Bimbi calmi con l’odore della mamma

8 Novembre 2019
Bimbi calmi con l’odore della mamma

I bambini piccoli non avvertono la paura quando sentono l’odore della madre: lo conferma una ricerca scientifica che offre anche un utile consiglio.

L’odore della mamma calma i bimbi: specialmente i più piccoli abbandonano la paura e si sentono al sicuro quando percepiscono il profumo materno. È una vecchia regola d’esperienza, ma adesso arriva la scienza a confermarlo e ci fornisce anche qualche utile consiglio su come sfruttare questa peculiarità.

La ricerca è stata condotta dal ‘Baby Lab’ dell’università di Lubecca (Germania) guidato dalla dottoressa Sarah Jessen e i risultati sono stati diffusi in Italia dall’agenzia Adnkronos. Gli scienziati hanno raccolto prove del fatto che i bambini sono fisiologicamente meno esposti alla paura (cioè il loro cervello non dà segni di questa emozione) quando stanno vicino alla madre e ne possono captare l’inconfondibile odore, che ben conoscono da quando durante la gravidanza erano immersi nel liquido amniotico.

La verifica – riporta il sito web del laboratorio di ricerca tedesco – è avvenuta sottoponendo 91 bambini e le loro mamme a prove scientifiche per osservare la loro risposta alla presenza o meno della madre, mentre venivano mostrate loro immagini di volti un po’ paurose.

I piccoli, tutti dell’età di circa 7 mesi, hanno mostrato una risposta, misurata attraverso l’elettroencefalogramma, ben diversa a seconda se annusavano la loro mamma, la mamma di un altro bambino o nessuno.

Infatti, negli ultimi due casi si scatenavano i segnali cerebrali della paura, che nel primo gruppo sono risultati assenti. «L’odore materno sembra comportare una riduzione della risposta alla paura nei bambini di 7 mesi. Questo dimostra la bontà del consiglio che alcune ostetriche danno alle neomamme: mettere una maglietta o una sciarpa consumata nella culla con il loro bambino, per tranquillizzarlo», spiega la dottoressa Jessen.


1 Commento

  1. eh la mamma è sempre la mamma. Avete presente quando tenete un bimbo in braccio e dopo un po’ piange perché vuole la mamma? Io ho sempre pensato che la ragione sia proprio legata al riconoscimento dell’odore della mamma. Ora, vi faccio un esempio con il mondo animale. Anche con i gatti è così… Si dice che i micetti non debbano essere accarezzati dall’uomo altrimenti la mamma non riconosce i piccoli e li respinge, perché avverte l’odore dell’uomo. E’ successo ad una mia amica che aveva una gatta che aveva appena partorito. Poi, lei ha accarezzato i cuccioli e la mamma li ha respinti. Perché questo è un problema? Perché poi non li allatta e rischiano di morire… Insomma, l’odore nel mondo animale e nel mondo umano serve per il riconoscimento dei cuccioli e dei bambini.

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube