Lifestyle | News

Acqua del rubinetto, chi la beve?

28 Novembre 2019
Acqua del rubinetto, chi la beve?

Quasi la metà degli italiani la bevono sempre o quasi. Motivi: comodità, gusto, minor costo. La maggior parte però è preoccupata per i rischi di contaminazione.

L’acqua del rubinetto piace agli italiani, che la trovano comoda, economica e anche buona. Lo rileva una ricerca diffusa Aqua Italia, l’associazione costruttori trattamenti acque primarie, federata Anima Confindustria, realizzata da Open Mind Research.

Ecco i risultati riportati dall’agenzia stampa Adnkronos, su chi beve l’acqua del rubinetto: il 73,7% della popolazione italiana ha bevuto acqua del rubinetto, trattata e non, negli ultimi 12 mesi. Il trend è positivo e registra un tasso di crescita sul 2014 di oltre il 10%.

Tra chi la beve, il 44% dichiara di farlo sempre o quasi sempre. I motivi che spingono gli italiani a berla sono la comodità (31,4%), seguita dal gusto (24,3%) e dal minor costo rispetto all’acqua in bottiglia (19,2%).

Il 23,7% degli intervistati beve acqua del rubinetto anche negli esercizi commerciali e il 50,8% la berrebbe se la offrissero. Si rileva una maggiore resistenza nell’accettarla, a livello geografico, nelle aree del sud e Sicilia (30,1%) e a livello anagrafico tra gli ultra 65enni (28,6%).

Tra coloro i quali sono già abituati a bere acqua trattata al ristorante spiccano i giovani (18/24 anni) con il 27,4% delle preferenze e anche tra coloro i quali la berrebbe sono sempre i giovani i più disposti ad accettarla con il 56,2% dei consensi.

Analizzando, infine, il livello di istruzione, la beve già il 32,3% di coloro i quali hanno un livello di istruzione alto (laurea breve, laurea o dottorato) e la berrebbero nel 52,7% dei casi chi ha una licenza media inferiore.

Per la prima volta, si è indagato anche sulla preoccupazione degli italiani nei confronti della presenza di sostanze contaminanti nell’acqua del rubinetto. Il 34,7% si è dichiarato estremamente preoccupato e il 55,5% abbastanza preoccupato.

Tra coloro che hanno già un’abitudine al consumo dell’acqua potabile del rubinetto, si riscontra una preoccupazione per i contaminanti chimici più bassa della media della popolazione (14,8% vs. 34,7%). Al contrario, per coloro che abitualmente non bevono acqua del rubinetto, tale preoccupazione è molto elevata (50,3% vs. 34,7%).

note

Immagine: 123rf.com


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA