HOME Articoli

Lo sai che? Il padre riconosce il figlio dopo la madre: al bimbo spetta il cognome materno

Lo sai che? Pubblicato il 1 luglio 2013

Articolo di




> Lo sai che? Pubblicato il 1 luglio 2013

È sufficiente il cognome materno se il bambino è riconosciuto solo dopo dal padre.

Se il bambino non viene riconosciuto contestualmente da entrambe i genitori, gli spetta il cognome di chi per prima ha avanzato il suo riconoscimento: il che vuol dire che, qualora a riconoscere per primo il bimbo sia stata la madre, è il cognome di quest’ultima che gli spetta e non è necessario aggiungere quello del padre.

Questo principio è stato di recente affermato dalla Cassazione [1], secondo la quale non esiste un principio di preferenza del cognome paterno. Si valuta, invece, l’interesse del minore a ricevere il cognome del genitore che per primo lo ha riconosciuto.

Il cognome rappresenta un segno distintivo della persona, che sia materno o paterno poco importa. Ciò che conta è che renda una persona riconoscibile nelle relazioni sociali. Pertanto, nell’attribuzione giudiziale del cognome, si deve considerare, non la volontà dei genitori, né un maggio favore al cognome del padre bensì l’interesse del minore a una identità sociale: interesse, quest’ultimo, che è ampiamente soddisfatto già solo dall’attribuzione del cognome della madre.

Così i giudici hanno considerato illegittimo il comportamento di una coppia che aveva attribuito alla propria bambina, in aggiunta al cognome già registrato della madre, quello del padre che aveva effettuato il riconoscimento in ritardo.

note

[1] Cass. ord. n. 16271 del 27.06.2013.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI