Diritto e Fisco | Articoli

Giornali e giornalisti obbligati a dimenticare chi ha commesso un reato

4 Luglio 2013 | Autore:
Giornali e giornalisti obbligati a dimenticare chi ha commesso un reato

Diritto all’oblio: deve essere rispettata la privacy anche dell’ex terrorista che non abbia più alcun legame con i fatti di cronaca attuale.

La cronaca giornalistica non può tornare a pubblicare i nomi di criminali legati al passato se tali soggetti non hanno alcun collegamento con i fatti attuali. Anche il criminale ha diritto a essere dimenticato dopo che l’evento ha perso ogni interesse pubblico.

A ripetere questo importante concetto è stata, di recente, la Cassazione [1], tornata a ribadire i confini del cosiddetto diritto all’oblio (un importante precedente, riferito ai giornali online su internet, è stato da noi trattato nell’articolo “Oblio su interne, un diritto calpestato: interviene finalmente la Cassazione”).

La vicenda

Nel caso di specie, un giornale, nel dare la notizia del ritrovamento di un deposito di armi delle Brigate Rosse, aveva pubblicato la foto e i dati di un ex militante di “Prima Linea”, negli anni di piombo, il quale però non era affatto coinvolto con l’arsenale in questione. La testata giornalistica è stata pertanto condannata per aver calpestato il diritto all’oblio del terrorista. La semplice circostanza che l’uomo avesse militato in favore di un fenomeno di portata storica non autorizzava il giornale a citarlo ogni qualvolta fosse comparsa una novità relativa al terrorismo.

La motivazione

Ricorda la Corte che, se in un articolo di cronaca non vi è alcun collegamento tra il fatto recente e un soggetto coinvolto in un fenomeno storico passato, quest’ultimo non può essere citato nell’articolo, né possono essere pubblicate le sue foto.

Il diritto all’oblio, dunque, è prevalente rispetto al diritto di cronaca. Certo, ciò non vuol dire che debba calare l’oblio anche sul fatto in sé, quale può essere appunto il terrorismo o determinati fatti storici. Ciò che però viene sanzionato è l’accostamento arbitrario tra soggetti ed eventi tra loro non strettamente connessi e attuali.


note

[1] Cass. sent. n. 16111/2013.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube