Lifestyle | Articoli

Come avere a casa la cena del ristorante spendendo poco

5 Dicembre 2019
Come avere a casa la cena del ristorante spendendo poco

L’app che ti fa risparmiare e acquistare cibi che altrimenti verrebbero buttati.

Questa sera non ti va di cucinare, ma farti venire il cibo a casa dal ristorante è troppo costoso. Se lo facessi tutte le sere andresti in bolletta. Vuoi pagare il cibo cotto come quello che pagheresti al supermercato ancora da preparare? La soluzione c’è: un’app che in pochi click permette di acquistare cibi a prezzi vantaggiosi e, allo stesso tempo, di contribuire a ridurre lo spreco alimentare. È Regusto, un’innovativa app che al momento funziona solo in alcune città d’Italia.

Con Regusto puoi acquistare i piatti che altrimenti i locali butterebbero. Non si tratta degli avanzi della cena altrui, ma delle portate cucinate in grande quantità e che, se non consumate, verrebbero buttate. 

In questo modo, il ristorante può offrire a prezzi scontati i piatti che rischierebbero di essere sprecati, ma può anche preparare pietanze ad hoc da proporre nei giorni e agli orari di minor affluenza; i clienti possono trovare nell’app ottimi piatti, risparmiando dal 20 al 50% rispetto al prezzo di vendita indicato nel menù.

Grazie alla geo-localizzazione, garantita dalla tecnologia e dall’utilizzo degli smartphone, per gli utenti è ancora più facile trovare le offerte a portata di mano. Una volta selezionati i cibi che si preferisce mangiare e l’ora in cui ritirarli, si può pagare con carta di credito o debito direttamente dall’app. Al momento del ritiro, i piatti acquistati vengono riposti nelle pratiche Regusto Bag, contenitori ecosostenibili perché realizzati con materiale compostabile, che innovano il concetto di asporto e diventano originali strumenti di sensibilizzazione.

Regusto è disponibile gratuitamente su app store per i dispositivi iOS e su Play Store per i dispositivi Android. Oltre all’app, Regusto è anche una piattaforma che consente alle istituzioni della pubblica amministrazione come i Comuni di monitorare e digitalizzare i flussi di donazioni e il recupero di eccedenze alimentari di mense, supermercati, aziende agricole e ristoranti verso gli enti no-profit. 

Il Comune di Narni, in provincia di Terni, è stato il primo a sperimentare e credere nella piattaforma Regusto, che utilizza da circa un anno, per destinare le eccedenze alimentari ai più bisognosi.

“In un periodo – ha commentato Paolo Rellini, co-founder di Regusto – in cui il tema ambientale è centrale, per Regusto era determinante essere anche a Milano, città dinamica ed estremamente attenta a queste nuove istanze. Lo spreco alimentare in Italia equivale a 15 miliardi di euro all’anno, quasi un punto del pil nazionale. Regusto con la sua app e la sua piattaforma rappresenta una risposta contro questo scempio: per i ristoratori è un canale di vendita in più per gestire in modo più efficiente il ciclo di approvvigionamento e preparazione dei piatti; per i consumatori è un servizio che permette di mangiare bene a prezzi scontati e contribuire alla lotta allo spreco alimentare”.

“La nostra innovativa piattaforma – ha spiegato – mette in rete le pubbliche amministrazioni, gli enti no-profit e i produttori e distributori di generi alimentari, per garantire una redistribuzione in tempo reale del cibo che altrimenti andrebbe buttato. Un modello di food sharing riconosciuto come innovativo a livello europeo e approfondito recentemente in una pubblicazione scientifica dedicata all’impatto della digitalizzazione sulla riduzione dello spreco  alimentare”.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

1 Commento

  1. Una bella iDEA! Quante volte sono tornata stanca a casa e fra mille impegni la voglia di cucinare è pari a zero. Trascorri il tempo con i bambini, sistema la casa, prepara tutto per l’indomani… Spesso, la sera ho pensato di ricorrere ai surgelati, tipo bastoncini, croccole e insalata. Insomma, una cenetta al volo. Ma l’idea di queste pietanze a basso costo che puoi direttamente consumare a casa tua in compagnia dei tuoi cari come se fossi al ristorante mi piace molto.

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube