Diritto e Fisco | Articoli

Codice raccomandata 689

20 Ottobre 2019 | Autore:
Codice raccomandata 689

Avviso di giacenza: cos’è, a cosa serve e cosa c’è scritto? Cosa sono i codici raccomandata? Il codice 689 che tipo di raccomandata individua?

Torni a casa dopo un’intera giornata trascorsa a lavoro; infili la chiave nella toppa e, con la coda dell’occhio, ti accorgi che nella buca delle lettere c’è posta. Apri la cassetta e inizi a scartabellare: bollette, lettere promozionali, il numero della rivista a cui sei abbonato e, infine, un tagliando bianco simile a uno scontrino. Se non sai di cosa si tratta, ti dico subito che ti sei imbattuto in un avviso di giacenza, cioè in una comunicazione che ti ha lasciato il postino perché non ha trovato nessuno in casa. Sull’avviso di giacenza è riportato un lungo codice numerico che sta a specificarne il contenuto. Cosa indica il codice raccomandata 689?

L’avviso di giacenza fa riferimento a una raccomandata che il portalettere ha tentato di recapitarti ma che ha dovuto restituire all’ufficio postale di competenza perché non ha trovato nessuno legittimato al ritiro. Come ti spiegherò nel corso di questo articolo, il codice raccomandata che trovi all’interno dell’avviso di giacenza rappresenta un anticipo di ciò che ti aspetta alle poste: ogni codice, infatti, individua (purtroppo in maniera non sempre univoca) un determinato tipo di comunicazione. Se vuoi sapere cosa contiene una raccomandata con codice 689, prosegui nella lettura.

Che cos’è l’avviso di giacenza?

Prima di vedere cosa indica il codice raccomandata 689, dobbiamo necessariamente spendere due parole sull’avviso di giacenza nel quale è contenuto. L’avviso di giacenza (definito anche come raccomandata indescritta) è un tagliando bianco di forma rettangolare, simile a un lungo scontrino della spesa, all’interno del quale sono individuati i dati principali della consegna che il portalettere ha cercato di portare a termine.

L’avviso è di giacenza perché comunica al destinatario che la raccomandata o il pacco che si è tentato di consegnare è in attesa di essere ritirato presso l’ufficio postale presente sul territorio. Da qui deriva la denominazione di questa comunicazione: viene dato avviso che la raccomandata è in giacenza presso le poste, in attesa che il diretto interessato o persona da questi delegato si presenti per il ritiro.

Cosa c’è scritto nell’avviso di giacenza?

L’avviso di giacenza non contiene solamente il codice raccomandata, cioè un lungo numero composto da circa una decina di cifre posto su un codice a barre, ma anche un’altra serie di indicazioni molto utili.

Innanzitutto, nell’avviso di giacenza troverai scritta la data con l’orario preciso in cui il postino è venuto da te per la consegna; la città di provenienza dell’atto o della lettera; l’ufficio postale ove è in giacenza la raccomandata; il periodo di tempo durante il quale l’ufficio postale tratterrà l’atto prima di restituirlo al mittente.

Cosa succede se non ritiri la raccomandata?

Come anticipato, nell’avviso di giacenza c’è scritto, tra le altre cose, anche il periodo di giacenza, cioè il periodo di tempo durante il quale la raccomandata starà alle poste in attesa del ritiro. Cosa succede, però, se non rispetti il termine indicato nell’avviso e non vai a ritirare la raccomandata?

È in questo caso che rileva la differenza tra giacenza e compiuta giacenza: mentre la giacenza indica il periodo di tempo durante il quale l’atto verrà conservato presso l’ufficio postale in attesa che venga ritirato, la compiuta giacenza individua il tempo trascorso il quale la notifica si intende validamente compiuta per il mittente.

Una raccomandata resta in giacenza presso le poste in attesa del ritiro per trenta giorni dal momento in cui il portalettere ha lasciato l’avviso di giacenza. Decorso questo termine, si perfeziona la compiuta giacenza e la raccomandata viene restituita al mittente.

Per compiuta giacenza si intende, dunque, un atto o una raccomandata non ritirata dal destinatario; nonostante ciò, per la legge, la notifica si intende perfezionata, nel senso che, ai fini giuridici, la legge presume che il destinatario abbia avuto conoscenza dell’atto.

Ricapitolando, una raccomandata resta in giacenza presso le poste per trenta giorni, decorsi i quali si forma la compiuta giacenza e la lettera viene restituita al mittente, per il quale la notifica si intende comunque perfezionata.

Per gli atti giudiziari, invece, la giacenza è di sei mesi, mentre la compiuta giacenza si perfeziona molto prima, solamente dieci giorni dopo il deposito presso le poste.

Codice raccomandata 689: cos’è?

Possiamo ora spiegare cos’è il codice raccomandata 689. Come anticipato, il codice raccomandata è un numero composto di circa dieci cifre posto al di sopra di un codice a barre; il codice serve a individuare il contenuto della raccomandata in giacenza. Più in particolare, le prime tre cifre del codice sono utili per farsi un’idea di ciò che ci aspetta alle poste.

Il codice raccomandata che comincia con i numeri 689 fanno riferimento, con ogni probabilità, a una cartella di pagamento. Con questo codice (e con i codici similari 670 e 671), dunque, vengono identificate le cartelle della vecchia Equitalia e dell’Agenzia delle Entrate – Riscossione.

Pertanto, se trovi nella cassetta delle lettere un avviso di giacenza con codice raccomandata 689, è possibile che si tratti di una vecchia multa non pagata, di un tributo locale (come l’Imu, la Tari, ecc.), oppure di altra tassa, imposta o sanzione non pagata e per la quale si sta procedendo al recupero.

Nel caso di codice raccomandata 689, dunque, è molto importante andare a ritirare la raccomandata in giacenza quanto prima, perché potrebbero esserci delle conseguenze spiacevoli in caso di ritardo.

Codice 689: la raccomandata può venire dall’Inps?

Bisogna dire che i codici raccomandata non identificano in maniera assolutamente certa il contenuto della raccomandata; è possibile, infatti, che davanti a un codice 689 ti possa trovare davanti a una comunicazione meno grave del previsto.

Molti utenti segnalano che l’avviso di giacenza con codice raccomandata 689 può segnalare anche comunicazioni dell’Inps utilizzate per trasmettere l’estratto conto assicurativo dei dipendenti pubblici.

Per ogni altro approfondimento, ti rinvio alla lettura dell’articolo Avviso di giacenza: codice per sapere che c’è dentro.


note

Autore immagine: Pixabay.com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube