Diritto e Fisco | Articoli

Abolito l’ergastolo: svolta in Vaticano

11 luglio 2013


Abolito l’ergastolo: svolta in Vaticano

> Diritto e Fisco Pubblicato il 11 luglio 2013



Papa Francesco abolisce l’ergastolo e inasprisce le pene per i reati contro i minori come la pedofilia, commessi all’interno della Città del Vaticano o in tutti gli uffici di Curia.

Città del Vaticano: Papa Francesco, con il cosiddetto “motu proprio” e altre tre leggi della Pontificia Commissione per lo Stato della Città del Vaticano, è stato definitivamente abolita la pena dell’ergastolo. Le nuove norme entreranno in vigore dal primo settembre.

Il carcere a vita sarà sostituito con la pena della reclusione da 30 a 35 anni.

La svolta della giustizia penale del Vaticano è epocale, visto che molte delle norme erano ferme al 1929, all’epoca del Codice Zanardelli, adottato all’indomani dei Patti Lateranensi.

Con lo stesso corpo normativo, il Vaticano aumenta le pene contro la pedofilia: gli abusi contro i bimbi commessi nella Città del Vaticano e in tutti gli uffici di Curia saranno soggetti e pene più severe: così la vendita di minori, la prostituzione minorile, la violenza sessuale o atti sessuali sui minori, detenzione di materiale pedopornografico.

Con il Motu Proprio firmato oggi da Papa Francesco, inoltre, “in linea con gli orientamenti più recenti in sede internazionale» è stato introdotto «un sistema sanzionatorio a carico delle persone giuridiche, per tutti i casi in cui esse profittino di attività criminose commesse dai loro organi o dipendenti, stabilendo una loro responsabilità diretta con sanzioni interdittive e pecuniarie”.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

1 Commento

  1. Quanto all’inasprimento delle pene per i reati di pedofilia è pura e sterile demagogia. Non è che aggravando le pene si elimina il male il quale in maniera sotterranea è tanto più eccitante quanto più forte è la pena cui si va incontro. Manca una previsione di diritto medicinale
    .

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI