Diritto e Fisco | Articoli

Quando è lecito utilizzare le corsie di emergenza

11 Luglio 2013
Quando è lecito utilizzare le corsie di emergenza

Corsie di emergenza: la sosta è possibile in caso di ingorgo all’uscita dall’autostrada, in caso di malessere, colpo di sonno, guasto al veicolo.

In generale, gli automobilisti hanno il divieto di circolare sulla corsia di emergenza e ciò al fine di agevolare il transito dei mezzi di polizia e di soccorso.

In via eccezionale, la legge consente di transitare sulla corsia di emergenza solo in caso di ingorgo e al fine di uscire dall’autostrada. In tal caso, l’occupazione della corsia di emergenza può avvenire solo a partire dal cartello di preavviso di uscita posto a 500 metri dallo svincolo [1].

Oltre a tale ipotesi, è lecito fermarsi sulla corsia di emergenza qualora sopraggiunga:

– un malessere fisiologico di uno qualsiasi degli occupanti del veicolo;

– una inefficienza del veicolo;

– un momento di forte stanchezza, condizione fisica che precede il cosiddetto “colpo di sonno” (tale circostanza è stata ritenuta, dalla Cassazione, assimilabile al malessere fisiologico [2]).

La sosta d’emergenza, in ogni caso, non deve eccedere il tempo strettamente necessario per superare l’emergenza stessa e non deve protrarsi oltre le tre ore. Superato tale limite di tempo, il veicolo “può” essere rimosso coattivamente.

Bisogna tenere a mente che, qualora ci si fermi su una corsia di emergenza durante la notte e in caso di visibilità limitata, vanno sempre tenute accese le luci di posizione ed, eventualmente le quattro luci intermittenti.


note

[1] Art. 176 Cod. Str.

[2] Cass. sent. n. 19170/2012.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

1 Commento

  1. Egregi,

    alcuni quesiti utili spero ad aggiungere precisazioni

    quanto esposto vale anche per le corsie d’emergenza su strade di viabilità ordinaria?
    In caso affermativo a che segnaletica si deve far riferimento per determinare i 500 metri, visto che non si può parlare di vera “uscita” e spesso quella direzionale è posta molto in prossimità dello svincolo

    indipendentemente dal tipo di strada, chi può stabilire trattarsi di ingorgo e non di normale coda in attesa di immettersi in uno svincolo o di distribuire i veicoli in arrivo su più corsie di uscita (ad esempio sull’A4 la famigerata “barriera” di MIlano)

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube