Nuovo buono postale con interessi maggiorati

23 Novembre 2019 | Autore:
Nuovo buono postale con interessi maggiorati

Lanciato il buono postale 170 Cdp Premium: dura 4 anni e rende l’1% annuo lordo. È dedicato solo a chi versa nuova liquidità.

In occasione del 170° anniversario della Cassa Depositi e Prestiti, Poste Italiane ha lanciato un nuovo buono postale: si chiama 170 Cdp Premium ed ha una durata di quattro anni. Promette interessi maggiorati rispetto ai buoni attuali di pari durata: il rendimento annuo sarà infatti dell’1% lordo.

Il buono premium però non sarà sottoscrivibile da tutti, ma solo ai clienti che versano nuova liquidità vale a dire – spiega Poste Italiane – le nuove somme versate sul conto Bancoposta o sui libretti di risparmio postale (intestati alla stessa persona del buono) a partire dal 15 novembre 2019 e disponibili al momento dell’emissione; per i nuovi clienti, invece, l’apporto sarà costituito dalle somme versate per sottoscrivere il buono.

La nuova liquidità richiesta per ottenere il buono potrà essere creata con qualsiasi metodo di accredito delle somme sul conto o sul libretto: bonifico bancario, accredito dello stipendio o della pensione, versamento di assegni circolari o bancari o anche in contanti.

Il buono si potrà sottoscrivere a partire da 50 euro in su e per multipli successivi di 50 euro (ad esempio, 1.050 euro e non 1.045); non vi sono spese di sottoscrizione o costi di emissione, al pari di tutti gli altri buoni postali. Il rendimento offerto maturerà tutto insieme soltanto alla scadenza dei quattro anni e non prima; chi chiederà il rimborso anticipato otterrà soltanto la restituzione della cifra iniziale investita, senza percepire gli interessi.

Così al termine dei 4 anni programmati chi ha sottoscritto il nuovo buono per 1.000,00 euro riceverà la somma di 1.040,60 euro (capitale più l’1% di interesse lordo annuo composto), dal quale dovrà essere detratta la ritenuta fiscale del 12,5%, pari a 5,08 euro, e dunque un rimborso netto di 1.035,52 euro. Un rendimento di certo non entusiasmante, tuttavia leggermente più alto di quello della maggior parte dei buoni attualmente in collocazione.

Il buono CDP Premium potrà essere sottoscritto in forma cartacea se al momento dell’emissione non si è titolari di un conto corrente Banco Posta o di un libretto di risparmio postale oppure di un precedente buono postale fruttifero con la stessa intestazione nominativa; chi invece ha già un conto corrente o un libretto di risparmio postale o è titolare di precedenti buoni potrà sottoscriverlo anche in forma dematerializzata.

Se vuoi conoscere le altre forme di risparmio postale leggi anche come investire soldi in posta.


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA