Diritto e Fisco | Articoli

Chi decide in condominio l’accensione del riscaldamento centralizzato?

5 Novembre 2019
Chi decide in condominio l’accensione del riscaldamento centralizzato?

Chi decide in condominio quando e come deve restare acceso l’impianto centralizzato di riscaldamento?

Occorre tener presente che:

  • è la legge (l’articolo 4 del d.p.r. n. 74 del 2013) che stabilisce, per le diverse zone climatiche in cui è suddivisa l’Italia, il periodo annuale in cui gli impianti di climatizzazione possono essere accesi, la durata massima giornaliera di attivazione e in quale fascia oraria è consentita l’attivazione (tra le ore 5 del mattino e le ore 23);
  • sempre la legge stabilisce un massimo di 20 gradi centigradi (con due gradi centigradi di tolleranza) come temperatura che non deve essere superata nei singoli ambienti riscaldati adibiti a civile abitazione;
  • nell’ambito dei limiti appena indicati, ciascun condominio può scegliere liberamente di stabilire regole per l’accensione degli impianti centralizzati di riscaldamento: in mancanza di una decisione adottata dall’assemblea, tocca all’amministratore decidere in merito.

L’assemblea perciò può sempre decidere di stabilire regole, entro i limiti di legge, per l’accensione dell’impianto centralizzato di riscaldamento modificando le precedenti decisioni adottate dell’amministratore.

Articolo tratto da consulenza resa dall’avv. Angelo Forte


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA