HOME Articoli

Miscellanea Rihanna nuda approda su Facebook

Miscellanea Pubblicato il 30 giugno 2013

Articolo di




> Miscellanea Pubblicato il 30 giugno 2013

L’anteprima di un video di Rihanna appare sul post di un vostro contatto con questa scritta “I just Hate RIHANNA after Watching This VIDEO”.

Approdano su Facebook i primi video di Rihanna nuda: o meglio, sono immagini di “anteprima” che invitano a cliccare sull’icona play (il triangolino con la punta verso destra).

Il titolo del post è “I just Hate RIHANNA after Watching This VIDEO!!” (Ho iniziato a odiare Rihanna dopo aver visto questo video).

L’immagine statica, visibile a chiunque sulla home di Facebook – similmente a come succede con un video condiviso da un nostro contatto – è un nudo integrale, con il volto della popolare popstar: un fotomontaggio di buona fattura che – specie per via delle dimensioni microscopiche delle anteprime su Facebook – non consente di riconoscere il fake.

Un falso? Ma certo! Anche se risulta che, a condividere il post sia stato un nostro “amico” fidato. Si tratta, invece, di un virus che ha già colpito altri profili e il cui contagio – questa volta non per via orale, ma per via “virale” – si diffonde a macchia d’olio con un semplice click.

Avevamo già visto circolare virus di questo tipo con la morte di Saddam Hussein e di Bin Laden. Su Facebook circolavano post che promettevano di mostrare le riprese di videoamatori con gli ultimi istanti di vita del tiranno e del terrorista musulmano. Anche in quei casi – come in quello di Rihanna – non si trattava di video, né tantomeno delle immagini promesse. Era, invece, un furbo sistema per insediare un “programmino” negli account degli utenti, capace di rubarne le password di accesso e di reperire informazioni private, nomi di contatti, email. Alcuni malintenzionati sono persino riusciti, in tali occasioni, a utilizzare illecitamente la chat dei malcapitati creduloni.

Ma allora, al posto di Rihanna, cosa c’è? Nulla, ovviamente. Il vostro browser potrebbe aprire una pagina che, in realtà, non vi farebbe vedere nulla. E mentre voi credete che ci sia solo un problema di connessione, qualcuno vi sta entrando nell’account o, del tutto, nel sistema.

La natura del post dovrebbe farvi capire che si tratta di un adescamento. Nel caso di un nudo, poi – come quello di Rihanna – Facebook dispone di un sistema di filtraggio che, riconoscendo gli indirizzi “copiati e incollati” sulle proprie pagine, riesce a filtrare i contenuti vietati e a impedirne la pubblicazione. Non riuscireste mai, per esempio, a condividere un video prelevato da un portale hard.

Come Google per YouTube, anche il social network blu è molto attento a impedire la pornografia sulle proprie pagine. Evidentemente, però, questo blocco non funziona ancora per le immagini caricate manualmente (quale è, appunto, quella, del fotomontaggio che ha coinvolto Rihanna).

Solo qualche giorno fa, l’Aduc ha denunciato un aumento del 600% dei virus diffusi attraverso cellulari e smartphone, dispositivi dai quali sempre più gente si connette ai social network.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI