Diritto e Fisco | Articoli

Pagamento bollo auto

10 Novembre 2019
Pagamento bollo auto

Come pagare il bollo auto dell’anno in corso, gli arretrati e gli avvisi di accertamento. L’elenco degli sportelli e tabaccherie convenzionate, siti e app per pagare online. 

Tutti i proprietari di veicoli a motore sono chiamati a effettuare, una volta all’anno, in un’unica soluzione, il pagamento del bollo auto. Spetta al contribuente ricordare la scadenza del versamento, che coincide nel mese di immatricolazione dell’auto. 

È tuttavia prevista una tolleranza: si può adempiere fino all’ultimo giorno del mese successivo a quello in cui è dovuto il pagamento. Dopodiché scattano le sanzioni.

Come si esegue il pagamento del bollo auto? Il metodo tradizionale è allo sportello Aci. In alternativa c’è la possibilità di regolarizzare l’imposta tramite collegamento online. 

Le modalità non cambiano quando si deve pagare in ritardo il bollo auto, ma in tal caso, oltre all’importo originario, andranno versate anche le sanzioni.

In questa breve guida ti daremo le informazioni necessarie a muoverti in questa delicata fase. Ti spiegheremo innanzitutto come verificare se sei in regola con il bollo auto o se ci sono degli arretrati non ancora regolarizzati. Dopodiché ti indicheremo come pagare il bollo auto scegliendo una delle diverse possibilità previste dall’attuale disciplina. Infine faremo un breve accenno alla prescrizione della tassa automobilistica: informazione quest’ultima che potresti ritenere utile per sapere se è davvero necessario pagare o meno. Ma procediamo con ordine.

Bollo auto: a chi pagare?

Le competenze in materia di tasse automobilistiche, dal 1° gennaio 1999, sono state trasferite dalla legge alle Regioni a Statuto Ordinario ed alle Province Autonome di Bolzano e di Trento. Tali Regioni e Province possono affidare a terzi le attività di controllo e di riscossione delle tasse automobilistiche. In Friuli e in Sardegna dette funzioni sono svolte dal Ministero delle Finanze per il tramite dell’Agenzia delle Entrate.

Come verificare pagamenti bollo auto e arretrati

Nel momento in cui andrai a pagare il bollo auto di quest’anno ti consiglio di verificare anche se sei in regola con gli arretrati degli anni precedenti che, magari per distrazione, non hai ancora regolarizzato. Se così dovesse essere, ti consiglio di adempiere al più presto; in tal modo scongiurerai un accertamento e la successiva notifica di una cartella esattoriale che potrebbe avere ripercussioni anche sull’uso del tuo veicolo. Difatti, una delle misure più frequentemente adottate per recuperare l’imposta automobilista è il fermo amministrativo. 

Verifica pagamento bollo auto sul sito Aci

Per verificare se devi eseguire il pagamento bollo auto arretrati puoi collegarti al sito Aci. Clicca sul tasto «Calcola il bollo». Si aprirà una pagina con una serie di informazioni relative alla banca dati e al calcolo del pagamento. 

Tuttavia, a te interessa sapere se l’hai pagato o meno l’imposta. Per avere questa informazione devi scorrere la pagina verso il basso ed inserire i dati richiesti: il tipo di pagamento, cioè se è prima immatricolazione, rinnovo, pagamento anticipato, ecc. Nel tuo caso va bene il rinnovo di pagamento, poiché devi verificare se hai rinnovato il bollo auto di cui sei già intestatario. Dopodiché selezioni la regione di residenza.

Basta compilare i campi e cliccare su «Calcola». Il sistema finalmente ti dirà se il bollo è stato pagato oppure no.

Verifica pagamento bollo auto sul sito Agenzia delle Entrate

Se vivi in Friuli Venezia Giulia, Marche, Sardegna, Sicilia o Val D’Aosta, puoi fare la stessa verifica dal sito dell’Agenzia delle Entrate. Una volta che ti sarai collegato sulla home page, dovrai scorrere la pagina e arrivare alla sezione «Servizi» dove trovi il pulsante «Calcolo del bollo auto». Cliccando su quel pulsante si apre la pagina relativa al bollo auto. Sul menu a sinistra trovi la voce «Controllo pagamenti effettuati».

Verifica pagamento bollo auto allo sportello Aci

Un sistema più tradizionale per verificare il pagamento dei bolli auto arretrati è recarsi presso qualsiasi sportello dell’Aci e chiedere allo sportello, con una copia del tuo libretto di circolazione, una verifica su eventuali inadempienze.

Modalità di pagamento bollo auto

Veniamo finalmente alle modalità di pagamento del bollo auto.

Ricordati che devi pagare il bollo entro la fine del mese successivo a quello di scadenza. Ad esempio, il bollo scaduto a luglio va rinnovato entro agosto, quello scaduto ad agosto va rinnovato entro settembre, e così via.

Hai diversi modi per pagare il bollo auto. Eccoli qui di seguito elencati:

Pagamento tramite delegazioni Aci

È il metodo tradizionale. Devi recarti presso qualsiasi sportello Aci con una copia del libretto di circolazione. L’operazione è un costo pari a 2,37 euro.

Se vuoi conoscere il luogo ove si trova la delegazione dell’automobilclub più vicina a casa tua, il numero di telefono, l’email, la Pec e soprattutto gli orari di apertura e chiusura degli uffici non devi fare altro che collegarti a questa pagina. Clicca sul menu a tendina «Scegli l’ufficio» e seleziona «Automobile club». Poi, nel menu a destra, scegli la tua provincia di appartenenza. Infine clicca sul bottone rosso «Cerca».

I cittadini residenti nelle Regioni non convenzionate con Aci per la gestione delle tasse automobilistiche possono avvalersi della consulenza generale offerta in materia dagli sportelli Urp delle Unità Territoriali Aci. Per casistiche specifiche relative al bollo auto (ad esempio pagamenti pregressi, contenzioso, errori, richieste di rimborso, richieste di esenzione, ecc.), devono invece rivolgersi agli Uffici Tributi della propria Regione (si consiglia di consultare il sito web regionale).

Pagamento tramite Agenzie Sermetra

Per trovare l’Agenzia Sermetra più vicina a casa tua, vai sulla home del relativo sito a questa pagina. Poi scrivi la tua provincia e il Comune di residenza. Infine clicca su «Cerca». Oppure puoi limitarti a indicare solo il tuo Cap e cliccare su «Cerca» posto sotto tale pulsante.

Pagamento presso tabaccheria

Le tabaccherie convenzionate con banca ITB o presso una di quelle aderenti al circuito Lottomatica. In questo caso la commissione da corrispondere è di 1,87 euro. Per il pagamento bisogna compilare due schede: quella A per le autovetture e gli autoveicoli ad uso promiscuo soggetti al pagamento in misura piena e quella B per i mezzi che beneficiano di un particolare trattamento fiscale (ad esempio i taxi, gli autobus, i rimorchi, ecc.).

Pagamento tramite le Agenzie di pratiche auto presenti sul territorio

La commissione per il pagamento varia da 1,87 euro a 2,37 euro.

Pagamento presso Uffici Postali

In tal caso dovrai compilare un apposito bollettino che troverai presso l’ufficio postale. Il costo della commissione è di 1,10 euro.

Modalità pagamento online bollo auto

Il pagamento online del bollo auto del’anno corrente, degli arretrati e degli avvisi bonari o di accertamento è possibile solo per chi vive in Abruzzo, Basilicata, Campania, Emilia Romagna, Lazio, Liguria, Lombardia (esclusivamente pagamento online del bollo auto), Puglia, Toscana, Umbria, provincia autonoma di Bolzano, provincia autonoma di Trento, Valle d’Aosta.

Il solo pagamento online del bollo dell’anno corrente è invece possibile per gli utenti di Molise, Piemonte e Sicilia.

In Calabria non è possibile pagare online il bollo auto, ma solo gli avvisi bonari o quelli di accertamento.

Hai diversi modi per pagare online il bollo auto.

Pagamento tramite sito Aci, servizio Bollonet

Collegati al sito www.aci.it. Nella sezione a destra dello schermo, sotto la voce Servizi, clicca su “bollo auto”. Vai clicca sulla sezione pagamento bollo auto a destra dello schermo. Accedi alla sezione «da una targa» e digita la targa della tua auto. Seleziona il tipo di mezzo (autovettura, rimorchio, motoveicolo, ecc.) e la tua Regione. Clicca su «continua». Se i dati inseriti sono corretti, si apre una nuova pagina dove si trovano tutte le informazioni relative al mezzo oltre all’importo del bollo da corrispondere con la data di scadenza.

A questo punto, per pagare non rimane altro che cliccare sull’apposito pulsante e compilare il modulo con i dati della carta di credito, quelli personali e l’indirizzo di posta elettronica. La procedura si completa cliccando sul tasto conferma.

Pagamento tramite home banking 

Il sistema di pagamento online del bollo auto è rappresentato dal servizio home banking della propria banca. In tal caso bisogna accedere al proprio conto corrente e, quindi, selezionare la voce relativa al versamento del tributo dal menù del sito dell’istituto di credito.

Pagamento tramite Telepass Pay

Puoi pagare il bollo auto sul sito Telepass. Clicca qui. Ti viene spiegato come pagare il bollo auto con l’app Telepass Pay, direttamente tramite il tuo smartphone. Dovrai prima scaricare l’applicativo.

Pagamento dal sito online di Poste Italiane

Poste Online garantisce la possibilità di pagare il bollo auto. Puoi accedere a Poste ID se sei abilitato a Spid oppure puoi registratti sul sito. I titolari di un conto corrente Banco Posta online possono effettuare il pagamento mediante addebito sul proprio conto con una commissione di 1 euro. Si possono utilizzare anche le carte di credito Visa, MasterCard o Postepay.  

Pagamento arretrati bollo auto e avvisi di accertamento

Le modalità appena descritte sono valide anche per pagare gli arretrati del bollo auto relativi agli anni passati, così come eventuali avvisi di accertamento da parte della Regione o dell’Agenzia delle entrate. L’unica eccezione, come visto, è per il servizio di pagamento online per Molise, Piemonte e Sicilia.

Quanto pagare

L’importo del bollo varia in base alla potenza del motore espressa in kW (chilowatt). Tale dato si trova scritto sulla carta di circolazione del veicolo stesso. 

Sul sito dell’Agenzia delle Entrate è disponibile un servizio di calcolo dell’importo, in base al numero di targa, nella sezione Servizi > Bollo auto.

Anche sul sito Aci è presente un servizio di calcolo bollo auto. Vai sulla home aci.it e clicca sul bottone rosso «Calcola bollo auto».

Prescrizione bollo auto

Infine ti ricordo che non devi più pagare il bollo auto dopo tre anni se, in quest’arco di tempo, non ti è arrivato alcun avviso o accertamento. Il termine di tre anni si calcola dal 1° gennaio dell’anno successivo a quello in cui il bollo è dovuto. Ad esempio, il bollo del 2018 non è più dovuto a partire dal 1° gennaio del 2022.

Se però ti dovesse arrivare un avviso di accertamento o una cartella, saresti tenuto a impugnarlo per intervenuta prescrizione. Sul punto ti consiglio di leggere Verifica pagamento bollo auto anni precedenti.


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA