Diritto e Fisco | Articoli

Avvocati: arrivano aumenti sui contributi previdenziali alla Cassa Forense

23 Luglio 2013
Avvocati: arrivano aumenti sui contributi previdenziali alla Cassa Forense

Dal 2013 aumenta il contributo soggettivo base e sparisce quello soggettivo modulare.

 

Le Casse… “battono cassa”. E a pagare i buchi sono gli iscritti.

Le conseguenze della buona o cattiva gestione dell’ente di previdenza forense non tardano ad arrivare per tutti gli avvocati, da oggi obbligatoriamente iscritti alla Cassa. Sono in arrivo, infatti, aumenti sui contributi soggettivi e integrativi.

Contributo soggettivo base dal 2013

Si tratta dell’aliquota base, cioè quella fino al tetto pensionabile, che per il 2012 è di 91.550 euro.

Il contributo soggettivo base degli avvocati aumenterà dal 13 al 14% dei redditi di competenza del 2013 (modello 5/2014). Pertanto, con riferimento alla imminente scadenza del 31 luglio 2013, il saldo del 2012 si calcola ancora sulla percentuale del 13%.

Contributo soggettivo base dal 2017

Dal 2017, poi, questa percentuale passerà al 14,5%

 

Contributo soggettivo base dal 2012

Infine, a partire dal 2012, la percentuale del contributo passerà al 15%.

Contributo soggettivo modulare

Dai redditi del 2012 (modello 5/2014), infine, non sarà più dovuto il contributo soggettivo modulare obbligatorio che va pagato ancora nel modello 5/2013, da tutti gli iscritti, compresi coloro che percepiscono una pensione della Cassa di invalidità, con esclusione dei pensionati di vecchiaia.

Per il 2012, questi soggetti possono versare anche un contributo modulare volontario, nel limite minimo dell’1% e massimo del 9% del reddito netto professionale, sempre e comunque entro il tetto reddituale pensionistico. Dal modello 5/2014 (redditi 2013), la misura massima possibile aumenterà al 10%.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube