Diritto e Fisco | Articoli

Carcere per chi blocca con l’auto l’ingresso del garage altrui

2 Agosto 2013 | Autore:
Carcere per chi blocca con l’auto l’ingresso del garage altrui

Ostruire l’ingresso del garage altrui con la propria auto può essere punito con il carcere.

Chi impedisce al proprietario del garage di parcheggiare il proprio veicolo, ostruendo l’ingresso con la propria auto, è punibile con la reclusione fino a 4 anni per il reato di violenza privata [1].

Lo ha stabilito la Corte di Cassazione con una recente sentenza [2]. In questo caso, la violenza subita dal proprietario del garage sta nel fatto che la vittima è privata della libertà di azione e di determinazione: il proprio agire è infatti condizionato dalla condotta scorretta dell’automobilista che ha arbitrariamente ostruito l’accesso al box auto.

Non è la prima volta che la Suprema Corte esprime un simile orientamento: già nel 2006 [3] aveva condannato per lo stesso reato un automobilista che aveva parcheggiato il veicolo ostruendo l’ingresso al garage condominiale, rifiutandosi peraltro di rimuovere il mezzo nonostante le sollecitazioni dei condomini.

Nel 2011, invece, la Cassazione aveva condannato un condomino, per violenza privata, per aver parcheggiato in modo tale da impedire ad un altro inquilino dello stabile di uscire di casa col proprio veicolo, di fatto posto “sotto sequestro” [4].

La Suprema Corte, in base a un orientamento consolidatosi nel tempo, ha dato risalto all’effetto pratico della condotta del reo: impedire per lungo tempo alla vittima di esercitare la libertà di agire (che si tratti di allontanarsi in macchina da casa propria o di parcheggiare nel box auto), in tal modo influendo sulle scelte e le decisioni di quest’ultima.


note

[1] Art. 610 cod. pen.

[2] Cass. sent. n. 28487 del 2.07.2013.

[3] Cass. sent. n. 21779/06.

[4] Cass. sent. n. 7592 del 28.01.2011.


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube