Politica | News

Il Movimento 5 Stelle sarà diretto da un Team

16 Novembre 2019
Il Movimento 5 Stelle sarà diretto da un Team

Di Maio annuncia un organo collegiale per la direzione politica del M5S: si chiamerà Team del futuro, avrà 12 membri eletti e sarà pronto entro metà dicembre

«Il Movimento 5 Stelle ha bisogno di un grande momento di riflessione e lo faremo anche grazie al lavoro del primo organo politico eletto nel Movimento nella sua storia, cioè il Team del Futuro che sarà pronto entro metà dicembre». Così Luigi Di Maio, oggi in Campania per incontrare gli attivisti del M5S, annuncia il lancio di un nuovo organo di direzione politica che dovrà supportare le decisioni del capo, che rimane sempre lui.

Alcuni già leggono questa decisione come un sintomo di difficoltà politica che riguardano il Movimento stesso oppure la sola leadership di Di Maio, negli ultimi tempi spesso contestata da alcune “frange” pentastellate che hanno preso apertamente le distanze dalla sua linea; fatto sta che Di Maio stesso ammette proprio oggi, per spiegare i motivi del lancio del nuovo Team, che «per il Movimento 5 Stelle non è un momento semplice, ha bisogno di una nuova carta dei valori e dei nuovi obiettivi. Sono passati 10 anni, in 10 anni è cambiato tutto»

Dunque, per prima cosa, si è scelto di rinforzare la squadra di direzione, che non sarà più affidata a una persona sola ma a un collegio. Il Team del Futuro sarà – spiega Di Maio nel resoconto della nostra agenzia stampa Adnkronos – «una sorta di segreteria composta da 12 persone – una per area tematica – a cui sarà dato il nome di “facilitatori”».

Già spuntano le prime possibili candidature, ovviamente sulla piattaforma Rousseau: diversi eletti pentastellati  hanno infatti compilato il proprio ‘Profilo Attivista’ sul sito, ed è lo step propedeutico alla candidatura nel Team del Futuro o che semplicemente servitrà a rendere reperibili le proprie competenze per i facilitatori che dovranno creare una squadra.

Il termine per la presentazione dei progetti, si legge sul Blog delle Stelle, “è stato prorogato dal 22 novembre al 1 dicembre 2019 per agevolare il recupero dei certificati richiesti”. Stando a un post della scorsa settimana, alla data del 6 novembre erano “5.900 gli iscritti (tra cui professionisti, esperti, tecnici, ecc.) che hanno deciso di condividere le proprie competenze nei 12 ambiti tematici”.

Ecco alcuni nomi dei probabili componenti del nuovo Team, che già si sono fatti avanti: per l’area Difesa è in pista l’ex ministro Elisabetta Trenta: “Sì – dice all’Adnkronos l’ex titolare del dicastero ora guidato dal dem Lorenzo Guerini – confermo la mia candidatura”. Per lo stesso ambito hanno completato il loro ‘Profilo Attivista’ l’ex capogruppo alla Camera (e ora questore) Francesco D’Uva, Emanuela Corda e Gianluca Aresta, quest’ultimo vicino al presidente della IV Commissione Gianluca Rizzo.

Si sono fatti avanti per il settore Trasporti i senatori Andrea Cioffi (ex sottosegretario) e Agostino Santillo. E ancora, Ambiente: il deputato regionale siciliano Giampiero Trizzino e il senatore Gianmarco Corbetta; Agricoltura: Luciano Cadeddu. Giustizia: Valentina D’Orso; Lavoro: Claudio Cominardi e Maria Pallini.

Per l’area Cultura c’è la deputata Alessandra Melicchio; per l’Innovazione si fanno i nomi di Michele Sodano e Luca Carabetta; per gli Esteri quello della deputata campana Iolanda Di Stasio. I deputati Giovanni Currò eMichele Gubitosa sono tra i candidati a entrare nel team Imprese.

Maria Laura Paxia non ha ancora deciso se proporsi per l’area Innovazione o per il settore Imprese, fatto sta che lo scorso 31 ottobre nel database del Mise è comparso un marchio, ‘Noi siamo Italia’, intestato alla parlamentare catanese e iscritto alla categoria dei “servizi politici”.

Interpellata dall’Adnkronos, Paxia spiega che si tratta di un “progetto di formazione fatto di eventi ed incontri in giro per il territorio” legato proprio a una sua possibile candidatura nel Team del Futuro. Per partecipare alla selezione, infatti, ogni candidato facilitatore dovrà presentare un progetto “che descriva nel dettaglio le modalità attraverso cui intende strutturare l’organizzazione” del M5S rispetto al proprio ambito tematico. Ogni progetto dovrà essere supportato da  5 esperti della materia e da almeno tre eletti del Movimento.


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA