Diritto e Fisco | Articoli

Devo rimborsare il condomino che fa spese senza autorizzazione?

23 Novembre 2019
Devo rimborsare il condomino che fa spese senza autorizzazione?

Un condomino, senza alcuna autorizzazione, sta riverniciando un vecchio cancello e installa un nuovo motore. Dobbiamo rimborsarlo? 

In condominio:

  • le spese di manutenzione ordinaria e straordinaria delle parti comuni,
  • le spese per il miglioramento o per l’uso più comodo o per il maggior rendimento delle cose comuni,
  • le spese per le innovazioni (cioè per la trasformazione di una cosa comune)

devono tutte quante essere decise dopo discussione e decisione in sede di assemblea altrimenti il condomino che le avesse sostenute senza alcuna autorizzazione dell’assemblea (o dell’amministratore) non può pretendere alcun rimborso dagli altri condomini; l’unica eccezione in cui il condomino ha diritto ad essere rimborsato per una spesa sostenuta senza nessuna preventiva informazione agli altri condomini e senza nessuna decisione dell’assemblea è prevista nel caso di spesa urgente, cioè di spesa che è necessario sostenere immediatamente per evitare danni alla cosa comune senza avere tempo per informarne prima l’amministratore o gli altri condomini (queste regole si ricavano dagli articoli 1120, 1123 e 1134 del Codice civile).

Le spese indicate nel suo quesito (riverniciatura e acquisto nuovo motore), che pare siano fatte per migliorare l’uso di una parte di proprietà comune (il cancello), non sono urgenti e, perciò, avrebbero dovuto essere discusse e decise in assemblea: il condomino che le ha sostenute senza una preventiva discussione e decisione in assemblea non ha quindi diritto ad alcun rimborso.

Gli altri condomini, insomma, non possono essere legalmente obbligati a partecipare a quelle spese a meno che non vogliano farlo spontaneamente.

Articolo tratto da consulenza resa dall’avv. Angelo Forte



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube