Diritto e Fisco | Articoli

Bonifico bancario su conto corrente postale

31 Ottobre 2019 | Autore:
Bonifico bancario su conto corrente postale

I conti correnti postali possiedono le stesse caratteristiche di quelli bancari per cui, tramite essi, possono essere effettuati e ricevuti bonifici.

Sei titolare di un conto corrente BancoPosta. Sullo stesso puoi ricevere un bonifico bancario? Quali elementi sono necessari per l’accredito? Cosa devi fare per ricevere il versamento dello stipendio o della pensione sul libretto postale a te intestato? Oggi giorno, fare un bonifico è assai semplice ed alla portata di tutti. Non è necessario recarsi presso un ufficio bancario o postale ma è possibile effettuarlo anche tramite computer, se si è titolari di un conto corrente che permette di eseguire tale operazione per via telematica. Più precisamente, il bonifico consiste in un ordine di trasferimento di una somma di denaro da un conto corrente ad un altro, in favore di un soggetto terzo, detto beneficiario.

In generale, viene utilizzato quando occorre spostare denaro a distanza, sia in Italia sia all’estero. E’ questo, ad esempio, il caso di un genitore che invia una somma di denaro al figlio che sta studiando fuori dal nostro Paese o quello dell’Inps che accredita la pensione su un libretto postale o anche del professionista che riceve il pagamento di un onorario sul proprio conto corrente. Si ha un bonifico bancario su conto corrente postale quando il trasferimento di denaro parte da conto corrente bancario e viene effettuato in favore di un soggetto titolare di un conto BancoPosta. Si ha un bonifico postale quando lo stesso viene effettuato da un conto corrente postale in favore di un soggetto intestatario di un conto corrente bancario o postale. Se il bonifico viene eseguito da un conto corrente, postale o bancario, ad un altro conto corrente, postale o bancario, intestato allo stesso titolare, si ha il così detto “giroconto”.

Quali gli elementi per un bonifico bancario su conto corrente postale

Per effettuare un bonifico bancario su un conto corrente postale, l’accredito dello stipendio o della pensione, sono necessari alcuni elementi.

Nello specifico, bisogna conoscere:

  • il nome e il cognome del beneficiario. Non occorre il suo indirizzo;
  • l’Iban, cioè il codice che identifica il conto corrente postale intestato al soggetto a cui favore deve essere eseguito il pagamento;
  • il codice Bic/Swift del BancoPosta del beneficiario.

Nel contratto che viene sottoscritto al momento dell’apertura del conto BancoPosta sono contenute le coordinate del conto corrente postale.

Le stesse si trovano anche all’interno dell’internet banking, nella pagina dei movimenti, e nell’estratto conto online.

Ogni volta che viene disposto un bonifico in favore di un correntista BancoPosta, lo stesso riceve a casa una lettera con l’avviso di accredito del bonifico.

Dove si trova il codice Bic/Swift del BancoPosta

Al fine di ricevere un bonifico bancario su conto corrente postale, è necessario comunicare, tra l’altro, il proprio codice Bic/Swift. Se non lo si conosce, basta accedere online al conto corrente. Entrando nella pagina dove si carica l’estratto conto, va selezionato il numero di conto ed il periodo di riferimento. Quindi, occorre cliccare su continua e successivamente su scarica. A questo punto, bisogna salvare l’estratto conto ed aprirlo con adobe reader. Nelle coordinate bancarie sotto il codice Iban, si trova il codice Bic/Swift del BancoPosta.

Come si esegue il bonifico bancario

Si può eseguire un bonifico bancario su conto corrente postale in due modi:

  1. online, se il conto corrente del soggetto che effettua il pagamento ha l’operatività e-banking. E’ sufficiente entrare nel proprio conto con il codice utente e la password ed inserire nei campi richiesti i dati relativi al conto corrente postale beneficiario e quelli del suo titolare. E’ importante che colui che effettua il bonifico segnali la causale, cioè la ragione per la quale avviene il trasferimento (ad esempio saldo onorario per consulenza legale);
  2. oppure dallo sportello, cioè recandosi direttamente in banca. L’impiegato consegna al cliente un modulo, che va compilato con le voci relative ai dati dell’ordinante il pagamento (nome, cognome e codice fiscale), ai dati del beneficiario (nome e cognome), all’Iban del conto corrente di quest’ultimo, alla somma da trasferire, al Paese di destinazione, se in Italia o all’estero, alla firma del soggetto che esegue il bonifico.

Il modulo, poi, va consegnato all’addetto allo sportello, il quale provvede subito ad inviare l’ordine di bonifico. L’impiegato contestualmente, rilascia al cliente una ricevuta attestante l’avvenuta esecuzione del bonifico.

Come si può pagare il bonifico bancario

Il bonifico bancario si può pagare:

  • in contanti, per cui il cliente consegna la somma in denaro liquido all’impiegato dello sportello bancario;
  • con carta di credito o bancomat;
  • mediante addebito sul conto corrente bancario del soggetto che lo esegue.

Quanto costa effettuare un bonifico bancario

Il bonifico online è gratuito mentre quello effettuato dallo sportello bancario potrebbe comportare il pagamento di una commissione pari a 5 euro.

Il costo varia da banca a banca e in base alle condizioni contrattuali previste dal proprio istituto di credito.

Quanto costa ricevere un bonifico bancario

Ricevere un bonifico bancario su un conto corrente postale non costa nulla in quanto non vi sono commissioni da pagare e l’accredito è completamente gratuito.

Come si rintraccia un bonifico bancario

Se il beneficiario non dovesse ricevere il bonifico bancario su conto corrente postale in tempi brevi, deve richiedere il numero Cro o Tnr, al soggetto che lo ha eseguito, al fine di rintracciarlo. Infatti, il Cro (Codice di riferimento operazione) e il Trn (Transaction reference number) sono due codici utilizzati dai circuiti bancari per identificare in maniera univoca un bonifico Sepa. Il codice Cro era attivo fino a che non è entrato in vigore il circuito europeo Sepa. Dopo l’entrata in vigore del circuito Sepa, è stato sostituito dal Trn.

E’ opportuno ricordare che con la sigla Sepa (Single euro payments area) si individua l’area in cui enti, aziende e cittadini possono ricevere ed eseguire i pagamenti in euro, all’interno dei Paesi che fanno parte della stessa, godendo di diritti, obblighi e condizioni uguali tra tutti gli Stati aderenti.

Pertanto, quando si parla di un bonifico Sepa deve intendersi un trasferimento di denaro eseguito tra Paesi aderenti all’area Sepa. Il Cro è un numero composto da 11 cifre mentre il Trn è composto da 30 cifre. Basandosi su questi codici è possibile effettuare una serie di controlli per verificare l’autenticità e la correttezza formale del bonifico eseguito.

Quali sono i tempi per ricevere il bonifico bancario

Attualmente, i tempi per ricevere un bonifico bancario su conto corrente postale sono assai ridotti rispetto al passato. Infatti, mentre prima bisognava attendere tra i 4 e i 5 giorni lavorativi, oggi è possibile ricevere l’accredito in un solo giorno lavorativo. Va precisato che per i conti correnti Bancoposta si considera valida anche la giornata di sabato, essendo un giorno di apertura degli uffici postali. Invece, per i conti correnti bancari, il sabato e la domenica sono esclusi dai giorni lavorativi.

Nel caso di bonifico urgente, è possibile che l’accredito sia fatto in un paio d’ore dall’ordine, ma ciò comporta il pagamento di commissioni più elevate.

Come si riceve un bonifico bancario sul libretto postale

E’ possibile ricevere un bonifico bancario su un libretto postale solo se l’intestatario del conto corrente bancario coincide con il titolare del libretto postale. Inoltre, è necessario che sia stato attivato il codice Iban e il libretto postale deve essere di tipo smart. Non è possibile ricevere un bonifico da conti correnti intestati a terzi.

Per attivare il codice Iban sul libretto postale il titolare deve farne apposita richiesta di assegnazione all’ufficio postale. Detta operazione è completamente gratuita.

Caio, che è intestatario di un conto corrente bancario ed è titolare di un libretto postale smart, intende spostare una somma di denaro dalla banca alle poste. Per potere fare ciò, deve prima ottenere l’autorizzazione dall’ufficio postale dove è stato aperto il libretto. Pertanto, Caio presenta alle poste, una richiesta di assegnazione del codice Iban. Solo dopo che l’ufficio postale di riferimento avrà provveduto ad associare il codice Iban al libretto, potrà effettuare e ricevere il bonifico bancario.

Se il bonifico viene eseguito online, bisogna inserire le coordinate del libretto postale. L’accredito della somma avverrà nel termine massimo di 3 giorni lavorativi. Sul libretto postale, è possibile accreditare anche assegni postali o bancari.

Come si riceve l’accredito della pensione sul libretto postale

Dopo l’attivazione del codice Iban sul libretto postale, l’intestatario può ricevere anche l’accredito della pensione ma solo se si tratta di una prestazione erogata dall’Inps.

A tal fine, deve inserire questa modalità di pagamento nell’apposito modulo Inps, indicando il numero del libretto postale. Riceverà così mensilmente il bonifico della pensione oltre alla tredicesima ed alla quattordicesima, se dovuta.

Come si riceve l’accredito dello stipendio sul libretto postale

Sul libretto postale è possibile ricevere pure l’accredito dello stipendio, sempre previa richiesta del codice Iban all’ufficio postale competente. Si deve trattare, però, di uno stipendio erogato da un’amministrazione pubblica. In questo caso, è sufficiente comunicare le coordinate del libretto postale per ricevere mensilmente il bonifico dello stipendio. Viceversa, non è possibile ricevere l’accredito dello stipendio sul libretto postale, se si è dipendenti di un’azienda privata.

Come avviene l’accredito sul libretto postale

Ai fini dell’accredito sul libretto postale della pensione o dello stipendio, è necessario comunicare alcuni dati specifici rispettivamente all’Inps o all’amministrazione pubblica. Tali dati sono contenuti nel libretto postale.

Più precisamente, si tratta:

  • del codice Abi, che individua le poste;
  • del codice Cab, che identifica l’ufficio postale dove è stato aperto il libretto;
  • del numero del libretto.

Come si riceve un bonifico bancario su una carta prepagata postale

Se si è titolari di una carta prepagata postale, dotata di codice Iban, è possibile ricevere un bonifico bancario, comunicando all’ordinante il codice Iban, riportato sulla carta, e quello Bic/Swift dell’emittente la carta prepagata. In questo caso, i tempi per l’accredito sono di circa 3 giorni lavorativi.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube