre 2019 | Autore: Davide Luciani
Come consultare il registro elettronico dei figli

Registro elettronico: quali sono le sue funzioni principali e come consultarlo per avere informazioni sul rendimento scolastico dei tuoi figli. 

Sei il genitore di un bambino vivace e intelligente, ma che, secondo te, a scuola potrebbe dare di più. Dopo l’ultimo anno scolastico altalenante, ti sei imposto di seguire più da vicino il suo rendimento. Hai deciso così di iniziare a guardare con maggior frequenza il registro elettronico messo a disposizione dalla scuola. Il problema è che dal punto di vista tecnologico non sei una cima e non hai neanche tempo per «smanettare» sul portale o sull’app e capirne il funzionamento. Stai tranquillo. In questa guida, ti spiegherò come consultare il registro elettronico dei tuoi figli. Prima di entrare nel dettaglio, credo sia opportuno capire meglio di cosa stiamo parlando. Facciamo un passo indietro, quindi, e vediamo com’è nato questo strumento.

Il registro elettronico è un sistema che sta prendendo piede in Italia da alcuni anni, seppur a rilento. Nel 2012, fu emanato un decreto legge [1] che ne introduceva l’uso nelle scuole. Nello stesso documento, si affermava che il Miur avrebbe dovuto, entro sessanta giorni dall’entrata in vigore della legge di conversione, predisporre un piano per digitalizzare le procedure amministrative scolastiche. Sette anni dopo, la digitalizzazione globale nelle scuole è ancora lontana. Questo significa, che, ad oggi, questo software è un’opzione a disposizione degli istituti, ma non vi è alcun obbligo di utilizzarlo. Gli stessi insegnanti faticano a passare dal vecchio registro di carta al nuovo sistema. Dopo questo breve excursus storico vediamo di capire nel concreto come utilizzare al meglio il registro elettronico.

Quali funzioni ha il registro elettronico

Il registro elettronico è un programma che permette di avere tutte le informazioni sul rendimento scolastico degli studenti. Questo significa che potrai vedere tutto ciò che tuo figlio fa a scuola: lezioni, voti e compiti. Inoltre, potrai monitorare le sue assenze. Quante volte è andato veramente a scuola e quante ti ha mentito, preferendo girovagare con i suoi amici? Molto spesso il software fornisce anche il materiale didattico delle lezioni. Questo è un ottimo metodo per recuperare appunti in caso di assenza.

Infine, per te che se impegnatissimo con il lavoro, c’è un’opzione niente male: la possibilità di prenotare i colloqui con gli insegnanti con un semplice click. Come vedi, è un mezzo utilissimo per capire ciò che sta realmente combinando tuo figlio. Sono finite le scuse del tipo «No, non ho nessuna interrogazione o compito in programma» quando invece, il giorno dopo c’è la verifica di latino che puntualmente viene saltata. Con tale sistema, tutto è documentato. Ora che hai capito le reali potenzialità del programma, entriamo più nel dettaglio della questione.

Come accedere al registro elettronico

Al registro elettronico si accede come su un qualunque altro portale. Ciò significa che occorre un indirizzo Ip o un’app, una user e una password. Tutti questi dati vengono forniti dalla scuola di tuo figlio, quindi non devi stare a scervellarti. E’ bene che tu sappia, però, che non esiste un programma univoco per tutte le scuole. Ogni istituto decide di utilizzare quello che pensa sia il migliore per le sue esigenze. Le modalità di accesso potrebbero cambiare da portale a portale. In alcuni casi, ad esempio, potrebbe essere richiesto l’inserimento di alcuni dati personali come nome e indirizzo della scuola e codice fiscale dello studente. Non c’è niente di strano in tutto ciò. E’ semplicemente un metodo per cercare l’istituto che ti interessa. In linea di massima, però, tutti i programmi di questo tipo hanno funzioni simili tra loro.

Cosa succede se non ritrovi le credenziali di accesso? Niente paura. Non dovrai compiere nessuna complicata operazione di recupero online. Ti basterà contattare la segreteria scolastica per riottenere i tuoi dati. Una cosa che ti raccomando è di conservarli in un posto sicuro dove tuo figlio non li possa trovare. Infatti, utilizzando la tua user e password, entri in una sezione personale riservata esclusivamente a te. Detto in altri termini, quello che può vedere tuo figlio e quello che puoi vedere tu non coincidono perfettamente.

Come usare il software

Come abbiamo accennato, la piattaforma del registro elettronico è diversa da scuola a scuola. Ciò significa che l’interfaccia o alcune funzionalità possono variare, ma la sostanza rimane la stessa. Attraverso questo strumento potrai consultare tutte le principali voci che ti interessano. Solitamente, le sezioni che si desiderano visitare sono pagelle, assenze e compiti. Vediamole una a una.

Se vuoi conoscere il rendimento scolastico di tuo figlio, ti basta trovare la voce «valutazioni e pagelle». Qui, potrai visionare i voti da lui ottenuti nelle varie prove scritte e orali, ma anche la pagella del semestre. Molti programmi danno anche la possibilità di scaricare in formato pdf questi dati. I voti sono divisi per materia e per ordine cronologico. Ciò significa che ti sarà possibile anche capire se il rendimento è stato costante o se, invece, ha avuto degli sbalzi nel corso dell’anno. Per quel che riguarda le pagelle, c’è poco da spiegare. Riportano le medie voto di ogni materia. Sono presenti alla voce «scrutini». Una cosa che devi sapere su questa sezione è che, nel momento in cui la visualizzi, la scuola potrebbe ricevere un avviso. In pratica, è la funzione digitale della vecchia firma.

Se vuoi controllare la frequenza scolastica di tuo figlio dovrai invece accedere alla sezione «assenze/ritardi». Qui potrai visualizzare tutte le volte che non si è presentato a scuola. Avrai, quindi, modo di capire se lo ha fatto anche quando a te aveva detto che era presente. Va detto che sono molti gli istituti che, grazie al sistema informatizzato, avvertono i genitori in tempo reale della mancata presenza dello studente. Una volta che il professore ha effettuato l’appello e segnato le assenze, queste informazioni diventano visibili anche alla segreteria scolastica. Qui, vengono controllati i nomi di chi non è a scuola e, successivamente, si invia un sms o una mail ai loro genitori avvisando che Tizio non si è presentato il giorno tot. La stessa procedura si verifica nel caso in cui l’alunno entri in ritardo.

Vuoi monitorare le lezioni e gli eventuali compiti in classe che tuo figlio dovrà sostenere nei prossimi giorni? Puoi farlo senza problemi. Ti basterà accedere ad «Agenda». Qui, sarà disponibile il calendario completo della settimana, con tutte le attività che si svolgeranno nei giorni successivi. Ovviamente, se sono state già programmate delle verifiche mensili, ti sarà possibile visualizzare anche quelle. Puoi anche scaricare queste informazioni per tenerle a portata di mano e non dover ogni volta tornare sul portale. Come per le pagelle, anche qui c’è la possibilità di effettuare il download in formato pdf.

Come prenotare un incontro con i docenti

Parlare con gli insegnanti è fondamentale. Non bastano gli incontri che vengono programmati una volta a quadrimestre. Bisogna avere più dialogo possibile con i docenti per capire se ci sono eventuali problemi nel rendimento scolastico. E’ anche vero che, a causa dei numerosi impegni lavorativi, può diventare un problema trovare uno spazio da ritagliarsi per andare a scuola e parlare con un insegnante. Molto spesso, poi, ci si ritrova con due-tre genitori che devono discutere con lo stesso docente e i tempi si allungano. Il registro elettronico dà una grande mano da questo punto di vista. Tramite tale strumento è, infatti, possibile prenotare un incontro con l’insegnante. Ti basterà andare su «colloqui» e selezionare il nome del professore con cui vuoi parlare. Ti verranno date una serie di date disponibili tra cui scegliere. Ti basterà prenotare quella che si incastra meglio con le tue esigenze e il gioco sarà fatto.

Come consultare avvisi e note

Ricordi i vecchi avvisi scolastici che scrivevi sul diario? Quante volte dimenticavi poi di comunicarli ai tuoi genitori? Grazie al registro elettronico, invece, ti sarà semplice consultarli. Basterà accedere alla voce «bacheca» per essere aggiornato. Se la scuola ha necessità di avvisarti su qualcosa di importante è possibile anche che ti invii un sms o una mail. In questo modo potrai tempestivamente prendere visione della comunicazione. Dal portale è anche possibile vedere eventuali note di richiamo avute da tuo figlio. La vecchia nota sul diario, quindi è stata sostituita da quella digitale. Speriamo solo che non ti capiti mai di dover trovare questa sezione piena!

Il problema del registro digitale

Il registro digitale presenta numerosi vantaggi per i genitori. Purtroppo, non è tutto oro ciò che luccica. Il rovescio della medaglia è che, come abbiamo visto, non c’è nessuna legge che obblighi le scuole a utilizzarlo. Questo crea problemi anche negli istituti dove questo strumento è presente. Ha suscitato recenti polemiche il caso di un professore di Cagliari che è stato sospeso per essersi rifiutato di utilizzare il suddetto software. Nella circostanza, il programma era affiancato ancora dal materiale cartaceo nella scuola. Un episodio simile contro un docente, ha portato il tribunale del Lavoro di Bari ad annullare la decisione e condannare l’istituto a pagare le spese processuali, perché non esisteva attrezzatura adeguata per supportare il software. Ad oggi, non è raro vedere molte scuole che adoperano ancora i vecchi sistemi; in alcune, si possono creare anche dei paradossi, ovvero avere per alcune materie il registro digitale aggiornato e per altre no. L’unico obbligo che esiste è quello di aggiornare in tempo reale il programma, solo se non è presente alcun tipo di supporto cartaceo [2].

Quanto detto fin qui mi porta a darti un consiglio: se sei certo che nella scuola di tuo figlio il registro elettronico sia sempre aggiornato, affidati a questo strumento senza alcun tipo di dubbio. Diversamente, prendi con le molle ciò che viene scritto lì sopra e utilizza i vecchi metodi per tenerti informato sul rendimento de tuo ragazzo. La tecnologia fa passi da gigante, ma a volte può tradire.



Di Davide Luciani

note

[1] D.L. 95/2012.

[2] Art. 7 co. 31 D.L. 95/2012.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube