Diritto e Fisco | Articoli

Niente IMU su lastrici solari e fabbricati collabenti

25 Luglio 2013
Niente IMU su lastrici solari e fabbricati collabenti

L’imposta non è dovuta per tutti gli immobili che rientrano nelle categorie fittizie.

Non si paga l’Imu né sui lastrici solari, né sui fabbricati collabenti. A precisarlo è stato il ministero dell’Economia [1].

L’imposta non è dovuta neanche se il lastrico solare è edificabile e su di esso viene costruito un impianto fotovoltaico.

È noto che molti imprenditori realizzano impianti fotovoltaici acquisendo il diritto di superficie su alcuni lastrici solari di vari edifici. Si era quindi posto il dubbio che tale superficie potesse essere considerata area edificabile soggetta ad Imu. Il ministero, però, ha chiarito la questione dando risposta negativa.

In base all’attuale legge, infatti, un’area si considera edificabile solo quando sulla stessa non sia individuata alcuna unità immobiliare. Invece il lastrico solare rientra nelle cosiddette “categorie fittizie”: ossia in quelle categorie di immobili iscritte in catasto senza attribuzioni di rendita catastale, ma con descrizione dei caratteri specifici o destinazione d’uso. Tali fabbricati (tra cui rientrano anche i fabbricati in corso di costruzione e di definizione e le unità collabenti) sono censiti dal sistema catastale, ma non hanno una attribuzione di rendita.

Il lastrico solare non paga quindi l’Imu per tutta la durata della costruzione dell’impianto fotovoltaico, dopodiché scatta l’accatastamento dell’impianto medesimo.

Ciò vale anche per i fabbricati collabenti. Alcuni Comuni italiani, tuttavia, richiedono l’Imu anche su tali tipi di costruzioni, ma ciò – specifica il ministero – è illegittimo.

note

[1] Min. Economia risoluzione n. 8/DF del 22.07.2013.


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube