Come prevenire il cancro con l’olio d’oliva

20 Novembre 2019 | Autore:
Come prevenire il cancro con l’olio d’oliva

Gli olivicoltori italiani sostengono la Fondazione Airc per la ricerca sul cancro con un contributo concreto per prevenire e combattere i tumori intestinali.

Nasce il progetto ‘Un extra per la ricerca’. Gli olivicoltori di Cia-Agricoltori Italiani e di Italia Olivicola insieme in un’iniziativa pensata per sostenere il lavoro dei 5 mila ricercatori Airc e valorizzare il prodotto principe della dieta mediterranea, l’olio extravergine d’oliva.

Il primo appuntamento prenderà il via nel fine settimana del 7 e 8 dicembre in 40 cooperative e frantoi in molte regioni. Per ciascuna bottiglia o lattina di olio novello distribuita nei giorni indicati, i frantoi partecipanti destineranno 2 euro ai progetti di Fondazione Airc. Inoltre, sul sito shop.airc.it, per un’idea regalo salutare e originale per il prossimo Natale, è possibile acquistare le confezioni regalo di bottiglie da 500 ml di olio extravergine 100% italiano estratto a freddo.

L’iniziativa è stata presentata ieri presso la sede della Cia-Agricoltori Italiani a cui hanno partecipato: il viceministro della Salute Pierpaolo Sileri e il sottosegretario all’Agricoltura Giuseppe L’Abbate. Al fine di informare il pubblico sull’importanza di adottare comportamenti e abitudini salutari per ridurre il rischio di cancro, sono in programma vari appuntamenti.

Sono numerosi gli studi scientifici che dimostrano la stretta correlazione tra un’alimentazione varia ed equilibrata e la prevenzione del cancro. L’American Institute for Cancer Research ha calcolato che abitudini alimentari poco salubri sono responsabili di circa tre tumori su dieci.

Inoltre, è evidente che una dieta salutare va adottata sin dalla tenera età, anche se non è mai troppo tardi per migliorare le proprie abitudini a tavola. Secondo un recente studio italiano, sostenuto dalla Fondazione Airc, è stato dimostrato che il consumo quotidiano di olio extravergine di oliva aiuta a prevenire e combattere i tumori intestinali. La scoperta, pubblicata sulla rivista Gastroenterology, è del gruppo di ricerca di Antonio Moschetta (ordinario di medicina interna Università degli Studi Aldo Moro di Bari) che, a tal proposito, avevamo già intervistato (leggi il mio articolo sul tumore al colon: sintomi, cause e prevenzione).

In una nota stampa che La Legge per Tutti ha appena ricevuto dall’agenzia Adnkronos, il prof. Moschetta ha sottolineato che: “L’olio extravergine di oliva tipico del nostro territorio è ricco di acido oleico una sostanza in grado di regolare la proliferazione cellulare. In studi preclinici abbiamo potuto simulare geni alterati e stati di infiammazione intestinale, dimostrando che la somministrazione di una dieta arricchita di acido oleico è in grado di garantire notevoli benefici per la salute”.

Gennaro Sicolo, presidente di ‘Italia Olivicola’, ha evidenziato in che modo hanno colto questa opportunità “per valorizzare il prodotto e il lavoro dei produttori italiani attraverso la sinergia con Fondazione Airc che da oltre cinquant’anni lavora per la salute di tutti. Un buon olio extravergine d’oliva italiano, tracciato e garantito dal campo alla tavola, è un prezioso alleato per la salute e previene diverse malattie tumorali, e attraverso queste iniziative intendiamo avvicinare i consumatori a questo prodotto straordinario per le sue caratteristiche organolettiche e nutraceutiche”.

Dino Scanavino, presidente nazionale di Cia-Agricoltori Italiani, ha spiegato “come produttori di materie prime abbiamo una responsabilità importante nei confronti dei consumatori e questa non può escludere l’impegno nel garantire a tutti, una condizione di salute ottimale. Per questo, aderiamo con onore all’iniziativa della Fondazione AIRC, quale occasione per promuovere una corretta alimentazione di cui il nostro Paese può a pieno titolo essere testimonial, grazie alla qualità indiscussa della cucina mediterranea e dei suoi prodotti agroalimentari che vedono, ogni giorni, milioni di agricoltori in campo per portare sul mercato prodotti di qualità e nelrispetto dell’ambiente”.

Dati alla mano, la ricerca sta facendo passi da gigante in Italia. Il direttore generale Fondazione Airc, Niccolò Contucci, ha ricordato che “Oggi 3,5 milioni di italiani sopravvivono al cancro e si possono considerare guariti rispetto a un tumore diagnosticato 5 anni prima la collaborazione con Italia Olivicola ci consente di portare l’attenzione del pubblico su un alimento importante e buono come l’olio extravergine di oliva”. In conclusione, ha aggiunto “Vogliamo ricordare una volta di più che la battaglia contro il cancro acquisisce ogni giorno nuovi strumenti grazie ai progressi della ricerca, ma è sempre più riconosciuta l’importanza dei comportamenti e delle abitudini individuali”.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

1 Commento

  1. Trovo molto interessante questa ricerca e tempo fa avevo letto l’intervista dell’autrice fatta al dr. Moschetta. In questo portale, trovo notizie sempre al top. Siete sempre sulla notizia. Con riferimento all’olio di oliva e all’alimentazione, credo che una dieta sana ed equilibrata sia la ricetta giusta e l’antidoto contro qualsiasi male.

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube