Diritto e Fisco | Articoli

Come fare per bloccare un pagamento con carta di credito

20 Novembre 2019 | Autore:
Come fare per bloccare un pagamento con carta di credito

A chi rivolgersi per recuperare i soldi spesi per sbaglio, per disservizio o per truffa? Quali le responsabilità della banca o del circuito emittente?

Ti sei accorto di avere commesso un errore con la carta di credito facendo un pagamento che non dovevi fare oppure per una cifra sbagliata. Magari ti è capitato che, dopo aver corrisposto la cifra richiesta, il prodotto o il servizio richiesto non ti è mai arrivato. O di avere acquistato e pagato un biglietto aereo per poi scoprire che la compagnia ha cancellato il volo. Peggio ancora se hai appena scoperto che qualcuno, a tua insaputa, ha utilizzato la tua moneta elettronica per effettuare un acquisto. È un danno riparabile? Come fare per bloccare un pagamento con carta di credito? A chi rivolgersi?

Dipende dal motivo per cui intendi procedere con il blocco. In alcuni casi puoi chiedere che l’importo versato ti venga stornato, in altri – come quando si rimane vittima di una truffa online – è meglio bloccare non il pagamento ma proprio la carta di credito, per evitare che l’episodio si ripeta. Premesso che ogni banca oppure ogni società può avere dei sistemi diversi, ci sono comunque delle procedure standard per bloccare un pagamento con carta di credito a seconda del perché. Di fronte ad un determinato problema, conviene chiamare la banca, se ciò che si desidera è bloccare la carta bisogna contattare la società che la gestisce, altre volte è necessario rivolgersi all’azienda presso la quale è stato fatto o autorizzato l’acquisto (pensa, ad esempio, ad un abbonamento alla pay-tv o ad un altro servizio che viene caricato direttamente sulla carta). Vediamo.

Pagamento con carta: quando chiamare la banca?

Immagina di avere effettuato un pagamento con carta di credito e di avere commesso un errore sull’importo: come bloccarlo? In questo caso, ti conviene chiamare la banca.

Molti istituti di credito mettono a disposizione un numero verde per essere contattati dai clienti quando si presenta un problema. Dovrai fornire all’operatore gli estremi della tua carta di credito e quelli del pagamento: dove e quando è stato effettuato e perché vuoi bloccarlo.

È opportuno che tu chieda entro quando il pagamento verrà annullato e quando potrai riavere indietro la cifra che hai speso.

Pagamento con carta: si può bloccare online?

Nel caso in cui tu voglia bloccare online un pagamento con carta di credito, la prima cosa che devi fare è chiedere alla tua banca se questa operazione ti è consentita: non tutti gli istituti di credito, infatti, danno questa possibilità ai clienti.

In caso affermativo, dovrai accedere con le tue credenziali di home banking alla pagina in cui viene gestita la tua carta di credito. Troverai, secondo le normali procedure, un modulo da compilare e da inviare per annullare il pagamento effettuato.

Fatto questo, ricorda sempre di controllare la lista dei movimenti per sapere se, effettivamente, il pagamento è stato annullato.

Pagamento automatico: si può bloccare?

Dicevamo prima che spesso vengono caricate sulla carta di credito degli abbonamenti come quello alla pay-tv piuttosto che a Spotify, ad una compagnia telefonica oppure ad un quotidiano online. Che cosa può succedere? Può capitare, ad esempio, che tu abbia dato la disdetta ad uno di questi servizi ma che la società continui a scalare i soldi dalla tua carta. Oppure che tu non abbia ricevuto per un periodo di tempo il servizio per il quale hai pagato. In casi come questi, com’è possibile bloccare il pagamento?

Bisogna premettere che in situazioni del genere la banca è una mera esecutrice e che non potrà fare nulla per impedire che il pagamento venga effettuato. Lo stesso succede con il circuito che gestisce la tua carta di credito (Visa, Mastercard, American Express, ecc.). Questo perché l’abbonamento o il pagamento automatico che hai disposto risponde ad un contratto che hai sottoscritto con la società che ti fornisce il servizio e non con la banca o con il circuito.

Ciò significa che se vuoi bloccare il pagamento, la prima cosa da fare è contattare il servizio clienti della società (Sky, Spotify, Skype, l’operatore telefonico o quello che ti ha noleggiato l’auto, per dire) e chiedere la revoca dell’addebito sulla carta. Se, per qualsiasi motivo, la revoca viene rifiutata, allora è il caso di passare al «piano B» e di procedere alla disdetta della carta di credito. È a questo punto che puoi recarti in banca per firmare i moduli relativi alla disattivazione.

Pagamento con carta: cosa fare in caso di truffa

Discorso diverso quando ti accorgi che qualcuno sta utilizzando la tua carta di credito per fare degli acquisti a tua insaputa (l’ipotesi più plausibile è che la carta sia stata clonata) oppure quando ti rendi conto di averla persa.

In questi casi, l’unica cosa da fare è chiamare il numero verde del circuito che gestisce la tua moneta elettronica o quello della tua banca e chiedere il blocco immediato. Nel frattempo, è opportuno fare una denuncia alle forze dell’ordine ed inviarla tramite raccomandata a/r alla società emittente. A questo punto, il blocco sarà del tutto effettivo e non sarai più responsabile di un eventuale utilizzo fraudolento fatto dopo, ma anche prima per un importo massimo di 50 euro.


note

Autore immagine: 123rf.com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

2 Commenti

  1. La banca ci sta truffando, non emette estratti conti non mi ha messo al corrente che posso prelevare senza pin. Non ho comandi del mio cellulare, nn riesco andare nel internet Banking. Mi da errore 404 quando tento di accedervi, così x l’inps e agrnzia entrate. Aiutatemi

Rispondi a Anonimo Annulla risposta

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube