Diritto e Fisco | Articoli

Estesa l’agevolazione fiscale prima casa

28 Giugno 2013
Estesa l’agevolazione fiscale prima casa

Il bonus prima casa si conserva anche nel caso di acquisto dell’immobile attraverso una donazione.

La Cassazione, con una sentenza di due giorni fa [1], ha ampliato le possibilità di beneficiare della agevolazione “prima casa”.

Come noto, la decadenza dall’agevolazione “prima casa” per chi vende l’immobile – acquistato con il beneficio fiscale in questione – prima del decorso dei cinque anni, si evita se, entro un anno dalla predetta alienazione, “proceda all’acquisto” di un’altra abitazione principale. Tale secondo acquisto – e qui sta la novità intervenuta con la sentenza della Corte – può essere non solo a titolo oneroso (ossia pagando un corrispettivo), ma anche a titolo gratuito (cioè attraverso donazione). In buona sostanza non si perde più il bonus “prima casa” se, entro cinque anni dalla vendita dell’immobile, si diventa donatari di un secondo immobile destinato ad abitazione principale.

Sino ad oggi si era discusso se l’espressione “proceda all’acquisto” alludesse solo a un acquisto a titolo oneroso o se potesse rientrarvi anche il caso di una donazione (acquisto a titolo gratuito).

Quest’ultima interpretazione è stata molto controversa. Il fisco si è sempre espresso in modo negativo, ritendo la decadenza dal beneficio in caso di operazione gratuita in quanto la causa di esclusione dalla decadenza troverebbe giustificazione nell’investimento necessario per acquistare un nuovo immobile “prima casa” da adibire a propria abitazione principale.

L’Agenzia delle Entrate dovrà dunque rivedere la propria posizione, ma pare inevitabile che l’acquisto a titolo gratuito sia limitato a quello di natura “volontaria” (come nel caso di donazione) escludendo quello “incidentale” (come nel caso di apertura di una successione).


note

[1] Cass. sent. n. 16077 del 26.06.2013.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube