Bonus dentista: stop della Camera, ma sarà riproposto

26 Novembre 2019
Bonus dentista: stop della Camera, ma sarà riproposto

Bocciato dalla Camera l’emendamento M5S per il bonus di 500 euro destinato alle cure odontoiatriche di pazienti con Isee basso; ma potrà essere ripresentato.

Niente contributo di 500 euro l’anno per curare i denti, rivolto a chi ha redditi bassi e agli anziani. Si tratta del bonus dentista, previsto nell’emendamento presentato dal Movimento 5 Stelle alla Legge di Bilancio 2020, che oggi – ce lo comunica l’agenzia stampa Adnkronos – è stato ritenuto inammissibile dalla Commissione Bilancio del Senato, che sta esaminando gli emendamenti alla manovra.

L’emendamento prevede un contributo di 500 euro da destinare alle cure odontoiatriche di chi ha redditi con Isee pari o inferiore a 25.000 euro con particolare attenzione ai minori, alle famiglie monoreddito con figli, alle famiglie numerose, agli anziani e in genere alle categorie deboli.

L’emendamento potrà essere ripresentato dai proponenti entro le 19 di oggi per un nuovo esame del Parlamento. La proposta del M5S prevede anche che, a partire dal 1º gennaio 2022, l’esercizio dell’attività odontoiatrica in forma societaria venga consentito esclusivamente alle società tra professionisti iscritte al relativo Albo, altrimenti non sarebbe possibile aprire lo studio dentistico.


note

Immagine: 123rf.com


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube