Quota 100: ci sarà nel 2020? Ecco cosa ha deciso il Governo

15 Ottobre 2019
Quota 100: ci sarà nel 2020? Ecco cosa ha deciso il Governo

«Avevamo detto che avremmo difeso Quota 100 e lo abbiamo fatto: resterà intatta». Lo scrive su Facebook il ministro degli Esteri Luigi Di Maio, capo politico del M5S, facendo il punto sulla manovra in un lungo post.E poi ancora: «volevamo stanziare i primi fondi per l’assegno unico» alle famiglie, «che per noi sono uno dei pilastri fondamentali», «e lo abbiamo fatto. Parliamo di mezzo miliardo».

Sembra che la manovra 2020 sia ormai questione di poche battute. Chi auspica in un pensionamento anticipato può cantare vittoria: «Quota 100 resta com’è, alla fine ha prevalso la linea che ho portato avanti e che definirei del buonsenso». Lo afferma in una nota il ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Nunzia Catalfo. «Il confronto e il dialogo pagano sempre per arrivare al miglior risultato possibile per il bene dei cittadini. Sono molto soddisfatta» insiste il ministro.

«Abbiamo messo in piedi una legge di Bilancio importante, – prosegue Catalfo – che non fa aumentare l’Iva, aiuta i lavoratori con il taglio del cuneo fiscale e favorisce la crescita. Una volta approvata – aggiunge il ministro – è mia intenzione riunire intorno a un tavolo le parti sociali e discutere una riforma complessiva del sistema pensionistico per superare definitivamente la legge Fornero. In più, voglio istituire una commissione sui lavori gravosi», conclude Catalfo.

«Nessun aumento dell’Iva, ‘Quota 100′ è intatta e nessuna tassa sulle SIM telefoniche. E’ un bel risultato, se si considera che la manovra che approderà questa sera in Consiglio dei Ministri, sarà una manovra espansiva, per la crescita, che contempla anche il taglio del cuneo fiscale e che porterà all’aumento dei posti di lavoro, oltre ad un corposo sostengo alle famiglie e ai disabili». 

Così il vice ministro dell’Economia e delle Finanze, Laura Castelli, in una nota. «In politica, come nella vita, il confronto paga sempre – spiega Castelli – e dal confronto possono nascere idee importanti e buoni progetti. Penso che le basi ci siano tutte per ottenere ottimi risultati», conclude.

«Non avevo dubbi che anche questa volta ce l’avremmo fatta. Ma visto che negli ultimi giorni qualche buontempone si era messo a giocare coi diritti delle persone, credo che si debba sottolineare il risultato: quota 100 non sarà minimamente toccata. Luigi Di Maio e tutto il MoVimento 5 Stelle hanno quindi svolto un ottimo lavoro nello scongiurare il tentativo di trattare il sacrosanto diritto delle persone di andare in pensione, dopo una vita di sacrifici, come una questione contabile. Grazie a #Quota100, approvata l’anno scorso, migliaia di persone continueranno a godere di un meritato riposo dalle attività lavorative». Lo scrive in un post su Facebook Paola Taverna (M5S), vicepresidente del Senato.

«Ai prestigiatori delle poste di bilancio -aggiunge Taverna- è forse il caso di ricordare che questa misura è venuta incontro a tutte quelle persone che, con la sciagurata legge Fornero, si erano trovate di punto in bianco a vedere la pensione come un miraggio. Per il MoVimento 5 Stelle le persone non sono numerini, non sono “zero virgola qualcosa” da aggiungere o togliere da qualche posta di bilancio. Senza contare che uno Stato serio non rimette ogni anno in discussione misure che tutelano i diritti. Oggi abbiamo messo l’ennesimo punto fermo. Mi auguro a maggior ragione che qualche improvvisato sciamano della contabilità di Stato non sfrutti il fatto di essere mini componente della maggioranza di Governo per trattare le persone come risultato di un’operazione matematica».



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube