Bonus fiscale sull’idraulico

16 Ottobre 2019 | Autore:
Bonus fiscale sull’idraulico

Detrazioni Irpef in arrivo per chi paga con bancomat o carte, niente per gli altri. Così il Governo vuole scoraggiare l’evasione nei settori a rischio.

D’ora in poi, se paghi l’idraulico con carta di credito o bancomat avrai lo sconto del Fisco. È il nuovo bonus tracciabilità che premia chi paga con strumenti tracciabili anziché in contanti. Si potranno detrarre dalla dichiarazione dei redditi molte spese in più. Tra i servizi compresi nell’agevolazione non c’è solo l’idraulico, ma anche il parrucchiere, l’elettricista, il meccanico, l’imbianchino e, in genere, tutti gli artigiani che prestano servizi alla persona, alla casa o agli impianti e apparecchi domestici.

Sono categorie considerate ad alto rischio di evasione e così la manovra finanziaria cerca di indirizzare il pagamento dei corrispettivi in moneta elettronica anziché in denaro contante. Ancora non si conoscono i dettagli, come l’ammontare della detrazione (dovrebbe attestarsi al 19% come per quelle già esistenti) e l’importo della spesa massima ammissibile per ciascuna prestazione: si parla di una cifra attorno ai 250 euro, ma i tecnici del Mef sono ancora al lavoro.

L’entità dello sconto, quindi, non è ancora definita, ma dovrà essere consistente visto che il Governo ha destinato a questo tipo di interventi risorse complessive per complessivi 23 miliardi di euro; si tratta ora di decidere come ripartirli tra le varie agevolazioni, comprese quelle sulle ristrutturazioni edilizie, l’energia e l’ambiente, ad esempio il bonus facciate condominiali.

Quello che è certo è che il Fisco giocherà sugli interessi contrapposti: il cliente avrà convenienza a farsi rilasciare lo scontrino o la ricevuta fiscale, altrimenti non potrà detrarre queste spese e così sarà incentivato a richiederne l’emissione al commerciante, professionista o artigiano come l’idraulico. Ad aiutare questo disegno ci sarà lo scontrino elettronico che dal 1 gennaio 2020 entrerà in vigore per tutti (ora è previsto solo per chi supera i 400.000 euro annui di volume d’affari).

Il nuovo sistema, però, per funzionare richiede che lo sconto garantito dallo Stato, con la possibilità di portare in detrazione la spesa, sia superiore all’Iva applicata; se non fosse così, quando l’idraulico fa la domanda al cliente: “Con fattura o senza?” il nero rimarrebbe conveniente per entrambi.

Con il nuovo sistema, anche gli artigiani che eseguono prestazioni a domicilio, come gli idraulici per i lavori in casa, dovranno dotarsi di Pos e richiedere il codice fiscale all’acquirente; per rafforzare il sistema sono previste severe sanzioni per chi non si adegua. Leggi anche in arrivo la multa ai commercianti che rifiutano Bancomat.

Non appena il Governo definirà i contenuti ed i contorni, il provvedimento potrà entrare in vigore insieme alla legge di Bilancio e, quindi, dal prossimo 1 gennaio 2020, ma gli effetti concreti nelle tasche dei contribuenti arriveranno solo l’anno successivo, perché le spese saranno portate in detrazione nella dichiarazione dei redditi per l’anno 2020 da presentare nel 2021 e poi, se riconosciuti, saranno liquidati i rimborsi.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube