Rinnovo contratto docenti in vista

5 Dicembre 2019
Rinnovo contratto docenti in vista

Per il rinnovo del contratto di lavoro docenti il ministro dell’Istruzione sta cercando i fondi necessari agli aumenti stipendiali. Servono 3 miliardi, ce ne sono 2.

A fine anno scadrà il contratto di lavoro dei docenti italiani; in vista del rinnovo, la questione più importante è quella degli aumenti stipendiali. La precedente proposta (65 euro lordi al mese in busta paga) era stata giudicata insoddisfacente. Così il ministro dell’Istruzione Lorenzo Fioramonti- che aveva detto, poco dopo l’insediamento, “se non mi danno tre miliardi per la scuola vado via” – si è impegnato per reperire i fondi necessari a garantire ai docenti aumenti più consistenti.

A che punto siamo? L’agenzia stampa Adnkronos ha raccolto la dichiarazione di oggi del ministro: “Stiamo lavorando molto per arrivare al rinnovo del contratto dei docenti affinché ci si possa avvicinare alla meta dei 100 euro lordi“, dice Fioramonti in un’intervista a Circo Massimo, su Radio Capital. “Vedo segnali importanti. Bisogna valorizzare gli insegnanti anche dal punto di vista economico. La nostra società ormai considera l’insegnante una figura fallimentare, uno sfigato”.

Il ministro però ammette: “Non siamo ancora ai 3 miliardi. Se riusciamo ad arrivare a un aumento del rinnovo dei contratti di 100 euro siamo sui 2 miliardi. Tra investimenti su borse di studio e fondo per le università si va oltre i due miliardi. Non mi accontento, lavorerò fino all’ultimo giorno. Ogni euro che riesco a strappare nella battaglia per la scuola va nella direzione giusta. Il destino di Fioramonti non interessa a nessuno, e tantomeno a me. Mi interessa avere tempo fino all’ultimo per migliorare la situazione”, conclude.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

1 Commento

  1. Il contratto è scaduto il 31 dicembre 2018. Prima di scrivere un pezzo l’articolista dovrebbe almeno sapere di cosa sta scrivendo…

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube