Diritto e Fisco | Articoli

Come citare una rivista

3 Dicembre 2019 | Autore:
Come citare una rivista

Spesso leggiamo su siti internet, blog e giornali online frequenti richiami ad opere letterarie, ma non sempre l’indicazione viene data nella maniera corretta

Quand’è che ci si pone il problema di come citare una rivista? Il caso classico è quello dello studente che prepara la tesi di laurea e deve inserire nella cd. bibliografia dell’opera tutto il materiale utilizzato per redigerla, indicando libri, saggi, riviste, ecc.. Oppure quando, per motivi di studio o di lavoro, si deve scrivere un articolo e si riportano frasi tratte da riviste di vario genere, che vanno citate come fonti della notizia/frase utilizzata per evitare denunce di plagio, violazione dei diritti d’autore, e così via. Quindi, ogni volta che in un lavoro scientifico si riporta il pensiero di altri soggetti, è fondamentale segnalarlo, poiché la citazione bibliografica permette al lettore di individuare facilmente le fonti utilizzate da un autore. In tutti questi casi, occorre rispettare alcune regole fondamentali, che verranno illustrate nel presente articolo.

I diversi standard

Esistono diversi usi e standard nazionali, internazionali o di settore (scientifico, medico, legale, ecc.) per citare una fonte letteraria, ma in ogni caso è necessario:

  • rendere identificabili le opere citate, inserendo tutti gli elementi utili alla loro rintracciabilità;
  • utilizzare lo stesso stile per non creare confusione e rendere la lettura più agevole.

Livello internazionale

Nelle scienze umanistiche, lo standard oggi più seguito è quello del “Chicago Manual of Style” [1], anche se spesso viene utilizzato con numerosi adattamenti.

Nelle materie scientifiche, la cultura anglosassone ha portato all’affermarsi dello standard dell’”AMA Manual of Style” [2] per gli articoli di medicina, dello “Scientific Style and Format” [3] per quelli scientifici, dell’”American Psychological Association” [4] per gli articoli di psicologia (adottato anche in Italia).

In Italia

Qui, c’è qualche differenza rispetto agli standard internazionali, ad esempio nelle tesi universitarie, dove il nome dell’editore precede sempre quello del luogo di edizione; in ogni caso, questa diversa sequenza negli elementi non pregiudica lo scopo della bibliografia, ovvero rendere identificabile ed accessibile la fonte bibliografica citata attraverso la consultazione di banche dati online, cataloghi di biblioteca, e così via.

Peraltro, sia in Italia che all’estero, nelle riviste o nelle opere pubblicate in una collana, è di solito lo stesso editore a fornire le istruzioni per la redazione della bibliografia e la redazione delle note.

Quali sono gli elementi della citazione bibliografica?

In linea generale, sono i seguenti, in questa sequenza e con questa punteggiatura:
cognome, nome. Titolo. Luogo di edizione: editore, anno.
Esempio: García Márquez, Gabriel. Love in the Time of Cholera. London: Cape, 1988.

Come si classifica la rivista tra i vari periodici

Il termine “periodico” indica quel tipo di pubblicazione che esce in serie continua con uno stesso titolo, a intervalli regolari, con numerazione (o data) progressiva. I periodici possono essere distinti in sottogruppi (quotidiani, riviste, ecc.), e, a seconda del gruppo di appartenenza, vanno citati in maniera differente.

Ad esempio, si distingue tra:

  • periodici scientifici o professionali (ad esempio: “Il naturalista”); normalmente si citano per volume e data;
  • riviste: sono periodici settimanali, quindicinali, mensili o bimestrali; possono essere professionali, spesso specializzati (pensiamo alle riviste di medicina), accessibili alla maggioranza dei lettori e disponibili sia per abbonamento che per singolo fascicolo, nelle librerie o nelle edicole (ad. es. “Mondo del Golf”, “Living”, ecc.). In genere contengono articoli, saggi o rubriche di vari autori, con carattere d’informazione e cultura generale oppure rivolti a specifici interessi;
  • quotidiani (“Il Sole 24 ore”, ecc.).

Gli elementi identificativi della rivista

Nella bibliografia, gli elementi descrittivi degli articoli contenuti nelle riviste sono generalmente costituiti da: N. COGNOME, Titolo dell’articolo, in «nome rivista», numero (anno), pp. xx–xx.

S. CARRAI, La critica di Della Casa, in «Rinascimento», 20 (1980), pp. 383-387

Le riviste on line

Per gli articoli di riviste online, alla fine della citazione va inserito l’URL e/o il DOI:

  • l’URL è una sequenza di caratteri che identifica univocamente l’indirizzo di una risorsa in Internet è bene indicare il suo URL stabile, cioè l’indirizzo web permanente corrispondente alla pagina internet in cui viene riportato un contenuto digitale, nel modo seguente:
    N. COGNOME, Titolo, mese/anno, URL
    Esempio: J. NIELSEN, Writingforthe Web, nov./2001, www.sun.com/980713/webwriting.
  • il DOI è uno standard internazionale che permette di identificare in modo permanente ed universale, all’interno di una rete digitale, qualsiasi entità – una rivista, un e-book, ecc.. – oggetto di proprietà intellettuale, e consiste in una striscia di caratteri numerici/ alfanumerici separati da una barra.

Le riviste inglesi

Come per i periodici scientifici, se si cita una rivista inglese la manualistica anglosassone prescrive di omettere l’articolo che precede il titolo; nel caso di riviste non inglesi, invece, l’articolo va riportato.

note

[1] Chicago Manual of Style, Chicago and London: Chicago University Press, 2010.
[2] AMA, Manual of Style. A guide for Authors and Editors, 10th ed., Oxford: Oxford University Press, 2007.
[3] Scientific Style and Format. The CSE Manual for Authors, Editors, and Publishers, 7th ed., Reston, VA: Council of Science Editors in cooperation with the Rockfeller University Press, 2006.
[4] Publication Manual of the American Psychological Association, 5th ed., Washington, DC: American Psychological Association, 2008.


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube