Diritto e Fisco | Articoli

Abbandono della casa coniugale: subito dopo il matrimonio non comporta addebito

27 Giugno 2013
Abbandono della casa coniugale: subito dopo il matrimonio non comporta addebito

Nessun addebito se l’abbandono non ha avuto una sua specifica incidenza causale sulla interruzione della convivenza tra i coniugi, iniziata già molti anni prima del matrimonio.

Si può abbandonare la casa coniugale pochi mesi dopo il matrimonio, dopo una lunga convivenza, senza che ciò comporti l’addebito della separazione. A dirlo è stato il Tribunale di Milano in una recente sentenza [1].

Nel caso in questione, il giudice, dopo aver dichiarato la separazione tra due coniugi – lui italiano e lei straniera – non ha ritenuto di addebitare le cause della rottura del legame al comportamento della donna che, dopo dieci anni di convivenza, aveva lasciato la casa a poche settimane dalla celebrazione delle nozze.

Secondo i giudici, la dichiarazione di addebito a carico dell’ex coniuge che abbia abbandonato il tetto domestico si può avere solo nell’ipotesi in cui tale comportamento sia stato la causa effettiva e determinante della rottura della convivenza tra i coniugi.


In altre parole, nel giudizio di separazione, non vi può essere alcun addebito se l’abbandono non ha avuto una sua specifica incidenza causale sulla interruzione della convivenza tra i coniugi, iniziata già molti anni prima del matrimonio.

note

[1] Trib. Milano, sent. n. 3064/2013.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube