Diritto e Fisco | Articoli

Conto corrente online di CheBanca!

18 Novembre 2019 | Autore:
Conto corrente online di CheBanca!

Commissioni, spese e condizioni di uno dei più diffusi istituti di credito che operano su Internet. Conviene? Dipende da cosa si deve fare.

Lo sviluppo delle nuove tecnologie e la mancanza di tempo di milioni di persone, sempre più prese dalle corse quotidiane tra lavoro e impegni familiari, hanno fatto proliferare i rapporti bancari via Internet. Oggi non è più necessario recarsi ad uno sportello fisico di un istituto de credito per pagare un F24 o per fare un bonifico. Non devi nemmeno attendere che ti arrivi a casa l’estratto conto per sapere a che punto sono i tuoi depositi, quanto hai speso nell’ultimo periodo, quanto ti rimane sul conto: oggi tutto questo si fa tramite il web. Tra le tante proposte che circolano in Rete, una delle più popolari è, Yellow il conto corrente online di CheBanca! Forse perché questo istituto è stato uno dei primi ad affermarsi come alternativa alle tradizionali banche che tutti noi conoscevamo fino a qualche decennio fa.

Ma che cos’ha di particolare questo conto corrente online così diffuso? Quali sono le condizioni proposte da CheBanca! sia sul fronte del deposito di denaro sia su quello dell’investimento? Diamo un’occhiata alla sintesi elaborata dallo stesso istituto e vediamo quali sono i punti forti e quelli più deboli di Yellow.

Conto corrente Yellow: che cos’è?

Come appena accennato, Yellow è la proposta di conto corrente online di CheBanca!. L’istituto del gruppo Mediobanca presenta questo prodotto come uno strumento per chi ha bisogno di fare delle operazioni bancarie (bonifici, pagamenti, l’accredito dello stipendio o della pensione, ecc.) e, allo stesso tempo, cerca una forma di investimento.

Le basi di Yellow sono dare al cliente la possibilità di:

  • avere degli interessi promozionali trimestrali in base ai soldi che ci sono sul conto;
  • chiedere il dossier titoli gratuito da collegare al conto;
  • effettuare delle operazioni illimitate da qualsiasi canale (area clienti o app);
  • utilizzare a determinate condizioni carte di debito o di credito;
  • fare dei prelievi gratuiti;
  • azzerare il canone annuo.

Vediamo singolarmente queste condizioni.

Conto Yellow: quanto può costare?

Secondo l’indicatore sintetico di costo pubblicato da CheBanca!, questi possono essere i costi del conto corrente online Yellow dal 1° gennaio 2020, indicativi secondo l’istituto e a seconda del titolare e del numero di operazioni:

  • giovani, fino a 164 operazioni all’anno: 36 euro sia allo sportello sia online;
  • famiglie, fino a 201 operazioni all’anno: 36 euro sia allo sportello sia online;
  • famiglie, fino a 228 operazioni all’anno: 60 euro sia allo sportello sia online;
  • famiglie, fino a 253 operazioni all’anno: 60 euro allo sportello e 60,53 euro online;
  • pensionati, fino a 124 operazioni all’anno: 36 euro sia allo sportello sia online;
  • pensionati, fino a 189 operazioni all’anno: 60 euro sia allo sportello sia online.

A questi costi vanno aggiunti:

  • 34,20 euro di imposta di bollo obbligatoria per legge;
  • eventuali interessi attivi e/o passivi maturati sul conto.

Conto Yellow: le singole voci dei costi

Ecco, voce per voce, quali sono i costi dichiarati da CheBanca! per il conto corrente online Yellow.

Spese fisse:

  • canone annuale addebitato l’ultimo giorno dell’anno dal 1° gennaio 2020: 36 euro;
  • numero di operazioni comprese nel canone: illimitate;
  • zero spese annue per conteggio interessi e competenze;
  • nessun canone annuo carta di debito internazionale circuiti Bancomat, Pagobancomat, Maestro e FastPay;
  • nessun canone per Internet e servizio clienti;
  • canone annuo carta di credito sul circuito MasterCard: 24 euro (nessun canone in caso di operazioni effettuate con la stessa carta per almeno 5.000€ annui. Il canone annuale è comunque dovuto in caso di recesso esercitato dalla banca o dal cliente.

Ci sono altre spese legate proprio alla carta di credito, cioè:

  • anticipo contante presso sportelli automatici CheBanca!: 4% con minimo 2,5€ per operazione;
  • anticipo contante presso sportelli automatici di altre banche in Italia e all’estero: 4% con minimo di 2,5€ per operazione;
  • maggiorazione su tasso di cambio per operazioni in valuta diversa dall’euro: 1%;
  • zero spese o commissioni per pedaggi autostradali e servizi FastPay, per rifornimento di carburante in Italia o all’estero e per l’invio della documentazione riguardante i servizi di pagamento.

Con la carta di credito è possibile prelevare fino a 500 euro al giorno sia in Italia sia all’Estero.

La maggior parte delle spese variabili sono gratuite. Significa che non si pagano:

  • la registrazione di ogni operazione non compresa nel canone;
  • l’invio dell’estratto conto online;
  • i prelievi agli sportelli automatici di qualsiasi banca in Italia e all’estero;
  • i bonifici fino a 500 euro con addebito sul conto corrente;
  • la domiciliazione delle utenze.

Si paga, invece, l’invio dell’estratto conto cartaceo per posta, su richiesta del cliente: 0,80 euro per ogni invio.

Pari a zero anche:

  • il tasso base creditore annuo nominale;
  • il tasso debitore annuo nominale sulle somme utilizzate (non è proprio previsto);
  • le commissioni.

Conto Yellow: la valuta dei versamenti e dei bonifici

Una delle domande che spesso si pone il cliente di una banca è quando arriva un bonifico, quando scatta il giorno di valuta se si fa un versamento o un prelievo oppure se si deposita un assegno. I tempi del conto online Yellow di CheBanca! sono:

  • contanti o assegni circolari di CheBanca!: 0 giorni lavorativi;
  • assegni bancari CheBanca! su tutte le filiali: 0 giorni fissi;
  • assegni circolari di altri istituti, assegni postali e vaglia di Banca d’Italia: 4 giorni lavorativi;
  • versamento assegni circolari di altri istituti, assegni postali e vaglia della Banca d’Italia: 1 giorno lavorativo;
  • assegni bancari di altri istituti: 4 giorni lavorativi;
  • versamento assegni bancari di altri istituti: 2 giorni lavorativi;
  • bonifico in entrata: data di valuta dell’accredito.

Conto Yellow: assegni e servizi di pagamento

Oltre ai tempi, sono importanti anche i costi. È conveniente il conto corrente online Yellow di CheBanca! per quanto riguarda assegni e servizi di pagamento come bonifici, ricariche telefoniche, domiciliazioni, Rav e quant’altro? Vediamo.

Per quanto riguarda gli assegni, è gratuito l’invio di:

  • assegni bancari (primo modulo);
  • assegni circolari.

A pagamento, invece:

  • l’invio di assegni bancari, dal secondo modulo: 5,25 euro;
  • la restituzione di un assegno bancario emesso da terzi perché protestato, impagato o richiamato, oltre le spese addebitate dall’altra banca; 15 euro;
  • l’imposta di bollo per assegni liberi (modulo da 10): 15 euro;
  • l’imposta di bollo per assegno circolare libero: 1,50 euro.

Attenzione, perché non è detto che gli assegni ti vengano consegnati in ogni caso: per rilasciare il modulo di assegni, CheBanca! controlla se è presente almeno una di queste condizioni:

  • stipendio o pensione del titolare del conto accreditati sul Conto Yellow con un importo minimo di 1.500 euro;
  • saldo medio del Conto Yellow di almeno 3.000 euro nell’ultimo trimestre;
  • saldo medio complessivo dei rapporti intrattenuti con CheBanca! di almeno 10.000 euro nell’ultimo trimestre.

Questi, invece, i costi dei servizi di pagamento. Sono gratuiti:

  • bonifici ordinari;
  • ordine permanente di bonifico;
  • bonifico interno o giroconto;
  • pagamento di ricevuta bancaria;
  • pagamento Mav;
  • pagamento Rav;
  • pagamento ricariche telefoniche;
  • pagamento bollette o domiciliazioni utenze e addebiti diretti;
  • pagamento F23 e F24;
  • versamenti e prelievi di contanti;
  • versamento di assegni bancari o circolari.

A pagamento, invece:

  • bonifico di oltre 500mila euro con addebito sul conto corrente: 5 euro;
  • bonifico urgente accreditato in giornata: 5 euro;
  • pagamento bollettini postali: 0,40 euro oltre a spese postali;
  • pagamento mediante bollettino freccia: 1,50 euro;
  • pagamento bollo auto mediante servizio CBILL: 1,50 euro oltre ad eventuali spese dell’azienda creditrice.

Conto Yellow: quanto costa operare con l’estero?

Se viaggi spesso all’estero, per piacere o per lavoro, oppure hai dei parenti oltreconfine, ti chiederai se un conto corrente online ti consente di non spendere troppo in commissioni per usare la carta di credito o per prelevare in contanti, oppure per fare un bonifico verso un altro Stato. Il conto Yellow di CheBanca! conviene da questo punto di vista? Dipende.

Queste le spese e le commissioni previste nelle operazioni con l’estero. Per gli assegni negoziati salvo buon fine:

  • commissione di intervento per incasso assegno: 0,20% dell’importo (minimo 3 euro);
  • commissioni per negoziazione assegno: 10 euro;
  • spese per presentazione della distinta: 5 euro;
  • maggiorazione applicata al cambio al durante: +0,50% per vendite di divisa estera da parte del cliente;
  • spese per spedizione a mezzo corriere: 25 euro;
  • commissione per ritorno di assegni insoluti: 20 euro + importo reclamato;
  • spese e commissioni reclamate da banca corrispondente: importo reclamato.

Per gli assegni negoziati al dopo incasso:

  • commissione di intervento per l’incasso dell’assegno: 0,20% dell’importo (minimo 3 euro);
  • commissioni per negoziazione dell’assegno: 50 euro;
  • spese per la presentazione della distinta: 25 euro;
  • maggiorazione applicata al cambio al durante: +0,50% per vendite di divisa estera da parte del cliente;
  • spese per spedizione a mezzo corriere: 25 euro;
  • commissione per ritorno di assegni insoluti: importo reclamato;
  • spese e commissioni reclamate da banca corrispondente: importo reclamato.

Anche per quanto riguarda i bonifici bisogna stare attenti a spese e commissioni. Ecco i costi per i bonifici in entrata:

  • commissione di intervento per ricezione del bonifico: 0,20% dell’importo (minimo 3 euro);
  • spesa fissa per bonifici in euro: 8,50 euro;
  • spesa fissa per bonifici in divisa: 13,50 euro;
  • maggiorazione applicata al cambio al durante: +0,50% per vendite di divisa estera da parte del cliente;
  • trasferimento ad altre banche di fondi in entrata: 26 €.

Invece, per i bonifici in uscita:

  • commissione di intervento di invio bonifico: 0,20% dell’importo (minimo 3 euro);
  • spesa fissa per disposizione in euro online: 7,50 euro;
  • spesa fissa per disposizione in divisa online: 12,50 euro;
  • spesa fissa per disposizione in euro allo sportello: 10,50 euro;
  • spesa fissa per disposizione in divisa allo sportello: 15,50 euro;
  • maggiorazione applicata al cambio al durante: -0,50% per acquisto di divisa estera da parte del cliente;
  • spese eventuali reclamate da banca estera: importo reclamato.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube