Moduli | Articoli

Modulo delega ritiro contanti allo sportello

19 Novembre 2019 | Autore:
Modulo delega ritiro contanti allo sportello

Si può delegare un terzo al ritiro di contanti alla posta o in banca tramite un’autorizzazione ad hoc.

Hai delle somme depositate presso un ufficio postale o in banca. Se non puoi andare di persona a ritirare i soldi allo sportello, puoi delegare qualcuno? Devi sottoscrivere un’apposita autorizzazione al prelievo? Il testo della delega cosa deve indicare? Molti italiani depositano i propri risparmi o accreditano mensilmente la pensione, su libretti postali o su conti correnti bancari. Può succedere, però, che non sempre siano in grado di recarsi personalmente a ritirare i contanti allo sportello perché impossibilitati sia per impegni di lavoro sia per motivi di salute. In questi casi, possono delegare una persona di propria fiducia affinché esegua il prelievo al posto loro, previo rilascio di un’apposita autorizzazione. A tal fine, le Poste Italiane forniscono un modulo, prestampato, di richiesta servizi a valere sul conto corrente e/o sul libretto di risparmio postale, che va compilato negli appositi spazi.

In alternativa, è possibile redigere la delega da sé, utilizzando il modulo delega ritiro contanti allo sportello, che si trova al termine di questo articolo. Per quanto riguarda gli istituti di credito, è prevista la delega bancaria, che consente al delegato di compiere operazioni sul conto corrente del delegante, compreso il ritiro di somme. Anche per questa specifica ipotesi viene qui fornito un modulo. In entrambi i casi, il delegato dovrà esibire una fotocopia di un documento di identità del delegante in corso di validità, direttamente allo sportello, nel momento in cui effettuerà il prelievo.

Cos’è il libretto postale

Il libretto postale è un prodotto di Poste Italiane, sul quale gli intestatari possono convogliare i propri risparmi. E’ emesso dalla Cassa depositi e prestiti ed è garantito dallo Stato. Fino a qualche anno fa, era solo in formato cartaceo ma attualmente, si può trovare anche in formato digitale, mantenendo le medesime caratteristiche. In tutti e due i casi, infatti, può essere utilizzato per effettuare prelievi e versamenti negli uffici postali e tramite la carta libretto presso gli sportelli postamat.

Il libretto postale smart e quello ordinario possono essere consultati anche telematicamente.

Quali sono le diverse tipologie di libretto postale

Esistono diversi tipi di libretto postale.

Più precisamente, il:

  • libretto smart, per il quale è riconosciuto un tasso di interesse più alto rispetto a quello previsto per le somme libere;
  • libretto ordinario, dove è possibile accreditare la pensione;
  • libretto postale per bambini fino a 12 anni. Tale tipo di libretto può essere aperto anche per i ragazzi di età compresa tra i 12 e 14 anni e per quelli tra i 14 e i 18 anni;
  • libretto postale giudiziario, dove si possono depositare somme di denaro relative a procedimenti giudiziari.

Quanto costa aprire un libretto postale

Aprire un libretto postale non costa nulla, in quanto è completamente gratuito. Parimenti, la chiusura e la gestione sono esenti da spese.

Gli unici costi da sostenere sono rappresentati dagli oneri di natura fiscale, come la ritenuta sugli interessi maturati pari al 26%.

La duplicazione del libretto cartaceo ha un costo di 1,55 euro.

Quanti possono essere gli intestatari di un libretto postale

Gli intestatari di un libretto postale possono essere al massimo quattro persone, le quali hanno diritto di agire autonomamente, se al momento della sottoscrizione è stata prevista la clausola di pari facoltà della disposizione. Ciascuno, pertanto, può utilizzare il libretto senza avere bisogno della firma degli altri cointestatari. In ogni caso, un libretto postale non può essere intestato a due minorenni.

Come può essere la delega al prelievo

La delega al prelievo può essere:

  • permanente;
  • ovvero per la singola operazione.

Delega permanente

La delega permanente viene conferita al momento dell’apertura del libretto o anche in un momento successivo. In questo caso il delegato può effettuare prelievi del contante senza dovere presentare ogni volta, l’autorizzazione.

Nell’ipotesi di libretto cartaceo, è possibile prelevare qualsiasi somma presso l’ufficio di radicamento. In uffici diversi invece, c’è il limite massimo giornaliero di 600 euro.

Nel caso di libretto dematerializzato, non si ha un documento fisico e lo stesso è rappresentato unicamente dalle registrazioni contabili. Al delegato, quindi, viene rilasciata la carta libretto che gli consente di operare senza limiti presso qualsiasi ufficio postale.

Delega per la singola operazione

La delega per la singola operazione ha efficacia limitata ad un solo atto di prelievo. Ne consegue che perde efficacia una volta eseguita l’operazione. Pertanto, il titolare del libretto dovrà redigerne un’altra qualora avesse bisogno successivamente, di ritirare ulteriori contanti tramite terzi.

Come si compila il modulo delega prestampato

Poste Italiane forniscono un modulo delega al prelievo contanti da libretto postale, già prestampato, scaricabile cliccando qui.

Per compilarlo, basta:

  1. sbarrare nel secondo riquadro la voce “prelevamento da libretto di risparmio postale”;
  2. poi, va indicato, nello spazio successivo, il numero del libretto di risparmio postale e l’intestazione;
  3. vanno quindi, riportati gli estremi del documento di identità del delegante e l’importo richiesto, in cifre e in lettere;
  4. quindi, va compilato il quarto riquadro, dove è scritto “spazio da compilarsi per le operazioni di versamento su conto corrente e libretto di risparmio postale e di prelevamento su libretto di risparmio postale eseguite da persona diversa dal titolare del rapporto e da questi espressamente delegato alle dette operazioni”. Qui vanno riportati i dati anagrafici del delegato, la residenza, il recapito telefonico, il codice fiscale e il documento di identità;
  5. infine, vanno inserite le firme del delegante e del delegato.

Il modello, debitamente compilato e sottoscritto, va presentato all’ufficio postale dove si intende effettuare il ritiro della somma insieme alla fotocopia del documento di riconoscimento del delegante e al libretto postale, se cartaceo.

Com’è possibile scrivere la delega ritiro contanti

E’ possibile scrivere la delega al ritiro contanti anche personalmente, a mano o la computer, adoperando il modulo che si trova nell’aposito box sottostante al presente articolo.

La delega può essere esibita all’ufficio postale direttamente dal delegato.

Nel modulo, occorre indicare:

  • i dati anagrafici del delegante (nome, cognome, luogo e data di nascita), la residenza ed il codice fiscale;
  • gli estremi del libretto postale di risparmio e dell’ufficio postale dove è stato aperto;
  • il numero del documento di identità del delegante;
  • i dati anagrafici del delegato (nome, cognome, luogo e data di nascita), la residenza ed il codice fiscale;
  • gli estremi del documento di identità del delegato;
  • la cifra che si intende far prelevare, in cifre e lettere;
  • la menzione dell’allegazione della fotocopia del documento di identità del delegante;
  • il luogo, la data e la firma del delegante.

In cosa consiste la delega bancaria su conto corrente 

La delega bancaria su conto corrente è un documento attraverso il quale l’intestatario del conto corrente (delegante) autorizza un soggetto terzo (delegato) ad effettuare tutte le operazioni possibili o solo quelle indicate in maniera esplicita nella delega, in suo nome e per suo conto.

In pratica, il delegato può:

  • emettere assegni;
  • versare contanti o titoli;
  • prelevare;
  • ritirare il libretto degli assegni;
  • disporre bonifici.

Il titolare del conto corrente può in qualsiasi momento revocare o modificare i poteri già conferiti al delegato, con una comunicazione scritta alla banca.

Il delegato ha diritto di rinunciare alla rappresentanza.

La delega anche se estesa dal delegante a tutte le operazioni, presenta tuttavia, dei limiti. Il delegato infatti, non può vantare diritti sulla proprietà delle somme depositate, non può essere titolare di una seconda carta bancomat e non può procedere alla chiusura del conto. Proprio per tali motivi, si differenzia dal cointestatario. Quest’ultimo, infatti, è proprietario del conto e può compiere qualsiasi tipo di operazione prevista dal contratto.

Cosa deve contenere la delega bancaria al ritiro di contanti

La delega bancaria al ritiro di contanti è molto simile a quella già vista a proposito del ritiro di somme dall’ufficio postale.

La delega bancaria al ritiro di contanti deve riportare:

  • i dati del delegante;
  • l’indicazione del conto corrente bancario;
  • i dati del delegato;
  • la cifra da ritirare;
  • il tempo di validità della delega;
  • il luogo, la data e la firma del delegante.

Il delegato, quando si presenta nella filiale della banca, deve portare la delega e un proprio documento di identità in modo da permettere l’identificazione.

MODULO DELEGA RITIRO CONTANTI

Il/La sottoscritto/a …………, nato/a a ………… (prov……), il giorno ………… e residente a ………… (prov…..), in via …………, codice fiscale …………, titolare del libretto postale n°………… ……………………, aperto presso l’ufficio postale n° …………, sito a ………… (prov…..), in via …………, carta di identità n…….., rilasciata dal Comune di……., in data……

DELEGA

il/la signor/signora ………… nato/a a ………… (prov…..), il giorno ………… e residente a …………(prov…..), in via …………, codice fiscale …………, carta di identità n…….., rilasciata dal Comune di……., in data……., a prelevare la somma di ………..(in cifre e in lettere) dal libretto postale sopra indicato.

Si allega fotocopia del documento di identità del delegante.

Luogo e data

Firma del delegante

MODULO DELEGA BANCARIA RITIRO CONTANTI

Il/La sottoscritto/a …………, nato/a a ………… il giorno ………… e residente a ………… in via …………, codice fiscale …………, titolare del conto corrente n°………… codice IBAN …………………… aperto presso la filiale n° ………… situata a ………… in via …………

DELEGA

il/la signor/signora ………… nato/a a ………… il giorno ………… e residente a ………… in via …………, codice fiscale ………… a ritirare la somma di …….(in cifre e in lettere) dal conto corrente sopra indicato.

La presente autorizzazione è da considerarsi valida fino al giorno ……………

Si allega fotocopia del documento di identità del delegante.

Luogo e data

Firma del delegante


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA