Diritto e Fisco | Articoli

Bollo auto: come si calcola?

13 Novembre 2019 | Autore:
Bollo auto: come si calcola?

Chi deve pagare il bollo? Entro quanto tempo si deve pagare il tributo regionale sulle auto? Come si calcola l’importo del bollo? Cos’è il superbollo?

Il pagamento del bollo auto è uno di quegli appuntamenti annuali fissi di cui faremmo veramente a meno. Se sei proprietario di un’autovettura, non hai scampo: devi pagare questo tributo (a meno che non ricorrano ipotesi eccezionali, tipo il furto del veicolo, la distruzione, ecc.). Sai come si calcola il bollo auto?

Probabilmente, ti sarai posto il problema, ma poi hai ritenuto non approfondirlo perché, quando sei andato presso gli uffici postali, le rivendite di tabacchi autorizzate, le delegazioni Aci o qualsiasi altro luogo abilitato al pagamento, l’importo ti è stato sempre comunicato direttamente, fornendo semplicemente il libretto o solamente il numero di targa della tua vettura.  Se non sei convinto di quanto hai dovuto pagare, oppure semplicemente ti incuriosisce l’argomento, prosegui nella lettura: vedremo insieme come si calcola l’importo del bollo auto.

Chi deve pagare il bollo auto?

Innanzitutto, precisiamo subito che tutti i proprietari di un’auto indicati nel Pra (Pubblico registro automobilistico) sono obbligati a pagare il bollo.

Il bollo è tributo regionale che viene pagato annualmente da chi risulta proprietario di una o più automobili, indipendentemente dal fatto che il veicolo circoli o meno. il bollo, dunque, deve essere pagato anche da chi ha un’auto chiusa in garage che non viene mai messa su strada.

Quando si paga il bollo auto?

Chiarito chi deve pagare il bollo auto, vediamo ora quando bisogna pagarlo. A parte le eccezioni rappresentate dalle regioni del Piemonte e della Lombardia, il bollo auto va pagato entro il mese di immatricolazione; se, però, l’immatricolazione avviene negli ultimi dieci giorni del mese, la scadenza viene rinviata all’ultimo giorno del mese successivo. Se il giorno di immatricolazione è un sabato o un festivo, il computo decorre dal primo giorno lavorativo successivo.

Tizio compra un’auto nuova il 15 ottobre. Entro la fine del mese (31 ottobre), dovrà pagare il bollo.

Caio si reca dalla concessionaria per ritirare la sua nuova autovettura. Poiché l’acquisto è avvenuto il 25 marzo, avrà tempo per pagare il bollo fino al 30 aprile.

Nel caso di acquisto di auto usata, l’obbligo di pagare il bollo grava su chi è il formale proprietario al momento della scadenza. Ciò significa che, se qualcuno acquista un’auto e ne diviene l’effettivo titolare pochi giorni prima del termine ultimo per il pagamento, sarà costretto a pagare il bollo fin da subito. Facciamo un esempio.

Caio ha un’auto il cui bollo scade il 31 agosto. Il venti agosto perfeziona la cessione del veicolo a favore di Mevio. A meno che Caio non vi abbia provveduto anticipatamente, dovrà essere il nuovo acquirente a pagare il bollo per intero.

A quanto ammonta il bollo auto?

L’importo del bollo auto è determinato sulla base di due fattori: la potenza del veicolo espressa in kilowatt; la classe d’inquinamento. Sono questi i parametri che devi prendere in considerazione allorquando andrai a calcolare il bollo auto che dovrai pagare, entrambi facilmente reperibili all’interno della carta di circolazione.

Per la precisione, combinando la classe ambientale della vettura con la sua potenza, otterremo il seguente schema:

CLASSE AMBIENTALEEURO PER KW
Classe 03 euro a kw fino a 100 kw; 4,5 euro oltre i 100 kw
Classe 12,90€/kw fino a 100 chilowatt; 4,35€/kw per potenze superiori
Classe 22,80€/kw fino a 100 kw; 4,20€/kw oltre i 100 chilowatt;
Classe 32,70€/kw fino a 100 kw; 4,05 € per potenze superiori
Classi 4, 5 e 62,58€/kw sino a 100 kw;  3,87 euro per le potenze superiori

A questi parametri vanno aggiunti quelli speciali previsti dalla legge per il superbollo: 20€/kw per le potenze superiori ai 185 kw. La tassa si riduce dopo 5, 10 e 15 anni dalla data di fabbricazione dell’auto rispettivamente del 40%, del 70% e dell’85%, per poi non essere più dovuto una volta che la vettura abbia compiuto venti anni dalla costruzione.

Esempio di calcolo del bollo auto

Auto classe 4, potenza 60 kw: 2,58 € x 60 = 154,80 €.

Auto classe 6, potenza 105 kw: (2,58 € x 100 kw) + (3,87 € x 5 kw) = 277,35 €.

Auto classe 3, potenza 190 kw: (2,70 € x 100 kw) + (4,05 € x 90 kw) + (20 € x 5 kw Superbollo) = 734,50 €.


note

Autore immagine: 123rf.com


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube