HOME Articoli

Lo sai che? Bolletta del gas nel periodo estivo: bisogna pagarla tutta?

Lo sai che? Pubblicato il 5 luglio 2013

Articolo di




> Lo sai che? Pubblicato il 5 luglio 2013

Nel periodo estivo non vi è consumo di gas naturale: è corretto dover pagare al gestore delle quote fisse?

Nel periodo delle vacanze estive, la bolletta del gas dà sempre meno preoccupazioni. Da un lato, infatti, c’è chi chiude casa per far rotta verso abitazioni estive o hotel. Dall’altro, per chi invece rimane in città, non c’è quasi mai bisogno di utilizzare acqua calda o riscaldamenti.

Cosa ci si può aspettare, dunque, dalla bolletta del gas di luglio e agosto?

Per quanto concerne i costi di erogazione del gas, sia gli importi relativi ai “servizi di rete”, (comprendenti i costi per i servizi di trasporto, distribuzione e misura, nonché alcuni oneri generali), che quelli riguardanti i “servizi di vendita” (comprendenti le attività che il fornitore pone in essere per acquistare e rivendere l’energia al cliente finale), prevedono la corresponsione di una “quota fissa” che va computata a prescindere dall’effettivo consumo del cliente e che serve sostanzialmente a garantire la stabilità, la sicurezza e l’efficienza dell’intera rete.

Pertanto, tali importi andranno sempre corrisposti alla società che eroga il servizio.

Tuttavia è sempre consigliabile, in via prudenziale, controllare il dettaglio della bolletta onde verificare che non vengano calcolati ulteriori costi che, oltre ai predetti, non sarebbero dovuti dal titolare del contratto.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

1 Commento

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI