Diritto e Fisco | Articoli

Come trasferire soldi da Postepay a conto corrente

22 Novembre 2019 | Autore:
Come trasferire soldi da Postepay a conto corrente

Carte prepagate e metodi per trasferire soldi su conti correnti postali o bancari.

E’ possibile spostare una somma di denaro da una carta prepagata ad un conto corrente, tramite un bonifico? C’è differenza a seconda se si tratta di una carta Postepay o di una Postepay Evolution? Oltre al bonifico esistono dei metodi alternativi per compiere tale trasferimento? Ormai, da diversi anni, Poste Italiane offrono ai propri clienti servizi di natura finanziaria, che vanno al di là di quelli ordinari legati alla spedizione, allo smistamento e alla consegna della corrispondenza.

La divisione BancoPosta è, infatti, la struttura di Poste Italiane che si occupa della raccolta del risparmio (anche postale o tramite conti correnti postali) tra il pubblico, dei servizi di pagamento (erogazione pensioni, bollettini postali, assegni postali, vaglia ecc.), del servizio di intermediazione in cambi, della promozione e del collocamento presso il pubblico di finanziamenti concessi da banche ed intermediari finanziari e della prestazione di servizi di investimento e assicurativi. BancoPosta si occupa anche dell’emissione, della gestione e della vendita di carte prepagate come quella Postepay. Quest’ultima è, probabilmente, la più famosa e più richiesta carta ricaricabile in Italia, acquistata da giovani e da adulti, grazie alle sue caratteristiche uniche e vantaggiose.

Ma cosa succede se un possessore di Postepay ha necessità di spostare una somma di denaro dalla carta al proprio conto corrente postale o bancario. Si pensi al caso in cui è stata effettuata una ricarica erroneamente di importo superiore o è stata effettuata una spesa che non si vuole più sostenere. In tali ipotesi l’operazione è consentita?  Soprattutto come trasferire soldi da Postepay a un conto corrente? La risposta è affermativa anche se il trasferimento non sempre è di facile ed immediata realizzazione.

A cosa può servire la carta prepagata Postepay

La carta prepagata ricaricabile Postepay può essere adoperata per fare acquisti sia nei negozi virtuali sia in quelli reali, che fanno parte del circuito Visa nonché per prelevare denaro negli Atm Postamat ed in quelli che espongono il marchio Visa e Visa Electron.

Dove si acquista la carta prepagata Postepay

E’ possibile acquistare la ricaricabile Postepay presso qualsiasi ufficio postale, portando con sé un documento di riconoscimento valido ed il codice fiscale. Allo sportello bisogna, quindi, compilare il modello di richiesta che viene consegnato dall’impiegato e rispondere alle domande che lo stesso pone.

Il costo per l’attivazione della carta è di 10 euro + 5 euro per la prima ricarica.

La carta è già attiva al momento della consegna.

Come si paga con la carta prepagata Postepay

La carta Postepay può essere utilizzata in tutti i negozi che partecipano al circuito Visa oltre che online. Nel primo caso, il pagamento avviene inserendo Postapay nel Pos e digitando il Pin. Se la carta prepagata è contactless, allora basta avvicinarla al Pos senza necessità di digitare nulla. Tale modalità di pagamento può essere utilizzata solo per cifre non superiori a 25 euro e per un massimo di 100 euro al giorno.

Per gli acquisti online, bisogna pigiare sul pulsante Postepay quando la relativa procedura chiederà di scegliere il metodo di pagamento. Successivamente va inserito il numero della carta, la data di scadenza ed il codice CVV2, che si trova sul retro.

Come si ricarica la carta prepagata Postepay

Per ricaricare una carta prepagata Postepay il modo più semplice è quello di recarsi presso un ufficio postale. In questo caso, occorre portare con sé un documento di identità valido oltre alla carta (o il numero della stessa) ed al contante. Va precisato che la ricarica è possibile farla anche con un’altra Postepay, una Postamat Maestro o con un’altra carta Bancoposta abilitata.

Un ulteriore sistema di ricarica è tramite un Atm Postamat con un’altra Postapay o una carta di pagamento aderente al circuito Postamat, una carta PagoBancomat o una carta di pagamento aderente ai circuiti Visa, Visa Electron, Vpay, Mastercard e Maestro. La carta Postepay va, quindi, inserita nell’apposito spazio prima di digitare il Pin; successivamente va selezionata la voce Ricarica Postepay e seguita la procedura indicata dal sistema.

E’ possibile ricaricare Postepay anche:

  • via internet, accedendo ai siti postepay.it o poste.it previa registrazione;
  • tramite tablet o smartphone, se sono state scaricate le applicazioni Postepay e Bancoposta per iOs e Android;
  • a domicilio, pagando al portalettere dotato di Pos. In tal caso bisogna prendere appuntamento telefonando al numero verde 803.160;
  • presso le ricevitorie Sisal o anche presso le tabaccherie convenzionate.

Come si rinnova la carta prepagata Postepay

Postepay ha una data di scadenza che è riportata sulla carta stessa. Pertanto, può essere rinnovata in un arco di tempo che va da 2 mesi prima della scadenza a 18 mesi dopo.

I metodi per il rinnovo sono due:

  • online, accedendo alla propria area personale sul sito di Poste Italiane;
  • o telefonando al numero 800.00.33.22, se non si è registrati.

Una volta ricevuta la carta, bisogna attivarla, online o telefonicamente.

E’ possibile trasferire soldi da Postepay a un conto corrente?

Poste Italiane non dà la possibilità di trasferire soldi dalla carta prepagata Postepay ad un conto corrente. Tale operazione infatti, non è possibile né verso conti correnti postali (BancoPosta o BancoPosta click) né tantomeno verso conti correnti bancari.

Esistono, però, dei modi alternativi di trasferimento del denaro.

Nello specifico, si può:

  • prelevare dalla carta Postepay e successivamente accreditare la somma sul conto corrente;
  • pagare un bollettino postale tramite Postepay e versare sul conto corrente;
  • eseguire un bonifico sul conto corrente tramite Postepay Evolution.

Come prelevare da Postepay e versare sul conto corrente

Il metodo più classico consiste nel recarsi presso uno qualsiasi degli uffici postali presenti sul territorio e, quindi, prelevare da Postepay la somma che si intende depositare sul conto corrente. Successivamente, occorre effettuare il versamento su BancoPosta o su BancoPosta click.

Se non si è titolari di un conto corrente postale ma bancario, il versamento va fatto presso il proprio istituto di credito.

Come pagare un bollettino con Postepay e versare sul conto corrente

In alternativa, è possibile pagare online un bollettino tramite Postepay e poi, versare la somma sul conto corrente. In tal caso, bisogna accedere al sito di Poste Italiane e selezionare la voce Pagamenti.

Successivamente, bisogna digitare la voce Paga bollettino bianco e compilare i campi relativi a:

  • numero del conto corrente (senza gli zeri iniziali);
  • importo;
  • intestatario del conto corrente;
  • causale (facoltativa, si può scrivere un generico “trasferimento denaro”).

Come per ogni bollettino, è possibile posticipare la data di pagamento, spuntando la relativa casella. Per proseguire, bisogna, quindi, cliccare su Continua.

Nella pagina che si apre, vanno indicati i dati della carta prepagata Postepay dalla quale trasferire la somma e cioè:

  1. data di scadenza;
  2. CVV;
  3. codice OTP, che viene inviato sul cellulare.

In ultimo, occorre cliccare su Continua e su Paga. A procedura ultimata viene inviata una ricevuta nella propria bacheca. La commissione online per il pagamento del bollettino è di 1 euro, a cui si aggiunge un ulteriore addebito di 1,10 euro, che sarà effettuato sul conto corrente nel momento in cui l’operazione potrà essere visualizzata sulla lista dei movimenti.

Va precisato che utilizzando tale metodo di trasferimento del denaro da Postepay a un conto corrente, il passaggio non è immediato. La somma sarà accreditata non prima di 3 giorni lavorativi, ad iniziare dal momento del pagamento.

Cos’è la carta prepagata Postepay Evolution

La carta prepagata Postepay Evolution è un prodotto di Poste Italiane, dedicato ai clienti BancoPosta. Rispetto alla tradizionale Postepay ha la possibilità di associare un codice Iban. Quindi, è molto più comoda e permette di effettuare un numero maggiore di operazioni come ad esempio accreditare gratis lo stipendio o domiciliare le utenze domestiche oltre a beneficiare di sconti e promozioni effettuati da Poste Italiane.

Il costo per l’emissione della carta è di 5 euro; in più bisogna pagare un canone annuo di 10 euro.

Sulla carta si può ricaricare al massimo 30.000 euro, poco allo volta o tutti insieme. Le ricariche possono essere solo due al giorno oppure se ne possono ricevere solo due al giorno dalla medesima persona.

Il prelievo giornaliero è di 600 euro mentre quello mensile è di 2.500 euro.

Postepay Evolution si può utilizzare per pagare acquisti per un massimo di 3.500 euro al giorno e di 10.000 euro al mese, se si dispone di tali cifre sulla propria carta di credito.

Come si trasferiscono soldi sul conto corrente con Postepay Evolution

E’ possibile trasferire soldi da Postepay Evolution su un conto corrente tramite un bonifico Sepa.

E’ opportuno ricordare che con la sigla Sepa (Single euro payments area) si individua l’area in cui enti, aziende e cittadini possono ricevere ed eseguire i pagamenti in euro, all’interno dei Paesi che fanno parte della stessa, godendo di diritti, obblighi e condizioni uguali tra tutti gli Stati aderenti. Pertanto, quando si parla di un bonifico Sepa deve intendersi un trasferimento di denaro eseguito tra Paesi aderenti all’area Sepa.

I tempi tecnici per ricevere un bonifico tramite Postepay Evolution sono di circa 3 giorni lavorativi anche se può succedere di dovere aspettare fino a 5 giorni.

Il servizio è a pagamento: il costo previsto è di 1 euro, se il bonifico viene eseguito accedendo al sito postepay.it o tramite l’app postepay. Invece, è di 3,50 euro se il bonifico viene effettuato da uno qualsiasi degli uffici postali.

Come si esegue il bonifico tramite Postepay Evolution

Il bonifico si può eseguire attraverso:

  • le operazioni di internet banking sul sito Bancoposta online;
  • sul sito di Postepay;
  • presso l’ufficio postale più vicino con l’aiuto dell’operatore. In questo caso bisogna portare con sé la carta prepagata Postepay Evolution, il codice fiscale e un documento di riconoscimento valido e seguire la procedura che viene spiegata dall’impiegato allo sportello. Per effettuare l’operazione bisogna inserire il codice Bic/Swift e l’Iban relativo alla banca o alla posta del beneficiario.

Il bonifico su un conto corrente postale o bancario può essere fatto con addebito delle spese dal saldo presente sulla carta. Se per eseguire il bonifico si usa l’app da smartphone, si deve selezionare il campo Pagamento e poi Bonifico. Successivamente, vanno inseriti i dati richiesti e va selezionata la Postepay Evolution associata alla scheda telefonica, come strumento di pagamento da cui prelevare l’importo. La procedura è così completata in pochi minuti.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube