Polizze assicurative false: scoperto un sito internet

18 Novembre 2019
Polizze assicurative false: scoperto un sito internet

L’Ivass, Istituto vigilanza sulle assicurazioni, scopre un sito irregolare che rilasciava polizze false: così i veicoli non sono assicurati.

La distribuzione di polizze assicurative tramite il sito ‘www.vertiassicura.it’ è irregolare. Le polizze ricevute dai clienti sono false e i relativi veicoli non sono assicurati”. Così in una nota ufficiale, diffusa ora dall’agenzia stampa Adnkronos, l’Ivass (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni) dove si precisa che nel sito in questione non sono indicati i dati identificativi di alcun intermediario, né alcun numero di iscrizione al Registro Unico degli Intermediari – Rui, tenuto dall’Ivass.

Va precisato che la compagnia Verti Assicurazioni Spa ha disconosciuto i contenuti del predetto sito, dichiarandosi totalmente estranea alle condotte fraudolente perpetrate tramite esso ed ha annunciato d’essere in procinto di denunciare i fatti ed i responsabili all’Autorità Giudiziaria.

L’Ivass raccomanda di adottare le opportune cautele nella valutazione di offerte assicurative via internet o telefono (anche via WhatsApp), soprattutto se di durata temporanea. In particolare, l’Ivass consiglia ai consumatori di controllare, prima del pagamento del premio, che i preventivi e i contratti siano riferibili a imprese e intermediari regolarmente autorizzati e di consultare sul sito www.ivass.it.

L’Iistituto precisa anche che i consumatori possono chiedere chiarimenti ed informazioni al Contact Center Consumatori dell’Ivass al numero verde 800-486661 dal lunedì al venerdì h. 8.30 -14.30.

I siti internet o i profili Facebook (o di altri social network) degli intermediari italiani che
svolgono attività on-line devono sempre indicare:

  • i dati identificativi dell’intermediario;
  •  l’indirizzo della sede, il recapito telefonico, il numero di fax e l’indirizzo di posta elettronicacertificata;
  •  il numero e la data di iscrizione al Registro unico degli intermediari assicurativi nonché l’indicazione che l’intermediario è soggetto al controllo dell’Ivass.

I siti o i profili Facebook (o di altri social network) che non contengono le informazioni sopra riportate non sono conformi alla disciplina in tema di intermediazione assicurativa ed espongono il consumatore al rischio di stipulazione di polizze contraffatte.


1 Commento

  1. Pubblicare i nominativi delle false compagnie sarebbe stato più utile x tutti i lettori di questi programmi

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube