Diritto e Fisco | Articoli

Chi compra casa detrae la mediazione dovuta all’agente immobiliare

16 Luglio 2013
Chi compra casa detrae la mediazione dovuta all’agente immobiliare

Detrazione fiscale per il compenso all’agenzia: il bonus pari al 19% è di mille euro per ciascuna annualità.

Spetta all’acquirente (e non al venditore) dell’immobile, la detrazione fiscale prevista per le spese di intermediazione immobiliare. La detrazione del 19% sui compensi pagati all’intermediatore può essere fruita solo da chi ha acquistato l’unità immobiliare da adibire ad abitazione principale (ossia quella in cui il contribuente o i suoi familiari dimorano abitualmente).

L’Agenzia delle Entrate ha reso noto che per ottenere lo sconto sulle spese di intermediazione l’immobile acquistato deve essere adibito ad abitazione principale entro un anno dall’acquisto [1].

L’importo massimo su cui calcolare la percentuale del 19% è di 1.000 euro per ciascuna annualità e, se l’acquisto è stato effettuato da più comproprietari, la detrazione va ripartita in ragione della percentuale di proprietà. I coniugi che acquistano la casa al 50% possono dividere a metà il beneficio fiscale.

Il bonus fiscale è fruibile anche nel caso di stipula di un semplice preliminare di vendita, purché regolarmente registrato nei Registri Immobiliari (e quindi, con atto notarile). Nel caso in cui, poi, non si proceda alla stipula del contratto definitivo, la detrazione va restituita.

Ricordiamo che il mediatore è colui che mette in relazione due o più parti per la conclusione di un affare (nel caso di specie, la vendita di un immobile). L’agenzia immobiliare ha diritto alla provvigione se l’affare è concluso per effetto del suo intervento.


note

[1] Salvi i diversi termini per le eccezioni previste dalla norma.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube