Portieri: approvato il nuovo contratto di lavoro

26 Novembre 2019
Portieri: approvato il nuovo contratto di lavoro

Il nuovo contratto di lavoro prevede aumenti salariali di 50 euro, maggiore copertura dei periodi di malattia e indennità funzionali, come il ritiro pacchi.

I 40mila portieri italiani hanno avuto il rinnovo del contratto nazionale di lavoro. L’agenzia Adnkronos ci dà la notizia che oggi i sindacati di categoria dei lavoratori dipendenti (Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs) hanno siglato con l’associazione imprenditoriale Confedilizia il nuovo contratto che era atteso da cinque anni.

Innanzitutto, è previsto un aumento salariale di 50 euro che saranno erogati in due tranche (25 euro dal 1° gennaio 2020 e 25 euro dal 1° gennaio 2021) e ulteriori 5 euro dal 1° gennaio 2022 da destinare al welfare (sanità integrativa per i familiari conviventi).

Crescono anche gli importi delle indennità di funzione a cominciare dall’indennità di raccolta, confezionamento, trasporto e/o movimentazione dei rifiuti, per la quale ci saranno 0,50 euro aggiuntivi per ciascuna unità immobiliare, mentre l’indennità di ritiro pacchi aumenterà di 1 euro per ogni unità immobiliare nel caso di prevalente uso abitativo e 1,30 euro in caso di prevalente uso non abitativo, cioè gli uffici e i locali commerciali.

Si innalza la copertura economica in caso di malattia: qui l’indennità viene fissata al 60% della retribuzione dal terzo al 20° giorno, e si riducono da 3 a 2 i giorni di carenza. Dal 1° gennaio 2020, è previsto il pagamento anche dei giorni di carenza per eventi morbosi, le malattie che superano i 9 giorni (in luogo dei 14 giorni attualmente previsti dal contratto nazionale); si ridurranno però ad 8 giorni dal 1° gennaio 2022.

Su queste nuove misure, i sindacati si dichiarano soddisfatti. Il segretario nazionale di Fisascat Cisl, Vincenzo dell’Orefice, sottolinea che “il difficile equilibrio raggiunto in sede di rinnovo del contratto ha consentito di intervenire su tre aspetti significativi, in primis l’incremento delle retribuzioni tabellari in linea con le previsioni inflative per il periodo 2020/2022, e l’aggiornamento delle indennità con l’introduzione di un istituto economico per rispondere alle evoluzioni mansionistiche che la categoria sta conoscendo per effetto del fenomeno degli acquisti on line e della conseguente gestione dei pacchi recapitati e, soprattutto, con il significativo miglioramento della copertura complessiva dei giorni di assenza per malattia”.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube