Tech | News

La mossa di Facebook sui media statali

29 Ottobre 2019
La mossa di Facebook sui media statali

Presto, gli utenti di Facebook potranno capire qual è la fonte delle notizie che circolano sul social network ideato da Mark Zuckerberg.

Dal mese prossimo, Facebook procederà a ‘marchiare’ i media controllati dagli Stati, cioè sottoposti, in tutto o in parte, ad un controllo editoriale dei rispettivi governi. La segnalazione all’utente avverrà mediante un ‘bollino’ sulla pagina del mezzo di comunicazione in questione e nella Ad Library. Lo scrive l’azienda, nel rapporto annuale di autovalutazione inviato alla Commissione Europea, pubblicato oggi. E’ quanto comunicato pochi attimi fa alla nostra redazione dall’agenzia stampa Adnkronos.

Le pagine dei media a controllo statale saranno “tenute a rispettare un maggiore standard di trasparenza, perché uniscono l’influenza di un media con il sostegno strategico da parte di uno Stato”.

Lo scopo della ‘bollatura’ è “aiutare le persone a capire meglio la fonte delle notizie che vedono su Facebook”. Va notato, sottolinea Facebook, che l’azienda traccia una “distinzione voluta tra media controllati dallo Stato e media pubblici, che definiamo come media finanziati dal pubblico, che hanno una mission di servizio pubblico e che possono dimostrare l’indipendenza del loro controllo editoriale. Al momento, ci stiamo focalizzando solo sui media controllati dagli Stati”.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube