Diritto e Fisco | Articoli

Lotteria degli scontrini: come partecipare e vincere

6 Novembre 2019 | Autore:
Lotteria degli scontrini: come partecipare e vincere

Che cosa devono fare commercianti e consumatori per vincere uno dei premi messi in palio dal Governo con la manovra: da 10mila a 1 milione di euro.

Già la chiamano la «lotteria della Befana». Forse in modo improprio visto che, guarda caso, il 6 gennaio c’è un’altra lotteria molto più tradizionale che continua a far sognare: la Lotteria Italia. Con questa, se fai centro, puoi permetterti il lusso di cambiare vita. Con quella appena inventata dal Governo, invece, ben che vada recuperi un po’ di soldi spesi nell’anno precedente con la moneta elettronica. Certo, non sono da buttare via, per una volta che lo Stato ti «regala» qualcosa. Ma questa volta non troverai una trasmissione televisiva abbinata a questa lotteria. Non dovrai comprare il biglietto all’Autogrill o in tabaccheria. Dovrai, semplicemente, spendere dei soldi e pagare con carta di credito o con Bancomat. Più ne spendi, più possibilità hai di venire estratto. Signore e signori, ecco a voi la Lotteria degli scontrini: come partecipare e vincere?

Essere baciati dalla fortuna, in questo caso, non dipende solo da te e da un fatto aleatorio: dipende anche degli esercenti presso i quali hai fatto gli acquisti pagati senza contanti, cioè con sole carte elettroniche. Perché se non rispettano il «regolamento del gioco» scritto e pubblicato dall’Agenzia delle Entrate, la tua partecipazione alla Lotteria degli scontrini non sarà valida. Conviene, dunque, ricordare che cosa devono fare il commerciante ed il consumatore per non perdere questa ghiotta occasione. In palio non c’è il milionario montepremi del Superenalotto, ma vale pur sempre la pena tentare. Vediamo di seguito come partecipare e vincere alla Lotteria degli scontrini.

Lotteria degli scontrini: che cos’è?

La Lotteria degli scontrini è una delle misure anti-evasione inserite dal Governo nella manovra economica. Un modo per invogliare i consumatori (meglio sarebbe scrivere «per distrarli», ma forse non è il caso) all’utilizzo di strumenti tracciabili per il pagamento degli acquisti e, quindi, per assicurarsi che l’esercente paghi le tasse e che il compratore faccia vedere quanti soldi spende durante l’anno. Giusto per sapere se dalle sue tasche esce più denaro di quanto ne dichiara.

Si vuole, dunque, premiare chi usa la carta di credito o il Bancomat. Tuttavia, è possibile partecipare alla lotteria anche quando si paga in contanti e si chiede lo scontrino all’esercente. Perché, allora, si dice che viene premiato chi usa la moneta elettronica? Perché chi paga con carta di credito o Bancomat riceve il doppio dei «biglietti», cioè ha il doppio delle probabilità di vincere uno dei premi messi in palio ogni mese

Lotteria degli scontrini: cosa devono fare gli esercenti

Con un provvedimento pubblicato di recente [1], l’Agenzia delle Entrate ha definito le regole per l’invio degli scontrini che parteciperanno alla lotteria istituita dal Governo nella manovra economica. Si tratta, in altre parole, di una specie di «regolamento di gioco» che riguarda la modalità con cui dovranno essere trasmesse dal 1° gennaio 2020 le informazioni riportate sugli scontrini tramite i nuovi registratori telematici o attraverso la procedura web denominata «documento commerciale online» che si trova nel portale «Fatture e corrispettivi» del sito Internet dell’Agenzia delle Entrate. Fino al 30 giugno 2020 è escluso dal regolamento chi è già tenuto all’invio dei dati al Sistema tessera sanitaria, come ad esempio i medici o le farmacie.

Gli esercenti devono configurare entro il 31 dicembre 2019 sia i nuovi registratori sia la procedura web messa a disposizione sul sito dell’Agenzia delle Entrate per la trasmissione dei dati necessari a partecipare alla lotteria. Dal 1° gennaio 2020, questi strumenti consentiranno di acquisire il «codice lotteria» del cliente, vale a dire il codice identificativo univoco che il consumatore genera sul portale della lotteria.

Fino al 30 giugno 2020 possono partecipare alla lotteria gli scontrini emessi tramite i registratori telematici di chi è già tenuto ad inviare i dati al Sistema tessera sanitaria.

Lotteria degli scontrini: cosa deve fare il consumatore?

La prima cosa che il consumatore deve fare per partecipare e – magari – vincere alla Lotteria degli scontrini è generare il suo codice lotteria nell’apposita sezione in corso di configurazione sul portale dell’Agenzia delle Entrate.

Una volta che il consumatore ha acquisito il suo codice lotteria, quando va a fare un acquisto del valore superiore di 1 euro dovrà comunicare all’esercente tale codice per esprimere la sua volontà di partecipare alla lotteria. Solo nel caso in cui il pagamento venga effettuato in contanti sarà necessario esibire al commerciante il codice fiscale. Così facendo, lascia una traccia del suo pagamento, anche se l’ha fatto in denaro contante. Nulla sfugge all’occhio vigile dell’Agenzia delle Entrate.

Durante la giornata e al momento della chiusura, l’apparecchio telematico genera la registrazione di tutti gli scontrini che riportano il codice lotteria dei clienti per la sua trasmissione all’Agenzia delle Entrate.

Lotteria degli scontrini: quali sono i premi?

Il «gioco» prevede ogni mese tre estrazioni, ovvero:

  • un primo premio da 50mila euro;
  • un secondo premio da 30mila euro;
  • un terzo premio da 10mila euro.

Se tutto va bene, nel 2021 queste estrazioni diventeranno settimanali.

Inoltre, è prevista un’estrazione finale con un superpremio da 1 milione di euro.


note

[1] Agenzia delle Entrate provv. del 31.10.2019.

Autore immagine: 123rf.com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube