Diritto e Fisco | Articoli

160 mila euro a titolo di responsabilità processuale aggravata

29 Luglio 2013


160 mila euro a titolo di responsabilità processuale aggravata

> Diritto e Fisco Pubblicato il 29 Luglio 2013



Responsabilità processuale aggravata liquidata in via equitativa anche per importi particolarmente elevati.

La condotta processuale delle parti in giudizio può dar origine anche a risarcimenti di importo rilevante. Lo ha affermato una sentenza appena emessa dal Tribunale di Ancona [1] con cui una delle parti in causa è stata condannata al pagamento di ben 160 mila euro a titolo di risarcimento del danno per responsabilità processuale aggravata [2].

Come noto, qualora una parte agisca in giudizio o vi resista con mala fede o colpa grave, il giudice – dietro istanza della controparte – può condannarla, oltre che alle spese, al risarcimento dei danni, che può liquidare anche in via equitativa (ossia, senza bisogno di prove in ordine al preciso ammontare del danno).

Secondo il Tribunale di Ancona, tale liquidazione può arrivare anche ad importi particolarmente elevati. Una vera mannaia dietro il collo di chi sfrutta la giustizia per fini dilatori.

La vicenda

Nel caso analizzato dai giudici marchigiani una società in amministrazione straordinaria, dopo aver chiesto e ottenuto in via cautelare un sequestro conservativo, ha agito nei confronti della società convenuta per il pagamento della somma di circa 1,3 milioni di euro oltre Iva per un totale di 1,56 milioni, oltre al risarcimento dei danni. La società convenuta aveva chiesto una dilazione di pagamento e non avendo intenzione di adempiere si era trasferita fittiziamente a Cipro rendendosi irreperibile. Il tribunale l’ha condannata per responsabilità aggravata [2].

note

[1] Trib. Ancona sent. n. 1033 del 16.07.2013.

[2] Art. 96 comma 3, cod. proc. civ.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI