Diritto e Fisco | Articoli

Isee per studenti

3 Dicembre 2019 | Autore:
Isee per studenti

Come presentare la dichiarazione Dsu per ottenere l’esonero o la riduzione delle tasse universitarie. I documenti necessari.

Vuoi pagare meno tasse universitarie o non pagarle affatto? Se hai i requisiti per beneficiare di questa opportunità, al momento dell’immatricolazione all’ateneo dovrai presentare l’Isee per studenti. Si tratta di una dichiarazione che riporta l’indicatore sulla situazione economica equivalente del nucleo familiare a cui appartiene lo studente. In pratica, un documento dal quale risultano il reddito ed il patrimonio delle persone che hai fiscalmente a carico in modo da dimostrare che si ha diritto ad una prestazione sociale, come può essere, appunto, la riduzione o l’esenzione dal pagamento delle tasse universitarie.

Sarà, dunque, importante sapere come si calcola l’Isee per studenti. Ad ogni modo, sappi che potrai recarti ad un Caf, cioè ad un centro di assistenza fiscale autorizzato, il quale svolgerà la tua pratica e ti farà avere l’attestazione da presentare alla facoltà per ottenere il beneficio sulle tasse. In alternativa, puoi seguire una procedura online che vedremo più tardi.

L’Isee per studenti è uno dei nuovi modelli introdotti da qualche anno per avere diritto ad una prestazione socio-assistenziale. Vediamo come viene calcolato, quali sono i documenti ed i requisiti richiesti e la procedura per ottenerlo.

Isee per studenti: che cos’è?

In generale, l’Isee è l’indicatore della situazione economica equivalente di un nucleo familiare. Serve a certificare il reddito ed il patrimonio di tutti i componenti del nucleo e a stabilire, in questo modo, se si ha diritto ad una prestazione o ad un servizio socio-assistenziale.

Tra i vari modelli di questo indicatore c’è l’Isee per studenti. Si tratta di una dichiarazione mirata ad ottenere una riduzione delle tasse universitarie o l’esenzione dal pagamento delle stesse quando se ne possiedono i requisiti. Viene richiesto anche per accedere ad una borsa di studio.

Isee per studenti: come ottenerlo?

Va fatta una premessa, prima di spiegare come ottenere l’Isee per studenti. L’indicatore, come dicevamo, consente di avere una riduzione delle tasse universitarie o di beneficiare dell’esenzione. A quest’ultima hanno diritto gli iscritti ad una facoltà che appartenga ad un nucleo familiare con un reddito inferiore ai 13mila euro. Tale condizione, ovviamente, va certificata attraverso l’Isee.

La prima cosa da fare è compilare la dichiarazione sostitutiva unica (la cosiddetta Dsu). Questo documento raccoglie tutte le informazioni sui componenti del nucleo familiare, sui redditi che percepisce ciascuno di loro e sui patrimoni che possiedono. Tale dichiarazione va richiesta al Caf, ad un commercialista o all’Inps. Ricorda, come abbiamo accennato prima, che è possibile fare la Dsu anche online sul sito dell’Inps, purché si sia in possesso di tutti i documenti necessari, cioè:

  • stato di famiglia;
  • codice fiscale e documento di identità in corso di validità;
  • ultima dichiarazione dei redditi;
  • certificazione dei redditi (l’ex Cud);
  • contratto di affitto e copia dell’ultimo canone versato;
  • saldo contabile dei conti correnti bancari o postali (o dei libretti);
  • estratto conto con giacenza media annuale dei depositi al 31 dicembre scorso;
  • azioni o quote possedute;
  • dati del patrimonio immobiliare come da visura catastale;
  • eventuale polizza sulla vita.

Questi documenti devono riguardare tutti i membri del nucleo familiare. Significa che se, ad esempio, all’interno del nucleo ci sono più persone che hanno un conto corrente, bisognerà far avere i dati relativi a tutti i depositi bancari o postali posseduti e non solo quelli del conto del capo famiglia. Inoltre, è necessario specificare che la richiesta riguarda l’Isee per studenti.

Una volta presentata la Dsu (tramite intermediario oppure online), l’Inps calcola entro circa 15 giorni l’indicatore Isee del nucleo familiare.

Isee per studenti: i quadri specifici del modello

Come detto, l’Isee per studenti ha una sua specificità rispetto agli altri modelli relativi all’indicatore della situazione economica equivalente. Questa differenza su basa sulla presenza del modello MB.2, esclusivo per chiedere le prestazioni per:

  • diritto allo studio universitario;
  • minorenni in caso di genitori non coniugati e non conviventi tra loro.

Ciascuna di queste prestazioni va riportata negli appositi quadri del modello, ossia:

  • quadro C: è quello relativo al diritto allo studio universitario. Va compilato per ogni studente per cui si richiede l’agevolazione ;

  • quadro D: questo quadro è presente anche nell’Isee minorenni e va compilato nel caso in cui si richieda una prestazione universitaria per uno studente figlio di genitori divorziati o non coniugati e, comunque, non conviventi.

Come si può notare dall’immagine sopra, vengono richieste delle informazioni sulla presenza di uno o di entrambi i genitori nel nucleo familiare e sull’autonomia dello studente, determinata da questi due fattori:

  • residenza fuori dall’unità abitativa della famiglia di origine, in un alloggio che non sia di proprietà di un suo componente, da almeno 2 anni rispetto alla data in chi viene presentato l’Isee;
  • capacità dello studente di avere prodotto reddito dichiarato nei due anni precedenti come lavoratore dipendente o assimilati per almeno 6.500 euro ogni anno.

Nel caso in cui lo studente sia coniugato, la capacità di reddito viene misurata tenendo conto anche dei redditi del coniuge.

Isee per studenti: come farlo avere all’università?

A differenza del passato, per consegnare l’Isee per studenti all’università non bisogna più recarsi per forza presso un Caf convenzionato con l’ateneo: quest’ultimo entra in possesso dell’Isee attraverso la banca dati dell’Inps dietro autorizzazione dello studente interessato, da trasmettere online dalla propria pagina personale. Senza questo consenso, l’università non potrà avere accesso all’Isee del ragazzo e, quindi, non sarà possibile usufruire della riduzione delle tasse o dell’esenzione.


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube