Politica | News

Ecco chi è il proprietario del simbolo Movimento 5 Stelle

21 Novembre 2019
Ecco chi è il proprietario del simbolo Movimento 5 Stelle

Per il tribunale di Genova il simbolo appartiene al fondatore del Movimento, Beppe Grillo. Rigettato il ricorso del comitato; il conflitto di interessi non rileva.

Il simbolo del M5S è di Beppe Grillo. Lo dice il tribunale di Genova, che – per come ci notizia ora l’agenzia stampa Adnkronos – ha rigettato il ricorso promosso per togliere nome e simbolo al fondatore del Movimento.

La vicenda risale al gennaio 2018, quando nacque il ‘Comitato per la difesa dei diritti dell’associazione M5S’, con tanto di nomina di un curatore degli interessi della prima associazione M5S, quella nata nel 2009. Il comitato aveva proposto ricorso per queste ragioni: Grillo, avallando la costituzione della terza associazione M5S a dicembre 2016, e concedendogli anche il simbolo, è in conflitto di interessi nel difendere i diritti dei primi associati, ovvero di quelli che non vogliono ‘trasmigrare’ nella nuova associazione.

Per il giudice Paola Luisa Bozzo Costa, invece, non è così. Confermando la decisione già emessa nella precedente fase del giudizio cautelare, il tribunale di Genova ha ritenuto oggi che la proprietà del contrassegno, a cui è legata il diritto del nome, è sempre stata in capo a Grillo.

Pur riconoscendo un conflitto d’interesse del fondatore del Movimento per i ruoli apicali rivestiti nelle tre diverse associazioni (Grillo è infatti capo politico nella prima, presidente del consiglio direttivo nella seconda e garante nella terza) il simbolo è sempre suo e gli appartiene. I ricorrenti promettono battaglia, e si dicono pronti a ricorrere in
appello.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

1 Commento

  1. E’ cambiato qualcosa da quando questo articolo è stato cambiato?
    Complimenti per il sito, me ne servo spesso. Grandi!

Rispondi a Giovanni Di Stasi Annulla risposta

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube