Tech | News

La mossa di Facebook sui media statali

29 Ottobre 2019
La mossa di Facebook sui media statali

Presto, gli utenti di Facebook potranno capire qual è la fonte delle notizie che circolano sul social network ideato da Mark Zuckerberg.

Dal mese prossimo, Facebook procederà a ‘marchiare’ i media controllati dagli Stati, cioè sottoposti, in tutto o in parte, ad un controllo editoriale dei rispettivi governi. La segnalazione all’utente avverrà mediante un ‘bollino’ sulla pagina del mezzo di comunicazione in questione e nella Ad Library. Lo scrive l’azienda, nel rapporto annuale di autovalutazione inviato alla Commissione Europea, pubblicato oggi. E’ quanto comunicato pochi attimi fa alla nostra redazione dall’agenzia stampa Adnkronos.

Le pagine dei media a controllo statale saranno “tenute a rispettare un maggiore standard di trasparenza, perché uniscono l’influenza di un media con il sostegno strategico da parte di uno Stato”.

Lo scopo della ‘bollatura’ è “aiutare le persone a capire meglio la fonte delle notizie che vedono su Facebook”. Va notato, sottolinea Facebook, che l’azienda traccia una “distinzione voluta tra media controllati dallo Stato e media pubblici, che definiamo come media finanziati dal pubblico, che hanno una mission di servizio pubblico e che possono dimostrare l’indipendenza del loro controllo editoriale. Al momento, ci stiamo focalizzando solo sui media controllati dagli Stati”.


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA