HOME Articoli

Lo sai che? Quando è lecito utilizzare le corsie di emergenza

Lo sai che? Pubblicato il 11 luglio 2013

Articolo di




> Lo sai che? Pubblicato il 11 luglio 2013

Corsie di emergenza: la sosta è possibile in caso di ingorgo all’uscita dall’autostrada, in caso di malessere, colpo di sonno, guasto al veicolo.

In generale, gli automobilisti hanno il divieto di circolare sulla corsia di emergenza e ciò al fine di agevolare il transito dei mezzi di polizia e di soccorso.

In via eccezionale, la legge consente di transitare sulla corsia di emergenza solo in caso di ingorgo e al fine di uscire dall’autostrada. In tal caso, l’occupazione della corsia di emergenza può avvenire solo a partire dal cartello di preavviso di uscita posto a 500 metri dallo svincolo [1].

Oltre a tale ipotesi, è lecito fermarsi sulla corsia di emergenza qualora sopraggiunga:

– un malessere fisiologico di uno qualsiasi degli occupanti del veicolo;

– una inefficienza del veicolo;

– un momento di forte stanchezza, condizione fisica che precede il cosiddetto “colpo di sonno” (tale circostanza è stata ritenuta, dalla Cassazione, assimilabile al malessere fisiologico [2]).

La sosta d’emergenza, in ogni caso, non deve eccedere il tempo strettamente necessario per superare l’emergenza stessa e non deve protrarsi oltre le tre ore. Superato tale limite di tempo, il veicolo “può” essere rimosso coattivamente.

Bisogna tenere a mente che, qualora ci si fermi su una corsia di emergenza durante la notte e in caso di visibilità limitata, vanno sempre tenute accese le luci di posizione ed, eventualmente le quattro luci intermittenti.

note

[1] Art. 176 Cod. Str.

[2] Cass. sent. n. 19170/2012.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI