Manovra: il testo approvato dal Governo

30 Ottobre 2019 | Autore:
Manovra: il testo approvato dal Governo

Il vertice di maggioranza che si è tenuto a Palazzo Chigi ha approvato la bozza della Legge di Bilancio 2020. Ecco i passaggi più significativi.

Ora tutto è nelle mani del Parlamento. La maggioranza di Governo, nel vertice di oggi a Palazzo Chigi, ha concluso il lavoro sulla manovra ed ha approvato la bozza della Legge di Bilancio 2020. Tra le conferme più importanti per il prossimo anno, quota 100 ed il reddito di cittadinanza. Diverse le novità dell’ultimo momento. Ecco i provvedimenti.

Stop all’aumento dell’Iva

Il testo approvato dal Governo cancella l’aumento di 23 miliardi dell’Iva per il prossimo anno.

Cedolare secca

Resta al 10% la cedolare secca per i contratti di affitto a canone concordato. Doveva aumentare al 12,5%. Stop all’aumento dell’imposta di registro sulla prima casa. Doveva salire a 150 euro dagli attuali 50.

Superticket sanitario

Abolito il superticket sanitario di 10 euro nelle regioni in cui ancora si pagava. Confermati i 2 miliardi di euro per l’edilizia sanitaria e 2 miliardi in più per il Fondo sanitario nazionale.

Sarà possibile usufruire delle detrazioni fiscali al 19% sulle spese sanitarie anche se pagate in contanti e non soltanto con la moneta elettronica, come previsto prima.

Imu e Tasi

Viene istituito un fondo di investimenti per gli enti territoriali che terrà conto delle coperture Imu e Tasi. Gli importi sono:

  • 735 milioni di euro per il 2020;
  • 078 milioni di euro per il 2021;
  • 670 milioni di euro per il 2022;
  • 300 milioni di euro per ciascun anno dal 2023 al 2032.

Le due imposte verranno accorpate in un solo tributo comunale.

Bonus bebè

Tre soglie per il bonus bebè, riconosciuto per ogni figlio nato o adottato dal 1° gennaio al 31 dicembre 2020. Le soglie vanno da un minimo di 960 euro ad un massimo di 1.920 euro annui, con un incremento del 20% dal secondo figlio in poi (leggi Bonus bebè 2020).

Asili nido

Per le famiglie con figli da mandare all’asilo nido, il voucher cambia in questo modo:

  • passa da 1.500 a 3.000 euro per i nuclei con Isee fino a 25mila euro;
  • passa a 2.500 euro anche per le famiglie con Isee fino a 40mila euro;
  • resta a 1.500 euro per le famiglie che superano l’Isee di 40mila euro.

Il voucher viene erogato su 11 mensilità.

Assegno unico per figli

Viene introdotto un assegno unico per i figli destinato ad interventi in materia di sostegno e di valorizzazione della famiglia. Sarà finanziato grazie ad un fondo da un miliardo di euro, che poi aumenterà ad 1,2 miliardi.

Pagamenti elettronici

Ci sarà un rimborso in denaro per chi utilizza la moneta elettronica (carta di credito o Bancomat) al posto dei contanti. Entro il 30 aprile 2020, il ministero dell’Economia e delle Finanze varerà un decreto con tutte le condizioni e le modalità per usufruire dell’agevolazione. Il rimborso scatterà dal 2021. Tuttavia, lo stesso ministro Roberto Gualtieri ha anticipato che il «premio» per chi utilizza la moneta elettronica sarà di 100-200 euro. Più persone useranno carte di credito e Bancomat e più alto sarà il rimborso, aggiunge Gualtieri.

Sugar tax

Confermata la sugar tax, cioè l’imposta sul consumo di bevande analcoliche con zuccheri aggiunti. La tassa sarà di 10 euro per ettolitro per i prodotti finiti e di 0,25 euro per chilogrammo per i prodotti da utilizzare previa diluizione. L’imposta non si applica per i prodotti destinati all’export e sulle bevande il cui contenuto di edulcoranti sia uguale o inferiore a 25g/l per i prodotti finiti ed a 125 g/kg per i prodotti da diluire.

Il mancato pagamento dell’imposta comporta una sanzione amministrativa dal doppio al decuplo della tassa evasa e, comunque, non inferiore a 500 euro. Per il pagamento in ritardo, la sanzione è pari al 30% dell’imposta dovuta e, comunque, non inferiore a 250 euro. Per ogni altra violazione, come la tardiva presentazione della dichiarazione, la sanzione va da 500 a 5.000 euro.

Plastic tax

Altra nuova tassa è quella che riguarda il consumo di manufatti in plastica usa e getta, la cosiddetta plastic tax. In pratica, si paga per tutti gli oggetti destinati al contenimento, protezione, manipolazione o consegna di merci o di prodotti alimentari (bicchieri o forchette di plastica, contenitori per cibo, ecc.). La tassa è di 1 euro per ogni chilogrammo di plastica. Non è dovuta per i prodotti compostabili.

Esenzione canone Rai

Possono beneficiare dell’esenzione dal canone Rai 2020 gli anziani a basso reddito. In particolare, chi ha compiuto i 75 anni con un reddito proprio e del coniuge non superiore agli 8.000 euro, purché non conviva con un’altra persona titolare di reddito, ad eccezione dei collaboratori domestici, non dovrà pagare l’abbonamento tv. La regola vale per il televisore o i televisori che si trovano nel luogo di residenza.

Chi non versa il canone pur non avendo diritto all’esenzione, dovrà pagare una multa tra 500 e 2.000 euro per ogni annualità evasa.

Partite Iva

È lo stesso Luigi Di Maio a confermare il regime agevolato per le partite Iva. Saltano i vincoli e resta l’aliquota al 15%.

Bonus scuole

Dal 2020, viene riconosciuto alle scuole pubbliche di ogni ordine e grado che acquistino uno o più abbonamento a quotidiani e periodici (cartacei o digitali) un contributo fino all’80% della spesa sostenuta entro l’anno precedente. Per l’erogazione, verrà emanato di volta in volta un bando dal Dipartimento per l’informazione e l’editoria della Presidenza del Consiglio.

Bonus cultura maggiorenni

Viene riconosciuto ai giovani che compiono 18 anni nel 2020 un contributo fino a 160 euro da spendere tramite una carta elettronica nell’acquisto di biglietti per cinema, teatro o spettacoli dal vivo, libri, abbonamenti a quotidiani o periodici (cartacei o digitali), accessi a musei, mostre ed eventi culturali, monumenti, gallerie, aree archeologiche e parchi naturali e da investire in corsi di musica, di teatro o di lingua straniera.

Cuneo fiscale

Istituito un Fondo per la riduzione del carico fiscale sui lavoratori dipendenti: 3 miliardi di euro per il 2020 e 6 miliardi ogni anno dal 2021. Gualtieri: «Con il taglio del cuneo fiscale, i lavoratori avranno mediamente 40 euro in più in busta paga da luglio 2020».

Misure per l’industria

La manovra prevede il rafforzamento della clausola di investimenti per il Mezzogiorno ed il rilancio del progetto Industria 4.0 con ulteriori 420 milioni di euro di credito d’imposta in 3 anni per interventi a favore della sostenibilità e dell’economia circolare.

Detrazioni per edilizia ed energia

Prorogate per il 2020 le detrazioni fiscali per le spese di riqualificazione energetica e di ristrutturazione edilizia. Per gli interventi edilizi, compresi quelli di manutenzione ordinaria, recupero o restauro delle facciate, la detrazione arriva al 90%.

Fondo Green new deal

La manovra istituisce un fondo per la realizzazione del Green new deal per favorire gli investimenti verdi, pubblici e privati, con queste dotazioni:

  • 470 milioni di euro per il 2020;
  • 930 milioni di euro per il 2021;
  • 420 milioni di euro per ciascuno degli anni 2022 e 2023.

Fondo investimenti Amministrazioni dello Stato

Con l’obiettivo di rilanciare gli investimenti e lo sviluppo del Paese, nasce il Fondo per gli investimenti delle Amministrazioni centrali dello Stato. Le dotazioni previste sono:

  • 750 milioni di euro per il 2020;
  • 120 milioni di euro per il 2021;
  • 350 milioni di euro per il 2022;
  • 500 milioni di euro per il 2023;
  • 576 milioni di euro per il 2024;
  • 772 milioni di euro per ogni anno dal 2025 al 2032;
  • 800 euro per ciascuno degli anni 2033 e 2034.

Questi soldi saranno destinati, come detto, allo sviluppo e al rilancio degli investimenti e del Paese attraverso:

  • l’economia circolare;
  • la decarbonizzazione dell’economia;
  • la riduzione delle emissioni;
  • il risparmio energetico;
  • la sostenibilità ambientale;
  • i contributi alle imprese che tengano conto degli impatti sociali.

La convenzione con Radio Radicale

L’ultima battaglia al vertice di maggioranza sulla manovra economica è stata quella riguardante il rinnovo della convenzione con Radio Radicale, fortemente osteggiata dal Movimento 5 Stelle. Il rinnovo prevede una proroga della convenzione per il triennio 2020-2022 con una spesa di 24 milioni di euro, 8 milioni per ogni anno.

Altre misure

La manovra, infine, prevede altre misure tra cui:

  • il fondo di 25 milioni di euro per l’equiparazione stipendiale e pensionistica dei Vigili del Fuoco alle forze dell’ordine;
  • l’obbligo per le pubbliche amministrazioni di acquistare o noleggiare dal 2020 soltanto auto ibride o elettriche;
  • l’abolizione dei benefici sul gasolio commerciale per l’autotrasporto per i mezzi fino alla categoria Euro 3 dal 2020. Dall’anno successivo, invece, la norma interesserà anche gli Euro 4;
  • la revisione delle accise sui prodotti per produrre energia (leggi Aumenti in arrivo su luce e gas);
  • la tassa sulle cartine e sui filtri delle sigarette, pari a 0,005 euro il pezzo contenuto in ogni confezione. In sostanza, per una scatoletta da 50 cartine si pagheranno 25 centesimi in più di imposta.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube