Diritto e Fisco | Articoli

Quattordicesima per pensioni sino a 1500 euro

16 Ottobre 2019 | Autore:
Quattordicesima per pensioni sino a 1500 euro

Bonus sulla pensione per chi riceve dall’Inps sino a 1500 euro al mese: la nuova proposta allo studio.

La quattordicesima mensilità dei pensionati, che ad oggi riguarda soltanto coloro che hanno un reddito non superiore a 2 volte il trattamento minimo, potrebbe essere estesa a chi percepisce sino a 1500 euro al mese di pensione.

Si tratta di una nuova proposta allo studio, sulla quale dovrebbe essere trovato a breve un accordo tra le principali sigle sindacali ed il ministro del lavoro, Nunzia Catalfo.

In base a quanto reso noto, la proposta non prevede un aumento della somma aggiuntiva a favore dei pensionati, ma prevede l’estensione della quattordicesima per pensioni sino a 1500 euro. In pratica, se la nuova proposta verrà attuata, beneficeranno della quattordicesima coloro che possiedono redditi sino a 3 volte il trattamento minimo.

Ad oggi, la quattordicesima può arrivare sino a 655 euro per chi possiede un reddito sino a 1,5 volte il trattamento minimo (ricordiamo che il trattamento minimo mensile ammonta a 507,42 euro per il 2018 e a 513,01 euro per il 2019), mentre può arrivare sino a 504 euro per chi possiede un reddito non superiore a 2 volte il minimo.

Nell’ipotesi in cui la quattordicesima sia estesa ai pensionati con redditi sino a 3 volte il minimo, è probabile che l’importo della somma aggiuntiva risulti più basso rispetto ai 504 euro attualmente previsti per chi ha un reddito entro 2 volte il minimo.

A questo proposito, è bene fare un po’ di chiarezza sulla determinazione dell’importo della quattordicesima.

A chi spetta la quattordicesima con redditi sino a 2 volte il minimo?

Nello specifico, per il 2019, possono ricevere la somma aggiuntiva sulla pensione sino a 504 euro coloro che hanno compiuto 64 anni e possiedono un reddito non superiore a 2 volte il minimo (13.338,26 euro annui per il 2019); il reddito deve risultare non superiore a 2 volte il trattamento minimo più l’importo della quattordicesima stessa, per la percezione parziale del beneficio. Nel dettaglio, il reddito non deve superare:

  • 13.842,26 euro, per chi possiede oltre 25 anni di contributi (18 se lavoratore autonomo);
  • 13.758,26 euro, per chi possiede oltre 15 anni di contributi ma meno di 25 anni (28 se autonomo);
  • 13.674,26 euro, per chi possiede sino a 15 anni di contributi (28 se autonomo).

A chi spetta la quattordicesima con redditi sino a 1,5 volte il minimo?

Per il 2019, possono ricevere la quattordicesima sulla pensione, di ammontare sino a 655 euro, coloro che hanno compiuto 64 anni e possiedono un reddito non superiore a 1,5 volte il minimo; il reddito deve risultare non superiore a 1,5 volte il trattamento minimo più l’importo della somma aggiuntiva, per la percezione parziale del beneficio. Nel dettaglio, il reddito non deve superare:

  • 10.104,69 euro, per chi ha alle spalle meno di 15 anni di contributi (18 se lavoratore autonomo);
  • 10.129,69 per chi ne possiede meno di 25 (28 se autonomo);
  • 10.154,69 euro per chi ne possiede oltre 25 (28 se autonomo).

Come si calcola la quattordicesima con redditi sino a 1,5 volte il minimo?

L’importo della quattordicesima varia a seconda degli anni di contributi posseduti e del reddito del pensionato. In particolare, per chi non supera 1,5 volte il trattamento minimo, l’importo spettante per l’anno 2019 è pari a:

  • 437 euro fino a 15 anni di contributi, se il beneficiario era lavoratore dipendente, o sino a 18 anni di contributi se era un lavoratore autonomo;
  • 546 euro oltre 15 anni di contributi e fino a 25 anni se ex lavoratore dipendente, o oltre 18 anni di contributi e sino a 28 anni se ex lavoratore autonomo;
  • 655 euro oltre 25 anni di contributi se ex dipendente, oltre 28 anni se ex autonomo.

Per chi supera 1,5 volte il trattamento minimo, ma non supera la soglia determinata da 1,5 volte il trattamento minimo più l’importo della quattordicesima ipoteticamente spettante, il beneficio è determinato dalla differenza tra la soglia appena illustrata e il reddito percepito.

Come si calcola la quattordicesima con redditi sino a 2 volte il minimo?

Per chi possiede un reddito che non supera 2 volte il trattamento minimo, l’importo spettante per l’anno 2019 è pari a:

  • 336 euro fino a 15 anni di contributi, se l’interessato era un lavoratore dipendente, o sino a 18 anni di contributi se era un lavoratore autonomo;
  • 420 euro oltre 15 anni di contributi e fino a 25 anni se ex lavoratore dipendente, o oltre 18 anni di contributi e sino a 28 anni se ex lavoratore autonomo;
  • 504 euro oltre 25 anni di contributi se ex dipendente, oltre 28 anni se ex autonomo.

Per chi supera 2 volte il trattamento minimo, ma non supera la soglia determinata da 2 volte il trattamento minimo più l’importo della quattordicesima ipoteticamente spettante, il beneficio è determinato dalla differenza tra la soglia illustrata e il reddito percepito.

A quali pensionati spetta la quattordicesima?

La quattordicesima è riconosciuta a chi percepisce:

  • una pensione di anzianità;
  • una pensione di vecchiaia;
  • una pensione anticipata;
  • un assegno ordinario di invalidità o una pensione di inabilità;
  • una pensione ai superstiti, cioè di reversibilità o indiretta.

Le pensioni in questione devono essere riconosciute da una gestione previdenziale amministrata dall’Inps.

La quattordicesima non spetta a chi percepisce una pensione di invalidità civile, la pensione o l’assegno sociale, una pensione di guerra o una rendita Inail, una pensione liquidata da una cassa professionale.


note

Autore immagine: 123rf.com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube