L’esperto | Articoli

Adescamento di minori: ultime sentenze

27 Novembre 2019
Adescamento di minori: ultime sentenze

Scopri le ultime sentenze su: reato di adescamento di minori; tentativo di atti sessuali con minorenne; condotta di adescamento tenuta dall’agente; creazione di un profilo falso sui social network per l’adescamento di minori.

Reato di adescamento di minori: quando si configura?

In tema di reati sessuali, in forza della clausola di riserva prevista dall’art. 609-undecies cod. pen., il reato di adescamento di minori si configura soltanto quando la condotta non integra gli estremi del reato-fine neanche nella forma tentata.

(Fattispecie nella quale la Corte ha ritenuto corretta la configurazione da parte del giudice di merito del reato di tentativo di atti sessuali con minorenne nella condotta dell’imputato, che aveva instaurato un intenso rapporto telefonico di natura esclusivamente sessuale con una minore degli anni quattordici, con richieste di invio di fotografie che la riproducessero nuda e proposte di incontri per consumare le pratiche sessuali oggetto delle conversazioni telefoniche, con la promessa di pagarle il prezzo del viaggio in treno per raggiungerlo).

Cassazione penale sez. III, 29/09/2016, n.8691

Reato di adescamento di minori via internet e WhatsApp

E integrato il reato di adescamento di minori agire mediante contatti via internet e via WhatsApp con una minore di anni 14, intrattenendo conversazioni a sfondo sessuale mediante un sito Internet e adoperando artifici e lusinghe volte a carpirne la fiducia tra cui quella di fargli credere di avere anni 16 e di essere interessato ad avere una relazione sentimentale, al fine di ottenere materiale pornografico e con questo minacciarla per avere rapporti sessuali.

Ufficio Indagini preliminari Milano, 16/04/2019, n.1208

Adescamento di soggetto di età compresa fra 14 e 16 anni per rapporti sessuali

In tema di reati sessuali, non integra gli estremi del reato di cui all’art. 609-undecies cod. pen. la condotta di adescamento di minore commessa al fine di avere rapporti sessuali con un minore di età compresa tra i quattordici ed i sedici anni di età, essendo tale finalità estranea alle ipotesi di cui all’art. 609-quater, comma primo, n. 2) cod. pen. (Fattispecie in cui l’imputato si era spacciato per appartenente all’arma dei carabinieri al fine di ottenere un rapporto sessuale consenziente – e non a pagamento – con un minore).

Cassazione penale sez. III, 15/02/2018, n.23173

Adescamento di minori: condanna

Sussiste violazione del principio di correlazione tra accusa e sentenza qualora l’imputato, tratto a giudizio per rispondere del reato di atti sessuali con minorenne, sia invece condannato per il reato di adescamento di minori in quanto, in tal caso, si realizza una sostanziale immutazione del fatto in ordine al quale l’imputato sia stato chiamato a difendersi, posto che l’art. 609-undecies cod. pen. contempla la condotta di adescamento, non presente nella fattispecie prevista dall’art. 609-quater. cod. pen.

Cassazione penale sez. III, 19/09/2017, n.56053

Invio di foto erotiche tramite WhatsApp

È integrato il reato di adescamento di minori (art. 609 undecies) convincere una ragazza di anni quindici con blandizie, complimenti ed infine minacce ad inviare foto di contenuto erotico tramite whatsapp.

Ufficio Indagini preliminari La Spezia, 30/06/2016, n.971

La condotta di adescamento

Il delitto di adescamento di minori è punibile, in virtù della clausola di riserva “se il fatto non costituisce più grave reato”, solo se non siano ancora configurabili gli estremi del tentativo o della consumazione del reato fine, in quanto, nell’ipotesi che quest’ultimo resti allo stadio della fattispecie tentata, la contestazione anche del delitto di cui all’art. 609 undecies c.p. significherebbe di fatto perseguire la stessa condotta due volte, mentre, qualora il reato fine sia consumato, la condotta di adescamento precedentemente tenuta dall’agente si risolverebbe in un antefatto non punibile.

(Fattispecie in cui è stata ritenuta la configurabilità del reato di tentativo di atti sessuali con minorenne ed esclusa quella del delitto di adescamento in relazione alla condotta di imputato che, con spasmodico invio di “sms” e organizzazione di incontri spirituali o di istruzione musicale, aveva cercato di circuire ragazzi minorenni).

Cassazione penale sez. III, 04/03/2015, n.16329

Reato di adescamento di minore posto in essere tramite internet: dove si consuma?

Il reato di adescamento di minorenni, previsto dall’art. 609-undecies cod. pen., si consuma nel tempo e nel luogo in cui l’agente realizza le condotte descritte nella fattispecie incriminatrice; tuttavia, qualora l’illecito sia posto in essere tramite internet o con mezzi di comunicazione a distanza, la sua consumazione si verifica nel luogo in cui si trova il minore adescato, perché il delitto presuppone una comunicazione tra due soggetti e in tale luogo si perfeziona la dimensione offensiva del fatto.

Cassazione penale sez. III, 26/06/2019, n.36492

L’uso di un falso profilo Facebook per adescare il minore

La modalità subdola dell’adescamento di minore tramite la creazione di un falso profilo sui social network esclude la tenuità del reato.

Cassazione penale sez. III, 30/11/2017, n.7006

L’adescamento di minorenne per ottenere l’invio di immagini erotiche

La condotta di adescamento di minorenne finalizzata a ottenere unicamente l’invio di immagini di natura erotica da parte di ragazze minorenni integra il reato previsto dall’art. 600 quater  c.p. e non quello di adescamento di minorenni ex Art. 609 undecies c.p. in considerazione della clausola di riserva prevista per quest’ultima fattispecie per la quale è necessario che non siano ancora configurabili gli estremi del tentativo o della consumazione del reato fine.

(Nel caso di specie, poiché erano stati integrati i reati fine la condotta di adescamento veniva assorbita dal reato previsto dall’art. 600 quater c.p. di detenzione di materiale pornografico).

Ufficio Indagini preliminari Milano, 17/10/2016, n.2786


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA