Diritto e Fisco | Articoli

Sinistri: anche chi invade la carreggiata opposta non ha sempre torto al 100%

26 luglio 2013


Sinistri: anche chi invade la carreggiata opposta non ha sempre torto al 100%

> Diritto e Fisco Pubblicato il 26 luglio 2013



Sempre possibile il concorso di colpa, anche se uno dei due automobilisti ha invaso nettamente la carreggiata opposta.

Non sempre l’integrale colpa dell’incidente stradale va data a chi invade la semicarreggiata opposta. Infatti, nell’ipotesi in cui il conducente proveniente dal senso di marcia contrario abbia tenuto un comportamento non conforme al codice della strada, quest’ultimo potrebbe vedersi imputare un concorso di colpa. A dirlo è il giudice di pace di Rutigliano [1].

La responsabilità del sinistro, insomma, deve essere graduata in base alle rispettive condotte ed anche chi ha invaso la corsia dei veicoli che provengono in senso inverso, superando la linea di mezzeria, può risultare non responsabile al 100 per cento dell’incidente. Perché quest’ultimo possa essere ritenuto, invece, responsabile integralmente, è necessario appurare che l’altro conducente, danneggiato all’atto dello scontro, stesse adottando una condotta prudente e cauta.

note

[1] G.d.P. Rutigliano, Bari, sent. n. 157/2013.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI