Diritto e Fisco | Articoli

Abbandono del tetto coniugale: non rileva per l’addebito se la crisi è ormai irreversibile

19 Luglio 2013
Abbandono del tetto coniugale: non rileva per l’addebito se la crisi è ormai irreversibile

Quando in casa c’è un clima intollerabile e la disgregazione familiare è irreversibile, l’abbandono del tetto non è più considerato illecito e può avvenire senza che ciò comporti l’addebito della separazione.

Lasciare casa e andare a vivere altrove è una condotta non punibile e irrilevante per l’ordinamento se l’unità familiare è già compromessa.

La Cassazione, infatti, ha recentemente ricordato [1] che non comporta una dichiarazione di responsabilità e di addebito della separazione l’abbandono del tetto coniugale quando ormai la disgregazione della famiglia è irreversibile.

In generale, l’abbandono del tetto coniugale è un comportamento contrario ai doveri del matrimonio ed è fonte di una responsabilità che può portare alla cosiddetta “dichiarazione di addebito” conseguente alla separazione. Al contrario, quando l’abbandono è successivo a un clima di intolleranza dei rapporti tra i coniugi, dove l’unità della famiglia si è ormai persa, esso non è più considerato illecito e quindi può ben essere attuato liberamente. Nessuno, infatti, può essere costretto a convivere sotto lo stesso tetto con una persona con cui non va più d’accordo.


note

[1] Cass. sent. n. 16285 del 27.06.2013, Cass. n. 2183 del 30.01.2013; Cass. n. 2011 del 21.03.2011.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

1 Commento

  1. Ma questo può andar bene fino a quando non ci sono figli di mezzo. Come va inquadrata un’identica situazione di abbandono in presenza di figli minori che, oltre a “perdere” un genitore, da quast’ultimo non ricevono più alcun sostegno ne umano ne tantomeno economico?

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube