Cronaca | News

Ucciso Al Baghdadi: è finito l’Isis?

27 Ottobre 2019
Ucciso Al Baghdadi: è finito l’Isis?

Quale sarà la reazione dei terroristi islamici e dei “lupi solitari” dopo la morte del Califfo? La previsione di un’esperta alla nostra agenzia Adnkronos.

“Da oggi il mondo non è certamente più sicuro. Nonostante l’uccisione di Al Baghdadi contenga un forte valore simbolico, la morte del leader dell’Isis non pone fine alla minaccia jihadista. Anzi. Molti analisti ritengono che questa operazione condotta dagli Stati Uniti potrebbe scatenare una forte reazione da parte dei terroristi che, è bene ricordarlo, sono sparsi in modo capillare in ogni parte del mondo”, così Francesca Musacchio, direttore di Ofcs.report, esperta di terrorismo per il quotidiano Il Tempo e autrice del libro ”La Trattativa Stato Islam” .

“Non è detto, infatti, che ciò avvenga con un attacco strutturato sullo stile di quanto accaduto al Bataclan. La morte di Al Baghdadi potrebbe innescare la reazione da parte dei ”lupi solitari” decisi a ”rendere omaggio” al deceduto Califfo. Purtroppo, e la morte di Osama bin Laden lo ha ampiamente dimostrato, non è uccidendo un uomo che si distrugge un’ideologia così radicata. Un nuovo capo è già stato ”investito” del ruolo, da qualche parte”.

“Lo stesso Donald Trump – continua il direttore Francesca Musacchio – nella conferenza stampa tenuta per annunciare la morte di Al Baghdadi, ha chiaramente detto che la Cia conosce il nome del successore. Ma questo era un dato abbastanza prevedibile. Ciò che al momento non sappiamo con certezza è quale sarà il nome del prossimo gruppo terroristico e da dove tornerà ad operare.

Un dato è certo: l’uccisione del Califfo non ha posto fine al fenomeno del terrorismo islamista che, a dire di studiosi e analisti del settore, continuerà a perseguitarci a lungo”.


1 Commento

  1. Con i disastri vergognosamente e vigliaccamente provocati e incommensurabilmente amplificati in questi anni dall’assenza e daile discordie dozzinali del mondo occidentale (Torri gemelle, bin laden e al baghdadi ne sono solo un piccolo dettaglio cruento, sic!), l’unica consolazione che OGG abbiamo – sempre che l’eliminazione di costoro venga confermata senza ombra di dubbio – è quella di poter dire: DUE DI MENO, anche se Daniel Pearl e gli altri assassinati da questi criminali non ci potranno essere restituiti… mai più!!!
    Per il resto, realisticamente, anche se obtorto collo, cioè a malincuore non posso far altro che convenire con il pessimismo dell’Autrice dell’articolo, forse anche per difetto… Insomma, ben altro avrebbe dovuto fare l’Occidente per contrastare il fenomeno terroristico di questi nuovi barbari, invece l’ha (intenzionalmente???) sottovalutato al suo primo insorgere cercando in un modo o nell’altro di non opporsi con la fermezza che sarebbe stata imprescindibile, una conditio sine qua non!!! Ora è tardi piangere sul latte versato… Ne riparliamo fra cent’anni…

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA